F F Tribuna Libera: L'Amministrazione promette il PUG entro l'estate?

giovedì 23 giugno 2016

L'Amministrazione promette il PUG entro l'estate?



In un comunicato l'Amministrazione comunale annuncia che, nella giornata di mercoledì 22 giugno 2016, la Giunta Comunale ha deliberato la Proposta al Consiglio Comunale di adozione del Piano Urbanistico Generale (PUG).




(La foto postata dallo staff che cura la pagina Facebook del sindaco 
è la stessa del 7 maggio 2015 - fonte Stefano Menga Link)



Entro la pausa estiva il Consiglio Comunale adotterà in via definitva il PUG – commenta il Sindaco Luigi Caroli – L’Amministrazione Comunale e la maggioranza consiliare realizzano un obiettivo storico che mai, in quasi cinquant’anni, era arrivato a conclusione. La caparbietà e la forza del buon governo consegnano alla città una opportunità mai avuta prima”. 














In realtà l'opportunità l'hanno già avuta nell'autunno 2010. Appena insediatisi, decisero di stracciare il progetto di Pug adottato dall'amministrazione di centrosinistra, sul quale la Regione Puglia era pronta a dare il via libera. Era stata unicamente richiesta, da Bari, la convocazione di una conferenza dei servizi per ottenere l'attestazione di conformità del Pug al Drag (Documento regionale di assetto generale). Non la convocarono e il progetto di PUG decadde. Seguirono nuovo affidamento e nuovo progetto





per la ricostruzione dei fatti (con video)








Cosa prevede (in particolare i tempi) la normativa sul procedimento del PUG? Vediamo di capirne di più anche se non si è tecnici della materia.

Di seguito l'art. 11 della legge regionale n.20/2001.


Art. 11
Formazione del P.U.G.

1. Il Consiglio comunale adotta, su proposta della Giunta, un Documento programmatico preliminare (D.P.P.) contenente gli obiettivi e i criteri di impostazione del P.U.G.
Nei comuni ricadenti all'interno del comprensorio di una Comunità montana, il D.P.P. deve prendere in considerazione le previsioni contenute nel piano pluriennale di sviluppo socio-economico in relazione al singolo Comune.

2. Il D.P.P. è depositato presso la segreteria del Comune e dell'avvenuto deposito è data notizia mediante pubblicazione di avviso su almeno tre quotidiani a diffusione provinciale.

3. Chiunque può presentare proprie osservazioni al D.P.P., anche ai sensi dell'articolo 9 della L. n. 241/1990, entro venti giorni dalla data del deposito.

4. La Giunta comunale, sulla base del D.P.P. di cui al comma 1 e delle eventuali osservazioni, propone al Consiglio comunale l'adozione del P.U.G. Il Consiglio comunale adotta il P.U.G. e lo stesso è depositato presso la segreteria comunale; dell'avvenuto deposito è data notizia mediante pubblicazione di avviso su tre quotidiani a diffusione provinciale nonché mediante manifesti affissi nei luoghi pubblici.

5. Chiunque abbia interesse può presentare proprie osservazioni al P.U.G., anche ai sensi dell'articolo 9 della L. n. 241/1990, entro sessanta giorni dalla data del deposito.

6. Il Consiglio comunale, entro i successivi sessanta giorni, esamina le osservazioni proposte nei termini di cui al comma 5 e si determina in ordine alle stesse, adeguando il P.U.G. alle osservazioni accolte.

7. Il P.U.G. così adottato viene inviato alla Giunta regionale e alla Giunta provinciale ai fini del controllo di compatibilità rispettivamente con il D.R.A.G. e con il P.T.C.P., ove approvati. Qualora il D.R.A.G. e/o il P.T.C.P. non siano stati ancora approvati, la Regione effettua il controllo di compatibilità rispetto ad altro strumento regionale di pianificazione territoriale ove esistente, ivi inclusi i piani già approvati ai sensi degli articoli da 4 a 8 della legge regionale 31 maggio 1980, n. 56, ovvero agli indirizzi regionali della programmazione socio - economica e territoriale di cui all'articolo 5 del D.Lgs. n. 267/2000.

8. La Giunta regionale e la Giunta provinciale si pronunciano entro il termine perentorio di centocinquanta giorni dalla ricezione del P.U.G., decorso inutilmente il quale il P.U.G. si intende controllato con esito positivo .

9. Qualora la Giunta regionale o la Giunta provinciale deliberino la non compatibilità del P.U.G. rispettivamente [con il D.R.A.G.] o con il P.T.C.P., il Comune promuove, a pena di decadenza delle misure di salvaguardia di cui all'articolo 13, entro il termine perentorio di centottanta giorni dalla data di invio del P.U.G., una Conferenza di servizi alla quale partecipano il Presidente della Giunta regionale o suo Assessore delegato, il Presidente della Provincia o suo Assessore delegato e il Sindaco del Comune interessato o suo Assessore delegato. In sede di Conferenza di servizi le Amministrazioni partecipanti, nel rispetto del princìpio di copianificazione, devono indicare specificamente le modifiche necessarie ai fini del controllo positivo.

10. La Conferenza di servizi assume la determinazione di adeguamento del P.U.G. alle modifiche di cui al comma 9 entro il termine perentorio di trenta giorni dalla data della sua prima convocazione, l'inutile decorso del quale comporta la definitività delle delibere regionale e/o provinciale di cui al comma 9, con contestuale decadenza delle misure di salvaguardia.

11. La determinazione di adeguamento della Conferenza di servizi deve essere recepita dalla Giunta regionale e/o dalla Giunta provinciale entro trenta giorni dalla data di comunicazione della determinazione medesima. L'inutile decorso del termine comporta il controllo positivo da parte della Giunta regionale e/o della Giunta provinciale (19) .

12. Il Consiglio comunale approva il P.U.G. in via definitiva in conformità delle deliberazioni della Giunta regionale e/o della Giunta provinciale di compatibilità o di adeguamento di cui al comma 11, ovvero all'esito dell'inutile decorso del termine di cui ai commi 8 e 11 .

13. Il P.U.G., formato ai sensi dei comma precedenti, acquista efficacia dal giorno successivo a quello di pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione Puglia della deliberazione del Consiglio comunale di cui al comma 12 .

14. Il Comune dà avviso dell'avvenuta formazione del P.U.G. mediante manifesti affissi nei luoghi pubblici e mediante la pubblicazione su almeno due quotidiani a diffusione provinciale.



per il testo completo della legge





Dopo che hanno fatto perdere tutti questi anni alla città, speriamo che si sbrighino al più presto per la definitiva nascita di quanto atteso da quasi mezzo secolo.




L'Amministrazione promette il PUG entro l'estate?

4 commenti:

  1. Anonimo6/23/2016

    Sembra che sia già pronto il nastro da tagliare perchè le altre fasi da superare saranno ,a dir poco,bruciate.

    RispondiElimina
  2. Anonimo6/23/2016

    Tagliate sempre nastri e poi parcheggiate l'opera . Incompiute....... Una dopo l'altra. poveri cegliesi .

    RispondiElimina
  3. Anonimo6/24/2016

    Sindaco,e' vecchia nn ci crede più nessuno!!!

    RispondiElimina
  4. Anonimo6/24/2016

    Intanto si butta per autolusingarsi. Hai mai provato quel brivido di intenso pacere,una vera goduria che proviene dal farti da solo le lodi,senza il bisogno che te le facciano gli altri?

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti