F F Tribuna Libera: Xylella, nessuna proroga per le misure di contrasto

venerdì 27 aprile 2018

Xylella, nessuna proroga per le misure di contrasto





Alcuni amici nei giorni scorsi mi chiedevano se fosse vera la notizia che girava relativamente a una proroga al 15 maggio per porre in essere le misure preventive obbligatorie  nella zona di contenimento, in cui anche Ceglie Messapica ricade. 

La notizia di questa proroga è ovviamente infondata. Ne approfitto per ricordare quali sono le misure da adottare da parte dei proprietari di terreni.

Entro il 30 aprile, tutti i cittadini proprietari/conduttori di terreni sono tenuti ad applicare le cosiddette "buone pratiche agricole", interventi obbligatori, per contrastare gli stadi giovanili del vettore della Xylella (sputacchina) e i suoi sviluppi.


Di seguito le disposizioni diffuse dall’Osservatorio Fitosanitario - istituito dalla Regione Puglia proprio per contrastare l’infezione da Xylella fastidiosa - di cui alla Delibera di Giunta regionale n. 1999 del 2016






Xylella, sindaci: "Non abbiamo i soldi per gli interventi obbligatori"


"E' obbligatorio eseguire il controllo meccanico degli stadi giovanili dei vettori, sia nei terreni agricoli e extra agricoli, che nelle aree urbane, attraverso le lavorazioni superficiali del terreno o trinciatura ed interramento della vegetazione spontanea. La lotta al vettore con mezzi meccanici è obbligatoria nel periodo che va dal 1 marzo al 30 aprile di ciascun anno. Il controllo a livello aziendale dell'esecuzione di tale prescrizione sarà effettuato entro 45 gg dalla scadenza fissata. 

Si raccomanda di eseguire gli ordinari interventi fitosanitari nei confronti dei parassiti dell’olivo e in particolare per il controllo del rodilegno, della tignola, della mosca delle olive e della margaronia con insetticidi autorizzati che hanno efficacia anche nei confronti del P. spumarius. . Si evidenzia che i trattamenti più efficaci per contenere la popolazione adulta della sputacchina e conseguentemente la diffusione del batterio devono essere effettuati soprattutto nel periodo compreso tra maggio e agosto (2 trattamenti). 

Altre prescrizioni: in caso di acquisto di "piante ospiti" di cui all'allegato 1 della Decisione UE/2015/789 e s.m.i., per successivo impianto o commercializzazione, è obbligatorio che le stesse siano accompagnate dal passaporto delle piante".

Dal giorno successivo alla scadenza, così come prevede la norma, scatteranno i controlli da parte dei Carabinieri Forestali della provincia di Brindisi sull'ottemperanza alle misure.




______________________________________________


Nota finale:

I proprietari delle aziende agricole che avessero estirpato piante di olivo infette da xylella in seguito a provvedimento di abbattimento emanato dalla Regione Puglia possono richiedere il contributo relativo al regime di aiuto. Clicca qui




Xylella, nessuna proroga per le misure di contrasto

Nessun commento:

Posta un commento

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti