F F Tribuna Libera: Nuova auto in fiamme a Ceglie Messapica

giovedì 6 novembre 2014

Nuova auto in fiamme a Ceglie Messapica




Solo l'altro giorno l'incendio all'auto dell'avv. Riccardo Manfredi, vicenda su cui stanno indagando le forze dell'ordine. E' notizia dell'ultim'ora di una nuova vettura in fiamme: quella del consigliere comunale Ncd Domenico Convertino. Le immagini
C'è una brutta aria, non può essere questa la nostra Ceglie! Tutte le forze politiche e tutti i cittadini siano uniti e compatti nel respingere questo gesti vili e inaccettabili. E' urgente che nelle sedi competenti si discuta subito di questi episodi inquietanti, senza perdere tempo e si adottino tutte le iniziative istituzionali idonee.
Il problema sicurezza a Ceglie deve essere in cima all'agenda politica. Noi, da cittadini, ribadiamo il pieno e fiducioso sostegno al lavoro delle Forze dell'ordine.

Solidarietà, nel frattempo, a Domenico.


Data la delicatezza dell'argomento, non sarà possibile commentare questo post in anonimo.


Non possiamo più restare a guardare! 

I blog di Ceglie (AhiCeglie, Il diavoletto, Cronache e cronachette, Tribuna Libera) invitano la comunità (cittadini, forze politiche e associazioni) a un flash mob per la sicurezza che si terrà domani (venerdì) alle ore 16 davanti al cancello del Comune di Ceglie Messapica.

Clicca qui per l'evento su FB




Comunicati:


Dopo la vicenda che solo poche ore fa ha coinvolto l'assessore Riccardo Manfredi, abbiamo appreso questa mattina l'ignobile atto compiuto nei confronti del consigliere comunale Domenico Convertino. 
Un gesto che condanniamo e denunciamo in modo forte e con indignazione. La città deve stringersi compatta intorno alle Istituzioni per contrastare e sconfiggere questo clima pesante di insicurezza e paura che rischia di avvolgere la città. Al consigliere Convertino la nostra sincera e convinta solidarietà.

"In Movimento" - Cittadini in rete per una Ceglie migliore





Il Presidio di Libera di Ceglie Messapica esprime forte preoccupazione per il clima di violenza e intimidazione che si sta diffondendo in questi giorni nel paese. Tre auto sono state date alle fiamme nel giro di una settimana per colpire alcuni nostri rappresentanti politici, l’Assessore Riccardo Manfredi e il Consigliere comunale Domenico Convertino. A loro va la nostra più sincera solidarietà. 
E’ questo il momento di prendere coscienza su quanto sia importante creare una “rete di cittadinanza” che imbrigli coloro i quali alla dialettica politica e al confronto aperto vogliono contrapporre il potere della brutalità.  E’ questo il momento di ribadire che i temi della legalità, a noi particolarmente cari, non sono un bagaglio retorico da esibire in stanche manifestazioni di parata.
E’ questo il momento di guardarsi negli occhi a fondo per trovare la forza di reagire contrastando metodi che annebbiano la ragione e ci risospingono verso modelli di risoluzione dei conflitti omertosi e incivili. Non sottovalutiamo episodi che si inscrivono in un tessuto sociale di crescente illegalità.

Abbiamo bisogno di “educazione e cultura, vie maestre della ricerca di verità”. (L.Ciotti)

DOMANI – venerdì 7 – saremo presenti al FLASHMOB promosso dai BLOG di Ceglie Messapica.

Appuntamento alle ORE 16 davanti al cancello del Comune. E’ importante esserci! Presidio Libera - Associazione contro tutte le mafie





Esprimo vicinanza e solidarietà a Domenico Convertino e all'avv. Riccardo Manfredi per quanto accaduto. I fatti di queste ultime ore rappresentano l'ennesimo segnale inquietante di quanto il problema della sicurezza dei cittadini cegliesi - problema già manifestatosi nei mesi scorsi con ripetuti episodi di una certa gravità - abbia raggiunto un punto preoccupante e di quanto esso sia uno degli obiettivi prioritari e più urgenti a cui la politica deve dare una immediata e decisa risposta di fermezza, dimostrando la forza delle istituzioni, della legalità e della nostra comunità. Ritengo importante l'iniziativa del Flash-mob lanciata dai blog e a cui sta aderendo tanta parte importante della nostra società civile e invito tutti i cittadini liberi e che hanno a cuore il presente e il futuro di Ceglie a condividere attivamente questa iniziativa. Noi ci saremo. Pietro Mita


"Questa comunità cittadina sembra sprofondare nel l'odio e nella violenza! Basta!!! Rialziamo la testa, Ceglie merita altro, ben altro. La società civile deve reagire a difesa della istituzioni e della democrazia, al di là dei singoli e delle strumentalizzazioni. Per amore di noi stessi e della nostra comunità non taceremo oltre. Azione Cattolica aderisce al flash mob del 7 pv ore 16 davanti al comune!" Corradino De Pascalis, Azione Cattolica


Ad appena pochi giorni dall’atto vandalico che ha visto coinvolta l’autovettura dell’Assessore Riccardo Manfredi, oltre a quella di un comune cittadino, è seguito un atto di analoga portata. Questa volta l’auto incendiata apparteneva al Consigliere Domenico Convertino, al quale va la solidarietà di tutto il Circolo Sel “Peppino Impastato” di Ceglie Messapica. Riteniamo tuttavia, che tali atti intimidatori riguardino la sicurezza dell’intera comunità e non solo una parte di essi. Di fronte alla gravità di tali atti, sarebbe pertanto il caso di evitare inutili e sterili strumentalizzazioni politiche, essendo quello della sicurezza, un argomento di interesse comune, come comuni sono i principi della legalità e della sicurezza, al di là di ogni appartenenza e di ogni colore politico, perché ad essere sotto attacco non è solo il politico di turno, bensì l’intera popolazione cittadina. Prova ne è che ad essere distrutta durante l’incendio della notte tra il 2 e il 3 novembre scorso non è stata solo l’auto dell’Assessore Riccardo Manfredi, ma anche quella di un comune cittadino, che aveva quale sua unica colpa quella di aver parcheggiato casualmente la sua auto in quel luogo. Ci auguriamo pertanto che la magistratura e le forze dell’ordine facciano luce al più presto sugli autori di un tale gesto di inciviltà, che mina certo l’autonomia, la libertà, la democrazia, ma soprattutto la sicurezza di un’intera città, un atto intollerabile che dimostra il duro lavoro che rimane da fare per l’affermazione dei principi di legalità nel nostro territorio. Il Circolo Sel “Peppino Impastato” aderisce al flash mob per la sicurezza che si terrà domani (venerdì 7 novembre) alle ore 16,00 davanti al cancello del Comune di Ceglie Messapica e fa appello a tutti i cittadini a presenziare numerosi. Il Circolo Sel “Peppino Impastato” di Ceglie Messapica


Il Circolo Cittadino del Partito Democratico, unitamente ai Consiglieri Comunali del PD,  appresa la notizia dell’ennesimo, grave atto vandalico perpetrato da ignoti, questa volta ai danni del Consigliere comunale Domenico Convertino, che segue solo di poche ore analogo atto che ha visto coinvolto l’Assessore comunale Riccardo Manfredi, stigmatizza e condanna fortemente quanto accaduto.
La solidarietà nei confronti dei due amministratori pubblici e delle loro famiglie è piena e incondizionata, e non può essere messa in discussione dalle reciproche, differenti posizioni politiche, portate avanti nel massimo rispetto dei rapporti sia politici che personali. Proprio in considerazione di ciò i Consiglieri comunali di tutto il centrosinistra stamattina hanno proposto a TUTTI i consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione, di sottoscrivere una richiesta UNITARIA di convocazione del Consiglio comunale. Riteniamo, infatti, che la Città abbia bisogno, in questo momento, di grande unità. Con profondo stupore, quindi, si apprende che Consiglieri comunali della maggioranza avrebbero già individuato una chiara matrice politica alla base degli episodi di questi giorni e hanno deciso di chiedere autonomamente la convocazione di  un Consiglio comunale. Parlare con tale facilità di “matrice politica”, oltre ad essere fuori luogo, perché può innescare reazioni a catena difficilmente prevedibili, appare dettato da frettolosità e da qualche mania di protagonismo, a meno che non si abbiano elementi concreti, che andrebbero subito portati all’attenzione delle autorità preposte. Lasciamo che siano le Forze dell’ordine, cui va tutto il nostro sostegno, a fare piena luce su quanto accaduto, senza dare spazio ad illazioni. Il Partito Democratico ribadisce che la risposta delle forze politiche in una situazione di tale gravità, deve essere UNITARIA, indipendentemente dal ruolo di maggioranza o opposizione in Consiglio comunale. Siamo convinti che tutte le iniziative da mettere in campo per dare una risposta netta e chiara a chi vuole riportare indietro la nostra Città debbano essere condivise. Non si possono sottovalutare fatti così gravi, né si possono piegare a iniziative di parte: sarebbe troppo facile, da parte nostra, ricordare che tempo fa i consiglieri comunali di centrosinistra avevano richiesto la convocazione di un Consiglio comunale monotematico sulla sicurezza, istanza ignorata sia dal Presidente del Consiglio che dal Sindaco. Ma oggi, come abbiamo detto, è il tempo dell’unità. Il Partito Democratico, quindi, ribadisce la propria solidarietà agli amministratori colpiti e la propria disponibilità a sostenere ogni iniziativa unitaria atta a riportare un clima di serenità all’interno della Città e di contrasto di tali fenomeni criminosi, che colpiscono singole persone e puntano a destabilizzare le istituzioni e la Città intera. Pd Ceglie Messapica



Il dott Dario chirulli e l’intero comitato, che sostiene la sua candidatura alla primarie del centrosinistra, sono solidali nel condannare gli atti delittuosi che hanno colpito l’assessore Riccardo Manfredi e il consigliere comunale Convertino Domenico. Inoltre ci tengono a sottolineare che il Paese ha bisogno di risposte immediate e concrete da parte delle istituzioni: sindaco, amministrazione e forze dell’ordine per dare alla cittadinanza quella tranquillità che il paese di Ceglie merita e al cittadino, la possibilità di vivere in piena libertà, nel rispetto della legge, di poter esprimere il proprio pensiero, e di fare anche critiche quando ne sente la necessità, senza doversi preoccupare. Inoltre garantire, anche a coloro che hanno voglia di trascorrere le vacanze qui nella nostra bella terra, di farlo in piena tranquillità, garantendo la sicurezza su tutto il territorio comunale. Pertanto aderiscono all’iniziativa promossa da tutti i blog con il flash mob di domani. Dario Chirulli, Pd


Apprendiamo con grande stupore e preoccupazione che il vile atto cui è stato oggetto l’Ass.Riccardo Manfredi si è ripetuto la scorsa notte ai danni  del consigliere comunale Domenico Convertino. Atti che vanno assolutamente condannati e denunciati. Esprimiamo la nostra solidarietà confidando che nelle sedi opportune sia presa a cuore le sorti della sicurezza del nostro paese. (Forza Italia - Democrazia Cristiana)


Video m Italia si affianca ai Blog, ai cittadini, alla società' civile per esprimere solidarietà e condannare i vili attacchi. Saremo presenti domani alle ore 16.00 con le telecamere accese davanti al Comune di Ceglie Messapica dove tutti potranno parlare e condannare questi atti delinquenziali. Rocco Monaco




Apprendo, a distanza di poche ore, con grande stupore e vera preoccupazione, che quanto accaduto all’Ass.Manfredi, si è verificato la notte scorsa anche al consigliere Convertino.
Atti del genere non possono che essere condannati con la massima fermezza e determinazione da parte di tutti; Istituzioni, forze politiche, società civile. Ritengo che le istituzioni tutte sono chiamate, in tempi brevi, a dare risposte ferme e determinate tali, da rasserenare l’intera collettività. Al collega Convertino la mia più totale solidarietà. Antonio Piccoli, UDC.


L'Associazione culturale Settantaduezerotredici, con il presente comunicato, esprime rammarico in riferimento agli inquietanti accadimenti che si stanno susseguendo negli ultimi giorni nel territorio comunale di Ceglie Messapica a danno non solo dei singoli esponenti politici, a cui va espressa la nostra solidarietà, ma anche e soprattutto a danno dell'intera collettività. L'episodio tra la notte del due e del tre novembre e quello tra il cinque ed il sei novembre sono purtroppo gli ultimi di una lunga serie. NOI A TUTTO CIÒ VORREMMO CHE SI DICA BASTA! Crediamo pertanto che sia arrivato il momento di pianificare seriamente l' ordine e la sicurezza pubblica.  In queste situazioni non vi sono schieramenti politici, c'è solo un forte senso civico. Per questo NOI CI SAREMO AL FLASH MOB domani 7 novembre alle ore 16,00 davanti alla sede municipale. Come cittadini e come giovani impegnanti nell' Associazione Culturale Settantaduezerotredici comunichiamo la nostra partecipazione attiva all'evento per farci giustizia come giovani e come popolo! Vogliamo essere rappresentanti da gente che ci garantisca sicurezza e partecipiamo in nome e ragione nel nostro senso di giustizia! Basta Cegliesi preda di simili accadimenti. Associazione 72013




Il diritto alla sicurezza è un diritto fondamentale sancito anche dall'articolo 2 della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e del cittadino del 1789, che lo inserisce tra i diritti naturali ed inalienabili dell'uomo. E', dunque, un bene primario di ogni società che possa chiamarsi civile. I brutali episodi di violenza ai danni dell'assessore Manfredi e del consigliere comunale Convertino non possono lasciarci indifferenti. Ceglie solidale sarà presente al Flash mob per esprimere piena e sentita solidarietà ai nostri due concittadini e alle loro rispettive famiglie e per far sentire l'urgenza di un provvedimento istituzionale nei confronti di tale barbarie.  Invitiamo, dunque, l'intera società civile ad un'assunzione di responsabilità civica solidale contro ogni forma di violenza nei confronti dei singoli cittadini e dell'intera comunitàValeria Leo - movimento Ceglie solidale



L'associazione antiracket di Ceglie Messapica A.C.I.A.M. esprime grande solidarietà ai due amministratori, nostri concittadini  colpiti da attentati incendiari che hanno visto distrutte le rispettive automobili.Esprime altresiì preoccupazione per l'evento, perche' in uno stato democratico ogni amministratore deve poter esercitare il diritto di rappresentanza democratica, qualunque sia il suo colore politico, senza il timore di rappresaglie di nessun genere, essendo egli rappresentante di tutti i cittadini. 
Siamo certi che le forze dell'ordine chiariranno gli eventi assicurando alla giustizia i responsabili L'augurio che faccio a noi cegliesi e' che tali atti, non si debbano piu' ripetere e che si istauri un clima politico piu' confacente  alla stessa parola.Voglio altresì richiamare i cittadini  a collaborare con le forze dell'ordine segnalando qualsiasi cosa possa aiutare gli inquirenti alla soluzione del problema per ritornare ad avere la giusta tranquillità. Domenico Maggi, presidente associazione anti-racket.


E' evidente che nella nostra città elementi di illegalità diffusa stanno trovando terreno troppo fertilePiena solidarietà a Domenico Convertino e all'Avv Riccardo Manfredi, ma questo è insufficiente. Bisogna avere coscienza civica e fare un'analisi obiettiva , libera da condizionamenti,per capire quali condizioni sociali e quali improprie aspettative sono state create in questi ultimi anni. Scusate ma è ora di fare un passo avanti per garantire la legalità in questo paese. Domani sarò presente all'iniziativa messa in campo dai blog locali. Tommaso Argentiero, consigliere comunale




Intanto il deputato Nicola Ciracì ha presentatoun'interrogazione urgente al Ministro dell'Interno Angelino Alfano Clicca qui






Nuova auto in fiamme a Ceglie Messapica

Commenti

Commenti