F F Tribuna Libera: 2019

sabato 14 settembre 2019

Sfiducia o dimissioni del sindaco?








Come finirà la vicenda della mozione di sfiducia presentata dall'intera opposizione in Consiglio comunale nei confronti del sindaco? Come voterà il gruppo di maggioranza "Democrazia Cegliese" di cui fa parte Giovanni Gianfreda che la scorsa settimana ha lanciato dure critiche all'operato "accentratore" del sindaco (critiche su cui però gli altri due consiglieri del suo gruppo DC hanno assunto posizioni più concilianti verso una soluzione della crisi). 



La sfiducia dovrà essere votata entro 30 giorni dalla presentazione della mozione. I voti di partenza sono 7, per essere approvata ne occorrono 9. 




Sulla stampa abbiamo letto che due giorni fa il sindaco avrebbe convocato in riunione i suoi assessori annunciando di volersi dimettere prima del voto della mozione di sfiducia. In tal caso si scioglierebbe anche il Consiglio comunale, sarebbe nominato un commissario e si tornerebbe al voto nella prima tornata elettorale utile. 


Il sindaco si dimetterà davvero prima del voto sulla mozione di sfiducia, come annunciato in una riunione con i suoi assessori? E, in tal caso, potrebbe poi ritirare entro 20 giorni le dimissioni, come ipotizzato tra gli scenari dalla Gazzetta del Mezzogiorno, evitando di far discutere e votare la mozione di sfiducia?




Vi dico la mia: è abbastanza inverosimile che l'Amministrazione cada ora, a pochi mesi dal voto amministrativo. Dopo tutta questa "sceneggiata" politica ognuno rimarrà al suo posto per i pochi mesi che restano alla fine di questa consiliatura. Magari mi sbaglio anche (e la cosa non mi dispiacerebbe, devo ammettere).


Ma tanto già sappiamo che alle prossime elezioni li rivoterete ancora una volta, anche con altri candidati sindaci (hanno riempito la piazza con i concerti gratis, no? Questo conta per parte consistente del popolo messapico). 


Dunque la solita storia, il solito spettacolo noioso. A molti di noi non interessa. Buon divertimento agli altri.










2019

venerdì 13 settembre 2019

Mirko Lodedo "esporta" a Taranto i Giochi Tradizionali



Oggi nel capoluogo jonico è stata presentata in conferenza stampa la prima edizione del "Festival dei Giochi" che si svolgerà dal 18 al 22 settembre nella città di Taranto e periferie.








A organizzare anche a Taranto la manifestazione, che ha avuto i natali a Ceglie Messapica e che da anni registra grande successo, sono sempre i ragazzi di Casarmonica con Mirko Lodedo come direttore artistico e animatore.



Foto sopra: Dino Maglie






Rivedremo anche qui  i giochi della trottola, cinque pietre, tiro alla fune gigante (fino ad 800 persone), biliardino da 101 metri, palla avvelenata, la pista delle bilie, gara dei fischi, monopattini, botti rotolanti, shangai giganti, ‘jamme salame’, salto con la corda.


Buon divertimento agli amici tarantini.
Vi piacerà.





2019

COPPA MESSAPICA 2019













Il percorso








2019

Ancora più giù







L'altro giorno abbiamo parlato del dato di raccolta differenziata a Ceglie Messapica nel mese di luglio. Ora sono stati pubblicati anche i dati relativi ad agosto.




 Ulteriore calo al 48,47% e scendiamo sotto la soglia critica del 50%. 

Il 65% (media annuale) previsto dalla legge per vederci ridurre l'ecotassa appare, purtroppo, sempre più lontano.



Ultimi, sempre più giù..

Non aggiugiamo altro.





2019

giovedì 12 settembre 2019

Il Presidente Conte (forse) torna a Ceglie Messapica


Aggiornamento



Risultati immagini per rinviato


Vito Rodio, militante dei Cinque Stelle, ci comunica sulla Community Facebook del blog  che l'incontro, inizialmente previsto per domani, è rinviato a data non precisata. Fateci sapere.








Leggiamo sul profilo Facebook della deputata M5s di Ostuni Valentina Palmisano che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte domani sera (venerdì) sarà a Ceglie Messapica. Sabato mattina inaugurerà a Bari la nuova edizione della Fiera del Levante.









2019

mercoledì 11 settembre 2019

Siamo tornati ai livelli di 9 anni fa




Come se il tempo non fosse passato.








Ancora in calo la percentuale di raccolta differenziata a Ceglie nel mese di luglio. 

Secondo i dati pubblicati dal portale ambientale della Regione Puglia, il nostro Comune scende al 51.01%.

Quattordici punti percentuali sotto la soglia minima richiesta del 65% (media annuale) per la riduzione dell'ecotassa. Sempre, purtroppo, agli ultimi posti dell'Ambito di cui il nostro Comune fa parte.









Ma non ci pensate ...












2019

CRONACA






Questa mattina un giovane a volto coperto ha rapinato un'agenzia automobilistica a Ceglie.


Ci racconta tutto Brindisi Report.







2019

La "Casa della lentezza" in piazza Sant'Antonio





Nell’ambito dell’iniziativa della Settimana della mobilità europeaCamminiamo assieme”, dal 16 al 22 settembre 2019, La Casa della Lentezza (Consulta Comunale del Comune di Ceglie Messapica, con sede in piazza Sant'Antonio) si propone “dal basso” di promuovere, e studiare con la comunità locale, soluzioni che migliorino l’utilizzo degli spazi urbani a supporto della mobilità dolce.





Sono state organizzate tre giornate che vedranno coinvolti cittadini di ogni età, attraverso il seguente programma:


18 settembre, ore 17:30 / ASCOLTARE
“La vita da vicino”, incontro con Franco Arminio - paesologo, poeta -
Invito aperto al pubblico, raduno presso La Casa della Lentezza a seguire per le vie del centro storico con chiusura in Largo Ognissanti.
In caso di maltempo ci si sposterà nelle sale del Castello Ducale di Ceglie Messapica.
Apertura lavori
• saluti istituzionali ass. Antonello Laveneziana, nell’ambito delle competenze cultura/partecipazione
• intervento di Federico Massimo Ceschin, presidente di Simtur e segretario generale di Cammini d’Europa
• introduzione a cura di Vincenzo Intermite, Casa della Lentezza



19 settembre, ore 9:30 / FARE
Raduno presso La Casa della Lentezza Camminando e chiacchierando per le vie del centro storico assieme ai ragazzi del Secondo Istituto Comprensivo Statale, con soste in punti di interesse, si approfondirà il rapporto che gli studenti hanno con la mobilità lenta e gli spazi urbani.
Apertura lavori
• saluti istituzionali ass. Antonello Laveneziana, nell’ambito delle competenze cultura/partecipazione
• introduzione a cura di Maria Domenica Maggiore, Casa della Lentezza
• coordina la prof.ssa Olga Sarcinella



22 settembre, ore 10 / ANDARE
Ciclopasseggiata aperta al pubblico, da Ceglie M.ca a Villa Castelli e ritorno. Ore 9:30 raduno presso La casa della Lentezza. FIAB “Trulli e olivi secolari” Villa Castelli - attività che rientra nel #CARFREEDAY
“La mia terra” 
Una pedalata dal centro di un paese all'altro, un tracciato legato a frammenti narrativi ripresi dalla viva voce dai protagonisti a pedali, che nella loro articolazione dispiegano un “racconto corale” della propria memoria delle "vicende narrate alla carescia petr".


Il comitato La Casa della Lentezza è costituito da Associazione Bicilona, Ass. PugliaBike Ass. Atletica Ceglie Messapica Tulime | FIAB “Trulli e olivi secolari” Villa Castelli, Cicloamici (Mesagne), Angelo Santoro.



2019

martedì 10 settembre 2019

Selezione pubblica di sociologi, psicologi e mediatori linguistici







L'Ambito Territoriale Sociale di cui fa parte il Comune di Ceglie Messapica ha bandito una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per l’assunzione, a tempo determinato e pieno di n. 1 Psicologo (categoria D1), nonché, a tempo determinato e parziale al 50% di n. 1 Sociologo (categoria D1) e di n. 1 Mediatore Linguistico (categoria D1), da destinare all’Ufficio di Piano dell’Ambito Territoriale di Francavilla Fontana per l’attuazione del progetto di cui al Piano di Contrasto alla Povertà.


Il bando e il modulo di domanda li trovate sul sito del Comune.





2019

Fondi ai Comuni per il Diritto allo studio





Pubblicato il Piano regionale per il Diritto allo studio della Regione Puglia per l'anno 2019.

Al Comune di Ceglie Messapica sono stati assegnati 42.955 euro per il servizio mensa, 15.960 per il servizio di trasporto e 2.400,00 per interventi vari.





2019

La carne fa buon sangue




Domenica 15 settembre, dalle 18 alle 22, donazione  straordinaria AVIS presso la macelleria Convertino, in contrada Fragnite. Si consiglia un pranzo leggero prima di effettuare la donazione. Nel corso della serata pizzica, bombette e salsicce.







2019

Lavori alle scuole cegliesi








Qualche giorno fa il Presidente della Provincia di Brindisi Riccardo Rossi (centrosinistra) ha adottato lo schema di “Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2019/2021". L’investimento finanziario per il primo anno è di 22.045.567,20 euro, per il secondo anno di 29.381.444,67 Euro e per il terzo di 15.700.000,00 Euro.







Ecco i lavori che riguardano Ceglie Messapica:



- Lavori urgenti di rifacimento a tratti del piano viabile lungo la ex S.S. 581 tratto “Ceglie M.ca-conf. Martina Franca” 200.000,00


- Lavori di miglioramento sismico dell’immobile sede dell’IPSIA “C. Agostinelli” di Ceglie M.ca 1.583.143,00


- Alberghiero Ceglie Messapica – Intervento di completamento nuova sede e intervento di adeguamento igienico funzionale edificio “ex Ostello” 130.000,00


- Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri “C. Agostinelli” di Ceglie Messapica – lavori di completamento e sistemazione esterna. 500.000,00


- Liceo Classico “C. Agostinelli” – Ceglie Messapica – sistemazione esterna 150.000,00


- Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri “C. Agostinelli” di Ceglie Messapica (BR). Costruzione nuova sede 6.000.000,00






2019

lunedì 9 settembre 2019

Mozione di sfiducia al sindaco







C'è un comunicato in cui tutti i sette consiglieri comunali di opposizione annunciano la presentazione di una mozione di sfiducia al Sindaco, da votare in Consiglio comunale.

Pur concordando nel merito mi chiedo: esiste la possibilità che almeno due consiglieri di maggioranza (i consiglieri comunali totali sono 16 più il sindaco) la voti in Consiglio comunale? Perchè se così non fosse, di fronte al rischio di scioglimento anticipato del Consiglio, è matematico che venga respinta ricompattando nel sostegno alla Giunta anche qualche consigliere di maggioranza che fosse in una situazione di critica interna. Sarebbe cioè un atto politicamente inutile.

Vediamo comunque cosa accade, non si sa mai.




Di seguito il comunicato stampa:


"In data odierna i sette Consiglieri Comunali di opposizione abbiamo presentato la mozione di sfiducia al Sindaco Caroli poiché, dopo una lunga analisi, abbiamo potuto confermare e constatare che la sua gestione è oramai inadeguata e non ci sono più le condizioni politiche ed amministrative per governare.



I motivi da noi esposti nella mozione sono molteplici, come il fallimento totale di un PUG che ha solo arrecato danni alla maggior parte dei cittadini sia sotto il profilo economico che amministrativo, come dimostrato nell’ultimo Consiglio Comunale. 



In detto Consiglio si è manifestata in maniera palesemente l’incapacità e l’arroganza del sindaco Caroli, dove lo stesso ha attaccato ed offeso i cittadini definendoli ignoranti, trovandosi in disaccordo persino con la sua maggioranza rappresentata dal gruppo di Democrazia Cegliese che ha votato l’ordine del giorno dell’intera opposizione costringendo il Sindaco ad attivarsi celermente in favore dei cittadini con una soluzione chiara e definitiva, spaccando quindi la maggioranza in due.



Tra gli altri motivi da noi evidenziati, sono di notevole importanza come l’aumento di tutte le tasse, vediamo IMU, TASI, TARI, CIMITERO, MENSA SCOLASTICA, ASILO NIDO, PARCHEGGI, ETC, facendo risultare Ceglie come una delle città con la tassazione più alta della regione Puglia.


Inoltre nessuna opera pubblica realizzata in più di 4 anni, nessun finanziamento intercettato e cosa ancor più grave, abbiamo dovuto assistere inermi, all’attivazione scellerata di un mutuo di € 500.000.00 per la creazione di due rotonde ed il rifacimento di alcune strade, quando ancora ad oggi il Sindaco non risponde ad un quesito posto alcuni mesi fa, ossia dove sono stati spesi circa € 1.500.000,00 incassati dalle multe.



La decisione di presentare la mozione di sfiducia a nove mesi dal voto, scaturisce dal fatto che oltre alle gravissime motivazioni amministrative ut supra rappresentate, anche politicamente la formula “dell’uomo solo al comando” viene confermata in questa seconda consiliatura perché non si è mai confrontato e mai ha coinvolto sia le opposizione che la maggioranza stessa, sottovalutando e mai prendendo in considerazione le diverse competenze esistenti nell’intero Consiglio Comunale.


Quindi l’obiettivo comune dell’opposizione tutta è quella di mettere fine ai danni provocati dal sindaco Caroli al fine di evitare di far sprofondare ulteriormente la nostra bellissima Ceglie nel baratro". 



Ceglie Messapica, 

lì 09/09/2019




I CONSIGLIERI COMUNALI 

Domenico Convertino 

Pasquale Santoro 

 Gianluca Argentiero 

Riccardo Manfredi 

Pietro Mita 

Nicola Trinchera 

Rocco Marrazza 





2019

In diretta da Ceglie su Radio Deejay







Questa mattina, mentre guidavo, ascoltavo come ogni mattina in radio "Deejay sei tu", il programma radiofonico "per guerrieri" (quelli cioè che si alzano presto) condotta da Andrea e Michele su radio Deejay. Una trasmissione divertente che alterna brani musicali e commenti telefonici del pubblico sul tema della giornata.



Risultati immagini per andrea michele deejay sei tu



Mi ha fatto piacere (e sorpresa) quando è stato annunciato l'intervento telefonico di Antonio da Ceglie Messapica. Tra una cosa e l'altra si è parlato del festeggiamento dei 90 anni del suocero Rocco e del relativo pranzo durato qualche ora, con una citazione su Ceglie capitale della gastronomia ribadita dal nostro concittadino

Qui sotto il link al podcast audio 

(a partire dal minuto 41.20)





2019

domenica 8 settembre 2019

Quelli che vogliono fare il candidato sindaco di Ceglie






Se in questi anni c'è stato un sostanziale silenzio in ambito politico da parte della cosiddetta "società civile" cegliese, con l'avvicinarsi delle elezioni amministrative comunali di primavera si registrano già, informalmente, i primi posizionamenti. C'è un certo fermento che va ad affiancarsi al fermento dei politici "tradizionali".


Inizia la corsa ad essere candidati sindaco, in una sorta di auto-proposizione come salvatore-salvatrice della Patria messapica. In tanti (con una netta prevalenza maschile) accarezzano l'idea di candidarsi a primo cittadino. Gli aspiranti "generali" al momento sono in numero consistente, sulle eventuali "truppe" a disposizione i dati non sono ancora pervenuti.


Si parla di persone di destra disponibili anche per la sinistra, come personaggi di sinistra disponibili anche per la destra. Ma soprattutto la gran parte punterebbe su liste civiche.


Tutto fa brodo in nome del "civismo", concetto nobile che ha senso come elemento di rottura in un contesto con forti partiti radicati sul territorio; ma in una fase in cui i partiti (almeno a livello locale) sono in crisi, se non in coma, e in cui si assiste (come nel 2015) al proliferare di liste civiche, perde un po' la sua forza.


Da notare che, dalle indiscrezioni dal momento, la categoria professionale maggioritaria a cui appartengono i vari aspiranti sindaci è quella degli avvocati, categoria che a Ceglie è molto ampia (di avvocati se ne contano circa un'ottantina). Subito dopo seguono i potenziali candidati medici.

Vedremo come evolverà la situazione nei prossimi mesi. Ci auguriamo che si parli di progetti concreti per la città e non solo di nomi, per quello basta la vecchia politica. 


P.s.: ma perchè l'aspirazione a proporsi come semplice consigliere comunale non è più così "gettonata"? E' un ruolo importante che richiede amore per la città e capacità di mediazione e magari un po' di gavetta non guasterebbe. Pensateci.



2019

Caporalato





Venerdì sera la giornalista Caterina Emili ha presentato a Ceglie il suo nuovo libro dal titolo "La scimmia e il caporale". Un problema del nostro territorio su cui ha scavato a fondo facendo raccontare alle persone sue amiche, che la vivono, quella realtà quotidiana.





Oggi il Quotidiano pubblica un'intervista rilasciata da Caterina alla giornalista Maria Gioia.  Eccola di seguito.




Perchè nei suoi romanzi ha scelto di parlare di caporalato?
"E' il quarto romanzo che scrivo ed è un romanzo di serie, nel senso che il protagonista è sempre lo stesso: vive a Ceglie, anche se le sue inchieste, i suoi racconti si svolgono in tutta Italia. E' quello che viene chiamato da alcuni critici un noir compassionevole. Scrivo dei libri in cui accadono fatti efferati, circondati da una popolazione e una quotidianità che è tipicamente pugliese in questo caso. E in tale quotidianità non puoi non accorgerti della banalità del male, non puoi non sbattere la testa contro il caporalato, perchè io cammino, esco, parlo con le persone coinvolte che sono diventate mie amiche, donne, che mi raccontano la loro partenza all'alba. E qui subentrano prima di tutto il giornalista, che continuo ad essere, e poi questa nuova forma di denuncia del romanzo, che inesorabilmente parla di caporalato".


C'è un evento che ha fatto scattare dentro la scintilla della scrittura?
"Una sera sono stata a cena da alcune donne, braccianti agricole, che mi hanno raccontato delle cose che io sapevo, immaginavo, ma non così chiare, non così drammaticamente nitide. E allora ho detto: qui ci devo ragionare. Mi son portata questo pensiero dietro per mesi e ho cominciato ad affrontarlo con la mia tecnica: ho iniziato a fare indagini, sono andata dai carabinieri a leggere i verbali di processi. Questa cosa mi stava dentro ed inesorabilmente è uscita".


Cosa è emerso dalla sua esperienza?
"Mi hanno spiegato che, se non vanno a lavorare nella stagione, a casa non si mangia, punto. Non ci sono soldi. E il caporale questo lo sa e quindi va a pescare, media tra il bisogno e il padrone, perchè se una persona ti dà un euro all'ora è un padrone, non è un imprenditore o datore di lavoro. Il datore di lavoro ti dà quanto ti spetta secondo contratto. Queste persone non riescono a trovare un datore di lavoro, ma solo padroni. E nel mezzo c'è questa figura terrificante del caporale, che non lavora ma sfrutta le braccia degli altri, che gli fa pagare persino la bottiglietta dell'acqua, che le fa viaggiare in pulmini pericolosissimi. E, allora, la mia domanda è: perchè questo succede? Perchè gli ispettori non fanno il loro lavoro? Perchè questi pulmini non vengono fermati? C'è questa connivenza tra Stato e caporale, che bisogna denunciare. Certo, le cose cambiano, ci sono persone straordinarie come il ministro Teresa Bellanova che ha fatto una legge importantissima. Lo Stato ha la possibilità di sgominare, ha una grandissima forza di polizia, carabinieri, finanza. Perchè non lo usa contro il caporalato?"


Le ultime indagini e l'impegno delle forze dell'ordine dicono che è possibile ribellarsi e contrastare il fenomeno.
"Si, però è possibile solo se le persone si mettono insieme. Ci vuole quella che si chiama una coscienza di lotta, ci vuole una partecipazione, perchè l'unione fa la forza".


Si possono coinvolgere anche gli immigrati in un fronte unico contro il caporalato?
"Io ho visto un lavoro sindacale importante, in alcuni settori, indirizzato agli immigrati. Bisogna essere presenti, perchè loro sono soli. ma questa presenza deve essere continua ed enorme".


Come può aiutare la cultura?
"Ognuno deve fare quello che sa fare. Uno scrittore scrive un libro, un cantante fa una canzone. Ognuno faccia quello che sa fare, però, che dedichi almeno una parte del suo sapere a questo fenomeno".



2019

sabato 7 settembre 2019

Ancora alberi da estirpare a Ceglie. E al Tg2 parla il ministro Bellanova




Risultati immagini per xylella




Tre mesi fa c'era stata la prescrizione regionale di estirpare 54 piante infette da xylella fastidiosa nell'agro di Ceglie Messapica. 

A luglio è toccato ad altri 11 alberi. LINK



Infine, con una determina del 5 settembre, la Sezione Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia ha prescritto l'estirpazione di altre due piante infette.

per leggerla integralmente



Com'era quella storiella 
per cui la xylella non esisteva?






Intanto il neoministro all'Agricoltura Teresa Bellanova ha ribadito in un'intervista odierna al Tg2 che la lotta alla xylella sarà una delle priorità del suo mandato. 

Ha inoltre approfittato dell'intervista per rispondere anche con ironia agli sciocchi commenti girati in queste ore sul suo titolo di studio e sul suo abbigliamento.



per il video sevizio



2019