F F Tribuna Libera: novembre 2017

giovedì 30 novembre 2017

RAM riciclo arte musica




Comunicato


Parte il 7 dicembre la nuova kermesse ideata dalla cooperativa sociale Zion, già organizzatrice dell'ecofestival Zona U, propone in un nuovo format i temi importanti del riciclo, dell'arte e della musica; non solo, la cooperativa infatti consegue obiettivi sociali e mira al recupero e alla valorizzazione dei beni pubblici.

Tre appuntamenti nel laboratorio urbano Mac 900, nel pieno centro della cittadina messapica, con l'obiettivo di ridare vita al laboratorio e di promuovere temi fondamentali per lo sviluppo socio/turistico della città e della possibilità di creare nuovi spazi di aggregazione, con particolare interesse alle fasce più deboli ed ai giovani. 

Divertimento assicurato con gli intrattenimenti musicali, RAM rappresenta soprattutto la voglia di mettere in mostra l'arte contemporanea; sculture, dipinti, foto, arredi e allestimenti saranno realizzati ed avranno il tema del riuso dei materiali di scarto, con lo scopo di sensibilizzare e favorire uno stile di vita sostenibile e a basso impatto ambientale. L'Arte usata come mezzo di comunicazione che nella storia ha dettato il cambiamento e che in questo caso diventa una dimostrazione significativa di come i rifiuti possono rappresentare una risorsa in generale.

Il 7, il 15 e il 21 dicembre 2017 appuntamento a partire dalle ore 18.00 con ingresso gratuito e a seguire dalle 22.00 dj set e performance artistiche live.



novembre 2017

Anticorruzione, Parla l'opposizione









Questa sera a partire dalle 19 i rappresentanti dell'opposizione  saranno ospiti in diretta nella trasmissione "Parliamone", ideata e condotta da Rocco Monaco, su Video M Italia, per smentire e smontare le accuse lanciate dall'Amministrazione e dalla maggioranza dopo la conclusione del Consiglio comunale dell'altro giorno.

Il Consiglio si era concluso con la mancata discussione del punto relativo alla relazione dell'ANAC (Autorità nazionale anti corruzione) rispetto ad alcuni procedimenti di appalto comunali per l'abbandono della seduta da parte dei consiglieri di opposizione. Ecco cosa era accaduto: CLICCA QUI

Appuntamento a stasera in tv (canale 810 del digitale terrestre, se ci fossero problemi di ricezione risintonizzate i canali) e sulla Community Facebook di Tribuna Libera per la diretta web.



novembre 2017

mercoledì 29 novembre 2017

Episodio di truffa a Ceglie Messapica




Immagine di repertorio



Ancora una volta, anche a Ceglie Messapica, un caso vergognoso di una truffa di cui purtroppo si parla spesso. E' accaduto ieri in una stradina in contrada Petrelli sulla Ceglie-San Michele. 

Vittime sono stati due anziani che transitavano con l'auto. Sono stati fermati da un'altra vettura, prima parcheggiata sulla direzione opposta della via, con a bordo un uomo e una donna dall'accento barese. 

Una volta fatti accostare i due anziani, l'uomo ha lamentato un danno alla sua vettura (una rigatura) a causa di un sedicente urto dell'altra auto e ha chiesto 140 euro di danni, scesi poi a 80. La povera coppia, scossa dall'accaduto, ha pagato. Ma era una truffa. 








Come funziona in dettaglio la truffa?

Si tratta di un trucco molto semplice che consiste nel far credere all’automobilista che la sua macchina abbia involontariamente urtato il retrovisore o un'altra parte della vettura di chi sta mettendo in atto la truffa.

La vittime della truffa sentirà il rumore di un colpo secco molto forte sulla propria carrozzeria, di solito sulla fiancata, (provocato in realtà da una pallina, un bastone, ecc) dando l’illusione di un urto immediato.

Subito dopo entrano in scena i lampeggianti e un auto vi intimerà di fermarvi. Il conducente sostenendo che gli è stato rotto lo specchietto o altro danno e indicando la parte chiaramente già danneggiata, vi convincerà ad un esborso di 100 o 200 euro senza mettere di mezzo assicurazione o vigili, magari anche con l’aiuto di “un compare”, pronto a testimoniare che è andata proprio così.

A questo la vittima paga, convinto di aver realmente causato un danno, o per paura che la situazione trascenda.

Se vi trovate vittime di simili segnali quali colpo, lampeggianti, uomo minaccioso che chiede di accostare, non fermatevi e chiamate i Carabinieri o la Polizia locale dal cellulare, restando all’interno della vostra auto.

Fate molta attenzione e soprattutto avvisate i vostri parenti meno giovani, che solitamente sono le vittime "preferite" da questi balordi, di fare attenzione.



novembre 2017

Andiamo alla sostanza







Ieri sul blog vi ho postato il resoconto del Consiglio comunale in cui si sarebbe dovuto discutere della relazione dell'Autorità Nazionale Anticorruzione in merito alle irregolarità e illegittimità riscontrate in diversi procedimenti comunali di appalto. Clicca qui

Nelle scorse ore si è scatenato un botta e risposta, via comunicato, tra maggioranza e opposizione sul perchè e sul percome sia saltata la discussione di quel punto (non nascondo che anche a me la cosa ha lasciato qualche perplessità).

Ma sinceramente, da cittadino, poco mi interessa la diatriba polemica di contorno (tra le altre cose, comunque, Rocco Monaco ha annunciato che nei prossimi giorni ospiterà su Video M Italia i rappresentanti dell'opposizione che parleranno della questione). 

Quel che mi interessa (e credo interessi la gran parte dei nostri concittadini) è che si tenga quanto prima la seduta stavolta realmente monotematica - di cui è stata richiesta ieri una nuova convocazione - affinchè il Consiglio comunale, massimo organo di rappresentanza democratica e di controllo politico-amministrativo, possa discutere dei rilievi dell'Anticorruzione, tutt'altro che secondari.




In particolare si dovrebbe discutere di queste procedure:

  • Lavori di manutenzione straordinaria alla scuola elementare San Giovanni Bosco
  • Lavori completamento funzionale ex Convento di San Domenico
  • Lavori di realizzazione di un intervento di efficientamento energetico e miglioramento della sostenibiltà ambientale dell'immobile della scuola media "Giovanni Pascoli"
  • Lavori di ampliamento dell'impianto di pubblica illuminazione
  • Lavori afferenti al progetto Ca.Ve. Riqualificazione delle Grotte di Montevicoli
  • Contratto servizio mensa per gli alunni e gli anziani
  • Servizio di potenziamento e ammodernamento delle strutture dedicate alla raccolta differenziata
  • Servizio Global Service e del servizio manutenzione patrimonio comunale
  • Servizio di somministrazione di personale.



per rileggere la relazione dell'Anticorruzione.





novembre 2017

martedì 28 novembre 2017

"Cade la neve", per non dimenticare





"Cade la neve" è il nuovo brano inedito di Rocco Palazzo. Il videoclip vede la regia di Emilio Quaranta. Musica di Rocco Palazzo e Antonio Bruno, testo di Rosangela Chirico (che è anche la protagonista del video). Le riprese sono state effettuate presso Masseria Moretto - Tenute Monaco a Ceglie Messapica. La produzione è Alphard Records.




Il video esce oggi, 28 novembre, nel giorno del 21esimo anniversario della scomparsa di Donato Chirico, operaio cegliese e papà di Rosangela a cui quest'ultima ha dedicato qualche anno fa il suo libro "Plastica" in cui raccontava la sua storia . Donato morì di cancro dopo aver lavorato per oltre 20 anni al petrolchimico di Brindisi, dove aveva inalato per tutti quegli anni il Cloruro di Vinile Monomero (CVM).

Questo brano e questo video sono dedicati a tutti quei lavoratori - padri, mariti, figli - morti a causa della fabbrica, a causa del lavoro.




Hanno suonato: Davide Chiarelli (batteria), Lello Lacenere (violino), Ivano Moro (fisarmonica), Camillo Pace (contrabbasso), Rocco Palazzo (pianoforte). Gli arrangiamenti musicali sono di Antonio Bruno. 






CLICCA QUI
per il video



Il testo:


Cade la neve
Cade la neve la strada è piena, 
nevica e vengo da te.
A gambe levate, la mano nel vento,
volo lontano da qui!


Scende la neve mi imbianca man mano,
gelo ma corro da te. 
Cerco l’aurora in un raggio di sole, 
sogno se prego Dio, sì!

No, non andar via, resisti ancor nel cuore tuo!

Ti amo, non mi lasciare, fa freddo qui senza te.
Ti amo, no non andare, sarò più forte con te.
C’è tanto inganno quaggiù.

Sciolta la neve il mondo è cambiato 
difendo la terra per te 
salgo sul cuore roccia d’amore, 
scivolo aiutami tu!

No, non andar via, resisto ancor nel cuore mio!

Ti amo, non mi lasciare, ho freddo senza di te.
Ti amo, no non andare, sarò più forte con te.
Ti amo, no non andare, mi armo d’amore per te.
C’è tanto inganno quaggiù.

Amami essenza di sole nel vento,
Dio mi tiene quaggiù
il mondo è cambiato, tu restami accanto, 
tienimi sempre con te
restami accanto non fuggo dal mondo
l’amore mi arriva da te
lottiamo ancora nascondo il dolore
pensarti allora cos’è… cos'è
tu dimmi cos'è… cos'è
tu dimmi cos'è

Ti amo, ti amo, ti amo...
Ti amo.





novembre 2017

Il nuovo Presidente della Provincia







L'avv. Domenico Tanzarella, ex sindaco di Ostuni, è il nuovo Presidente della Provincia di Brindisi, dopo la decadenza da sindaco (per scioglimento del Consiglio comunale) di Maurizio Bruno, sindaco di Francavilla Fontana e presidente uscente. 


Come sapete, il presidente della Provincia viene infatti eletto dai consiglieri provinciali che a loro volta sono eletti  tra i sindaci e i consiglieri comunali del territorio provinciale (si votano tra loro, i cittadini non sono coinvolti). 



In attesa di nuove elezioni (di secondo grado) - che devono svolgersi entro 90 giorni - del nuovo consiglio provinciale e del nuovo presidente, dunque, è subentrato Tanzarella in quanto vicepresidente.






novembre 2017

Il Consiglio comunale più veloce del mondo





Colpo di scena.

Doveva essere un Consiglio lungo e serrato, quello per discutere sulla relazione dell’Autorità anticorruzione, ed è durato a malapena 13 minuti.

Il Consiglio comunale si è aperto con la richiesta del consigliere comunale di maggioranza Marcello Antelmi di invertire i punti all’ordine del giorno facendo passare la discussione sulla relazione dell’Autorità anticorruzione dal primo all’ultimo punto e discutendo subito della variazione di bilancio.

Nicola Trinchera è intervenuto a nome dell’opposizione ribadendo che sarebbe stata una richiesta facilmente prevedibile, parlando di “sgarbatezza” politica, poichè il Consiglio comunale monotematico era stato richiesto da tutta l’opposizione proprio per discutere della relazione Anac. A quel punto l’opposizione ha abbandonato l’aula.

I consiglieri della maggioranza presenti, per bocca del consigliere Domenico Lacala, si sono detti invece favorevoli a continuare i lavori, dichiarando “andiamo avanti per la nostra strada”.

Si è così discusso e votato sui primi due punti: approvazione piano diritto allo studio, presa d’atto di due sentenze della Pretura di Ceglie Messapica del 1992 e variazione di bilancio.
Il presidente del Consiglio comunale Giovanni Argentiero a quel punto ha dichiarato che non si poteva discutere ulteriormente per l'assenza dei consiglieri che avevano richiesto la discussione del punto sulla relazione ANAC. La seduta è conclusa.

Nel frattempo l'opposizione ha annunciato la richiesta di convocazione di un nuovo Consiglio comunale, questa volta realmente monotematico. CLICCA QUI



novembre 2017

Consiglio comunale sulla relazione dell'ANAC







Oggi (martedì) e mercoledì in seconda convocazione, alle 12.30, si terrà il Consiglio comunale richiesto dall'opposizione al completo per discutere della relazione dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac) dello scorso 14 marzo che ha censurato l'operato del Comune in relazione a diversi appalti di lavori, servizi e forniture.



Inoltre l'Anac ha dato mandato agli Uffici istruttori di "inviare la delibera alla competente Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti per i possibili ed eventuali approfondimenti in relazione agli aspetti di rispettiva competenza".








Questo l'ordine del giorno integrale del Consiglio comunale:

  1. Relazione ANAC del 14.03.2017;
  2. Approvazione Piano Comunale per il diritto allo studio  - Anno 2018;
  3. Presa d’atto delle Sentenze nn.24 e 25 del 1992 emesse dalla Pretura di Ceglie Messapica e confermate dalla Suprema Corte di Cassazione in ordine alla lottizzazione abusiva in località Montecchie;
  4. Variazione al bilancio 2017/2019.



La convocazione del Consiglio comunale monotematico sulla relazione dell'Autorità Anticorruzione era stata chiesta ufficialmente dall'opposizione al completo  il 13 ottobre.



per rileggere la relazione dell'Anticorruzione





Sulla Community Facebook del blog potrete seguire la diretta video.






A tal proposito, ricevo e pubblico un comunicato del Partito Democratico:



"Come abbiamo già sottolineato in un precedente documento, il quadro che emerge dalla Nota dell’Autorità Nazionale Anticorruzione è desolante e drammatico. Come hanno rilevato gli ispettori ANAC, la quasi totalità dei lavori e delle forniture che sono stati analizzati dagli ispettori sono risultati, per un profilo o per un altro, irregolari



L’affermazione dell’ANAC, seppur in linguaggio burocratico, non lascia dubbi: è emerso “il ricorrere di profili di carenza in ordine all'applicazione della normativa in materia di contrattualistica pubblica”. Vi è la conferma che l’Amministrazione Caroli ha agito in totale disprezzo delle leggi che sono poste a tutela della buona amministrazione.

Il Partito Democratico aveva già precedentemente criticato la modalità di azione dell’amministrazione Caroli: la conferma che arriva dall’ANAC non lascia dubbi. 

Tale è la gravità dei fatti, che l’ANAC ha inviato gli atti alla Procura della Repubblica e alla Corte dei conti: ad oggi non sappiamo ancora se stiano emergendo responsabilità penali e contabili. 

Due sono, tra le altre, le questioni che vogliamo sottolineare:
1) Innanzitutto, emerge l’uso illegittimo del frazionamento delle gare. Com’è noto se i lavori o le forniture sono sotto una certa soglia di valore possono essere affidati direttamente ad una ditta, che viene scelta senza gara. Ovviamente è illegittimo frazionare artificialmente un appalto per poterlo affidare senza la gara, magari alla ditta che sta più “simpatica”. È bene tenere a mente che lo svolgimento di una gara garantisce all’Ente di scegliere la migliore offerta e, quindi, ottenere un lavoro fatto meglio e ad un prezzo inferiore, con risparmio per i cittadini. 

2) In secondo luogo, vi è stato l’abnorme ricorso ad una società di lavoro interinale per l’impiego di manodopera. Questa gestione dei rapporti di lavoro e di collaborazione è molto preoccupante. Il Partito Democratico aveva in più occasioni stigmatizzato tale pratica, anche perché usata in molte occasioni a soli scopi elettorali. La Giunta Caroli ha usato in modo irregolare i contratti di somministrazione di lavoro: non solo in molti casi non poteva utilizzare tale strumento, ma non c’è stata trasparenza sui criteri utilizzati per individuare i soggetti beneficiari. Il dubbio di favoritismi è più che legittimo.

Alla luce della gravità delle irregolarità riscontrate avevamo già chiesto le dimissioni del Sindaco, che rinnoviamo in questa sede. Delle due l’una, infatti: o il Sindaco sapeva di questa gestione irregolare e, quindi, é corresponsabile; oppure tutto è avvenuto sotto i suoi occhi “chiusi” e allora si dimostra l’inettitudine e la totale incapacità di controllo della macchina amministrativa.

Il Sindaco, però, resiste, attaccato alla sua poltrona, sordo ad ogni critica. Nella conferenza stampa di qualche settimana fa, non ha dato alcuna risposta esauriente e si è limitato a fare impropri riferimenti alla precedente amministrazione. Né può essere ritenuta soddisfacente la Delibera di Giunta di qualche giorno fa.

Ora la Giunta Caroli ha avuto più di un mese per fornire un quadro preciso. Nel Consiglio comunale, convocato con colpevole ritardo, ci attendiamo dal Sindaco Caroli parole chiare: 

- sulle responsabilità, amministrative e politiche; 
- su cosa si è fatto per sanare le irregolarità; 
- cosa intenda fare l’Amministrazione per evitare in futuro le medesime situazioni.

Visto che l’ANAC ha fatto un’analisi a campione, avevamo chiesto che l’Amministrazione provvedesse a verificare la regolarità degli altri contratti, come ad esempio quello sulla pubblica illuminazione, quello sulla raccolta dei rifiuti, quello della videosorveglianza. Anche su questo pretendiamo in Consiglio comunale risposte puntuali e precise. 

Non è più accettabile che la Città di Ceglie sia gestita in totale disprezzo della legge e con continuo spreco del danaro dei cittadini".

Circolo PD
Ceglie Messapica





novembre 2017

lunedì 27 novembre 2017

Rocco Casalino e Luigi Di Maio



Si scaldano in motori in vista delle ormai imminenti elezioni politiche. Come sapete, il candidato alla presidenza del Consiglio di fatto indicato dal Movimento Cinque Stelle (in realtà non esiste in base alla legge elettorale, tra l'altro in buona parte proporzionale, nessuna elezione diretta nè indicazione vincolante) è Luigi Di Maio, scelto da poco meno di 31mila iscritti al blog di Grillo.

La novità, rivelata dal sito Affari Italiani diretto da Angelo Perrino (link), è che il portavoce di Di Maio per tutta la campagna elettorale dovrebbe essere il nostro concittadino Rocco Casalino, che ad oggi è  il responsabile della comunicazione per i senatori pentastellati. Sarà quindi lui a gestire tutti i dettagli delle interviste, dichiarazioni, le conferenze stampa e le apparizioni televisive di Giggino Di Maio. Avrà da sudare molto, viste le note gaffe del candidato. Buon lavoro.








novembre 2017

Se neanche ora riuscite ad aumentare la percentuale ...



Leggiamo con piacere che il Comune di Ceglie, insieme ad altri Comuni della provincia brindisina, è destinatario di un finanziamento da parte dell'Agenzia territoriale regionale per il servizio di gestione dei rifiuti pari a 100mila euro. Oggetto del finanziamento è l'acquisto di sette isole ecologiche per la frazione organica.



Ci auguriamo che quanto prima il Comune ponga in essere le procedure previste dal disciplinare, con l'indizione della relativa gara di appalto, per poter acquisire così definitivamente il finanziamento.

A quel punto auspichiamo che finalmente, a breve, riusciamo a non essere più l'ultimo Comune dell'Aro2, come purtroppo avviene da troppi mesi, nonostante le promesse e gli auto-elogi e ad aumentare la percentuale di differenziata comunale ad oggi ancora al di sotto del 50% (l'obiettivo sarebbe dovuto essere da tempo il 65%).

Se, nonostante questa opportunità, così non fosse non ci sarebbero più scuse e non ci sarebbe che un'unica scelta coerente: le dimissioni di chi di competenza.

per leggere l'atto e il disciplinare





novembre 2017

Come si vive nella nostra provincia?




Anche quest’anno è arrivata la classifica delle province italiane per qualità della vita stilata dal Sole 24 Ore. Sono 110 le province analizzate. La, prima è risultata Belluno. Al penultimo posto la provincia di Taranto (- 5 punti rispetto al 2016) mentre la provincia di Brindisi si attesta al 106esimo posto, perdendo ben 10 punti rispetto all’anno scorso (ne l 2016 aveva già perso 5 punti rispetto al 2015).

Gli indicatori considerati sono: ricchezza e consumi, lavoro e innovazione, ambiente e servizi, demografia e società, giustizia e sicurezza, cultura e tempo libero. Tutti gli indicatori sono poi articolati per sotto-categorie specifiche.


Questi gli indicatori per la nostra provincia:









Per la classifica generale 2017 del Sole 24ore





Invece nella classifica di Italia Oggi, resa nota ieri, la provincia di Brindisi sarebbe al 78esimo posto e Taranto all'84esimo. 



Decidetevi.






novembre 2017

La tribuna spettatori dello stadio comunale






E' stata pubblicata la delibera con cui la Giunta regionale alcuni giorni fa ha approvato in deroga il rilascio del provvedimento di Accertamento di compatibilità paesaggistica per il Progetto di ampliamento e completamento dello stadio comunale - Variante tribuna spettatori nel comune di Ceglie Messapica, dando al contempo alcune prescrizioni


"- il prospetto dei muri di contenimento del campo di calcio, a destra e a sinistra della realizzanda tribuna, sia rivestito per tutta l’altezza con conci di pietra calcarea disposti a filari orizzontali con giunti “a correre”; 

- per il prospetto esterno della tribuna, siano garantite le proporzioni in altezza riportate nelle rappresentazioni di cui alla “Tav. 3 — Stato di progetto”, non realizzando le previste finestre a nastro; sulla parte basamentale sia esteso il rivestimento descritto al punto precedente, tinteggiando di bianco la parte restante; per il piano superiore siano previste delle pannellature che consentano di ottenere per le cinque aperture previste la medesima luce, pari a quella della campata centrale; 

- al fine di mitigare l’impatto della tribuna sul territorio circostante e, in particolare, sulla vista dalla strada a nord, le opere previste siano integrate da misure di inserimento paesaggistico che prevedano per il piazzale, destinato anche a parcheggio, l’inserimento di fitte alberature di specie autoctone ad alto fusto e di ulivi e la realizzazione di pavimentazione drenante; 

- la recinzione esistente dello stadio, rimasta incompleta, sia chiusa in corrispondenza del muro controterra esistente; la restante recinzione dell’area piazzale/parcheggio sia realizzata con muretti a secco con tecniche costruttive e materiali tradizionali, del tutto analoghi a quelli esistenti nell’area circostante e secondo quanto previsto al cap. 6 dell’elaborato 4.4.4 del PPTR “Linee guida per la tutela, il restauro e gli interventi sulle strutture in pietra a secco della Puglia”.

per la delibera integrale





novembre 2017

domenica 26 novembre 2017

Cegliesi in maratona





Oggi a Milano si è svolta la 21esima Half Marathon, la mezza maratona autunnale (link) inserita nel calendario ufficiale FIDAL, a cui hanno preso parte atleti provenienti da tutta Italia. Tra loro tre nostri concittadini dell'associazione sportiva "Atletica Ceglie Messapica": Domenico Venerito, Tania Faggiano e Angelo Leo.









Sempre oggi, un altro atleta della stessa associazione, Stefano Argentiero, ha partecipato alla Maratona del Barocco a Lecce, 42km e 195 metri, chiudendo con un tempo di 3.10'18", 33° assoluto e 4° SM35.






Inoltre, l'Atletica Ceglie Messapica invita tutti, dopo il successo delle scorse edizioni, alla 4^ "Corri a Ceglie", gara podistica su percorso di circa 10 chilometri che si svolgerà il prossimo 21 gennaio, in collaborazione con le associazioni Amici del Borgo antico e ADMO Ceglie.


Gli allenamenti possono iniziare.





La diretta della partenza 2016.







novembre 2017

Festa della Famiglia


Questo pomeriggio presso il Santuario di San Cosimo alla Macchia.






E subito dopo:





novembre 2017
novembre 2017

Nuovi isole ecologiche per la carta




In viale Aldo Moro sono state posizionate qualche giorni fa uove Isole Ecologiche Informatizzate che raccoglieranno carta e cartone. 




Potranno essere utilizzate con la tessera sanitaria di di ogni utente Tari. Non sono ancora in funzione e speriamo lo siano quanto prima. I contenitori della carta al momento sono ancora ... incartati.

Così come speriamo che possano servire ad aumentare almeno un po' la percentuale di differenziata che vede Ceglie ancora una volta all'ultimo posto, distaccata da tutti gli altri Comuni dell'Aro, senza che fino ad oggi il nostro Comune sia riuscito a dare un cambio di passo decisivo. E non venite a dire che la colpa è solo degli incivili ...



novembre 2017

Commenti

Commenti