F F Tribuna Libera: 300 metri cubi circa

giovedì 10 maggio 2018

300 metri cubi circa







Il 13 maggio alle 18.30 inaugurazione presso iul MAAC di Ceglie Messapica di "300 metri cubi circa", rassegna di Arte e Musica Contemporanea a cura di Mauro Francioso e Francesca Arpino. Il nome riprende la cifra del volume della sala espositiva del contemporaneo del Maac di Ceglie Messapica, che ospiterà le diverse date. La rassegna sarà allestita fino al 27 maggio. Il Museo è aperto otutti i giorni dalle 17.30 alle 19.30.





"Quello che ci proponiamo di fare - spiega Mauro Francioso (in foto) - è sfruttare questa possibilità per creare dei momenti in cui l’arte è la protagonista, in tutte le sue forme, attraverso i linguaggi dei singoli artisti che si susseguiranno. Da qui il riferimento alla dimensione volumetrica: non soltanto la bidimensionalità ma anche installazioni, design, musica e dialoghi d’arte. Speriamo di condividere quest avventura con voi".
Saranno esposti i lavori di quattro giovani artisti attivi nel campo dell’arte contemporanea a livello nazionale: Damiano Azzizia, Lisa Cutrino, Lorenzo Galuppo e Davide Partipilo. 






Nel corso della serata inaugurale del 13 maggio, con inizio alle ore 18:30, ci sarà l'intervento musicale di Mauro Francioso e Vincenzo Vitti che eseguiranno brani originali alternati a brani di Erik Satie, Francis Poulenc e J.S. Bach, trascritti da loro per la chitarra elettrica.



Le schede


I MUSICISTI

Vincenzo Vitti
è un musicista nato a Taranto il 27/ 01/1986.
Inizia il suo percorso musicale a 13 anni studiando la chitarra per poi intraprendere parallelamente gli studi di violoncello, conseguendo il diploma presso il Conservatorio di musica “Tito Schipa” di Lecce sotto la guida del M° Paolo Ferulli.
Dal 2010 è membro dell’ensemble di musica antica La Vaga Harmonia, in qualità di violoncellista e gambista, con la quale ha registrato due dischi e tenuto numerosi concerti.
Attualmente insegna violoncello e chitarra moderna presso la Talenti Music Academy “Francisco Tárrega” di Sava (TA).



Mauro Francioso (curatore Musica della rassegna)
Nato a Ceglie Messapica il 29/05/1989 ha iniziato gli studi di chitarra classica all’età di 10 anni nella classe del Compositore e M° Oronzo Persano presso il Conservatorio di Musica ‘Tito Schipa’, sezione staccata di Ceglie Messapica, dove nel 2012 ha conseguito il diploma col massimo dei voti. Nel medesimo istituto e con gli stessi voti, nel 2014, ha ottenuto il Biennio in secondo Livello di chitarra.
Nel corso degli anni ha partecipato a diversi concorsi musicali Nazionali ed Internazionali vincendoli o piazzandosi sempre tra i primi posti. Dal 2014 al 2017 è stato insegnante di chitarra classica presso differenti Istituti Comprensivi della provincia di Cosenza. 
Negli ultimi anni ha composto brani di musica contemporanea tra cui ‘Memorie di un goto’ tutt’ora eseguito dall’ensemble di flauti ‘Brutium Ensemble’ ad il quale brano è dedicato e ‘130518’ per chitarra e loop. 






GLI ARTISTI

Damiano Azzizia
Nasce a Martina Franca nel 1993 e si diploma presso il Liceo Artistico “LISIPPO” della sua stessa città natale. La sua formazione artistica ha inizio con l’iscrizione presso l’Accademia di Belle Arti presso Bari. Attualmente iscritto al primo biennio specialistico presso la stessa accademia. 
I soggetti sono dettagli di interni; in essi la figura umana è al tempo stesso assente e sempre presente. Gli oggetti, dal vibrante realismo, testimoniano il passaggio dell’uomo appena avvenuto ma che non è più possibile apprezzare. Tale contraddizione è sottolineata dalla scelta cromatica: toni freddi descrivono ambienti domestici.



Lisa Cutrino
Nata a Lecce nel 1995, vive e studia a Bari all’Accademia di Belle Arti. Dal 2014 partecipa a concorsi ed esposizioni con opere di carattere pittorico-concettuale, sperimentando materiali e tecniche differenti. Con i suoi soggetti indaga e racconta le problematiche della contemporaneità; con sguardo attento analizza il mondo odierno. Lisa ha partecipato a diversi concorsi e vinto premi a carattere nazionale. È finalista del Premio Celeste la cui collettiva si è tenuta alla Oxo Touer di Londra nel 2016, nello stesso anno è finalista del Premio Nocivelli così come del secondo premio presso il Concorso Il Pendio Corato.


Lorenzo Galuppo
Nato a Genova il 14 marzo 1995, diplomato al liceo artistico “Vincenzo Ciardo” di Lecce, studia all’accademia di belle arti di Bari. Dal 2014 opera nel campo dell’arte contemporanea con continua sperimentazione di tecniche e materiali. I lavori nascono da una costante osservazione della realtà circostante e caratterizzante della propria sfera quotidiana, questo perché l’osservazione e "assimilazione” di un oggetto/soggetto ci consentono di relazionarci ad uno spazio e con ciò che lo compone. È attivo nell’ambito dell’arte contemporanea dal 2014. Tra le sue ultime partecipazioni si sottolineano: La Mostra Collettiva “decennale Premio Nocivelli” presso Mo.Ca. a Brescia; la Mostra collettiva “G-12” presso Palazzo Beltrani a Bari; la Residenza artistica BoCs art Cosenza.



Davide Partipilo
Nasce a Bari nel 1987. Inizia il suo percorso di studi tra le Accademie di Belle Arti di Bari e Venezia nelle cattedre di Pittura. Approfondisce gli studi nell’Atelier di Arti Murali All’École Nationale des Arts Décoratifs di Parigi successivamente studia presso l’Atelier di Pittura dell’Università di Arte e Design di Cluj Napoca, dove frequenta il dottorato in Arti Visive.
La sua ricerca artistica è fortemente influenzata dall’esperienza formativa con l’artista e docente Giuseppe Caccavale. Essa si sviluppa attraverso la pittura nelle arti murali. 



Francesca Arpino (curatrice Arti visive della rassegna)
È nata a Milano il 17/12/1988. Ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Bari, scuola di pittura, dove nel 2015 ha conseguito, con il massimo dei voti, la laurea specialistica in Pittura. Nel 2016 è “Cultrice della Materia” di Beni Culturali per il Prof. Giancarlo Chielli, docente della materia. Ha partecipato, nel corso degli anni, a diverse mostre e concorsi tra cui: V edizione del Premio Ugo Guidi – Il maestro presenta l’allievo, esposizione ad invito a cura di Enrica Frediani patrocinato dal Comune di Montignoso; il Concorso AutoRitratti, la prima collezione privata Smart con esposizione alla Chiesa di San Carpoforo a Brera.








300 metri cubi circa

Commenti

Commenti