F F Tribuna Libera: Un ufficio veterinario a Ceglie

lunedì 16 febbraio 2015

Un ufficio veterinario a Ceglie


Il consigliere comunale di centrosinistra Tommaso Argentiero da tempo chiede l'istituzione di un Ufficio Veterinario a Ceglie Messapica. Nelle scorse ore ha scitito alla Asl e all'Assessorato regionale al Welfare. Ecco il testo della lettera:




Oggetto : Richiesta attivazione dell’Ufficio Veterinario  a Ceglie Messapica

Il Sottoscritto, consigliere Comunale di Ceglie Messapica, da oltre dieci anni, sostiene la necessità che a Ceglie Messapica sia istituito un Ufficio Veterinario della ASL BR.
A tal fine si è reso promotore di diverse richieste scritte,  ordini del giorno discussi e votati dal  Consiglio Comunale e della Giunta  Comunale di Ceglie Messapica,   incontri con i vari Direttori Generali  e Funzionari della ASL BR .

La richiesta di istituzione dell’Ufficio Veterinario della ASL  trova giustificazione nella considerazione che Ceglie Messapica è la città della Provincia di Brindisi che ha il maggiore  di aziende zootecniche, il maggiore numero di capi di allevamento,  numerosi sono  i praticanti dell’attività venatoria e per  la necessità di garantire un costante controllo dei prodotti caseari e alimentari  nella città legata, per unanime riconoscimento, alla gastronomia di qualità.

Con questi dati, facilmente riscontrabili dai Vostri uffici, l’istituzione del Servizio Veterinario a Ceglie  sembra un fatto scontato, ma così non è.

Nel novembre del 2012, dopo alcuni incontri avuti con il Direttore della ASL di Brindisi Dott.ssa Ciannameo,  sembrava che l’obbiettivo fosse a portata di mano. Infatti il Direttore Generale, nonostante le resistenze da parte del Funzionario delegato al Servizio, impegnato da sempre a difendere lo “ Status quo”, impose l’attivazione del Servizio  Veterinario a Ceglie individuando i locali e provvedendo all’arredamento.

Ma in realtà il servizio non è mai partito e il materiale di arredamento e informatico, nel tempo,  ha preso altre strade. Ancora una volta, l’apparato tecnico burocratico, probabilmente impegnato a difendere posizioni personali, si è dimostrato più forte delle determinazioni politiche dell’Azienda e delle reali necessità del territorio.

Tutto ciò evidenziato, riscontrabile dalla  documentazione  inviata negli anni  presso gli Uffici della ASL BR,


si chiede

di voler riconsiderare la richiesta di istituzione dell’Ufficio Veterinario della ASL BR   nel Comune di Ceglie Messapica.
Si approfitta dell’occasione per formulare  i migliori auguri di buon lavoro per il delicato e impegnativo compito  affidatogli.

Ceglie Messapica 16.02.2015                                 
Tommaso Argentiero
                 Consigliere Comunale Ceglie Messapica 
Noi con Federico”  






Un ufficio veterinario a Ceglie

16 commenti:

  1. Anonimo2/17/2015

    Tommaso, ho delle perplessità. Ogni comune vorrebbe un suo ufficio in questo e in altri campi, ma questo comporta dei costi. Certamente se la Asl riesce a riorganizzarsi sul territorio in funzione della maggiore richiesta, nel senso di chiudere un ufficio per aprirne un altro più necessario, bene, altrimenti non sono d'accordo. Gli interessi generali devono prevalere su quelli locali.

    RispondiElimina
  2. Anonimo2/17/2015

    Proposta fuori tema. Molti comuni si stanno organizzando per la stipula di un'assicurazione collettiva contro i furti. Il costo forfettario sarebbe di 10 €/anno per ogni cittadino. Sarebbe opportuno inserire nel programma del centrosinistra una proposta di questo genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo2/18/2015

      E da chi facciamo l'assicurazione? ??
      ABBAST

      Elimina
  3. Anonimo2/17/2015

    Se nel mentre (tanto di rispetto per gli animali) ci fosse anche la possibilità di avere un punto di soccorso efficiente per gli umani, ben venga! (La scorsa settimana a seguito di una caduta, una persona anziana sola e senza mezzi ha dovuto fare ricorso all'ospedale di Ostuni per una radiografia!!!)

    RispondiElimina
  4. Anonimo2/17/2015

    Ma pensate a battervi per far riaprire qualche reparto all'ospedale masse di pecoroni che vi siete venduti tutto quando destra e sinistra nessun escluso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo2/17/2015

      Se parli di pecoroni pensa prima a te stesso. Il veterinario, per le persone di intelligenza e cultura normale, serve oltre che per cani e gatti anche gli animali da allevamento che costituiscono una parte dell'economia locale.

      Elimina
    2. Anonimo2/17/2015

      Scusa intelligente di alta cultura

      Elimina
  5. Anonimo2/17/2015

    devi dirlo ai governi nazionali che fecero chiudere i piccoli ospedali

    RispondiElimina
  6. Anonimo2/17/2015

    Siamo arrivati alla frutta invece di pensare alle persone a riaprire ospedali o a rinforzare i pronto soccorsi pensiamo agli animali ma ci stiamo rendendo conto dove stiamo arrivando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo2/17/2015

      non è più tempo (e non ci sono neanche i soldi) per costosi ospedaletti in ogni comune ......... bisogna concentrare le eccellenze in centri speciailstici e sviluppare la medicina del territorio

      Elimina
    2. Anonimo2/17/2015

      No visto che sta l'ospedaletto e che continuiamo a sovvenzionarlo a mantenerlo inpiedi e a imboscare gente inutile potevano i nostri mostri della politica a cercare di fare qualcosa di utile ma tanto c'e quello di francavilla 'l'eccellenza' che l'ospedale di sarajevo dopo i bombardamenti stava messo meglio.......haa porv a nnu

      Elimina
  7. Anonimo2/17/2015

    ma secondo voi lo schifo di francavilla vi sembra eccellenza ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo2/17/2015

      Dillo a Fitto

      Elimina
    2. Anonimo2/18/2015

      Fortunatamente Vendola ha risolto tutto

      Elimina
    3. Anonimo2/19/2015

      non votiamo nè l'uno nè l'altro e neanche i partiti che hanno sostenuto i governi statali che hanno obbligato le regioni a chiudere gli ospedali (pd, fi, ncd, udc) FORZA GRILLO!

      Elimina
  8. Anonimo2/17/2015

    Tuma` pienz alli cose chiu`seri, na pinza` alli chiacchir.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti