F F Tribuna Libera: ACIDO MURIATICO/2

lunedì 11 luglio 2016

ACIDO MURIATICO/2



(Nell'immagine, gli effetti dell'acido su una donna).

Ricorderete la battuta shock pronunciata qualche giorno fa dal sindaco in tv (CLICCA QUI) e riguardante il Comitato per la Trasparenza:

"Vorrei capire chi sono realmente i soggetti che devono controllare me, perchè io non vorrei che ci vorrebbe l'acido muriatico per controllare loro ..." .







Nelle scorse ore è arrivata la replica di Tommaso Argentiero, in qualità di presidente del Comitato. Potete leggerla di seguito:


"Il sottoscritto, Tommaso Argentiero, rappresentante del Comitato Cittadino Volontario per la Legalità e trasparenza degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica, costituitosi in seguito all’ assemblea pubblica del 20.12.2015, presso l’atrio del Comune di Ceglie Messapica, ha ritenuto attendere qualche giorno,  nella speranza di un chiarimento ed eventuale ripensamento da parte del Sindaco Luigi Caroli, prima di esprimere il proprio rammarico  in merito alle affermazioni fatte dal primo cittadino durante una singolare   intervista  ad una emittente televisiva della zona.  

L’intervista, enfatizzata giorni prima per l’effetto bomba che avrebbe provocato,  era finalizzata a stritolare il Comitato Cittadino. Alla fine, tutto il baraccone ideato, nulla ha prodotto, dimostrandosi solo un goffo e miserevole bluff mediatico. L’intervista “bomba” ha  confermato l’irresponsabilità amministrativa del sindaco Caroli ed evidenziato  l’ approssimazione dell’intervistatore.  

Con la frase espressa “Per controllare  il Comitato ci vuole l’acido muriatico”, il Sindaco Caroli ha evidenziato tutta  la sua  mediocrità culturale, sociale, amministrativa e la mancanza di educazione civica . Sia chiaro che  le strane  uscite del sindaco Caroli non rappresentano certo una novità e le continue  invettive e offese nei nostri confronti  danno solo maggior vigore e consapevolezza dell’efficacia della battaglia del Comitato.  

Il Sindaco nel corso di questi anni avrebbe dovuto imparare che  è una figura istituzionale importante e punto di riferimento di una comunità. Ogni sua azione è oggetto di osservazione e valutazione in particolare dalle ragazze e ragazzi di questa città. In merito  crediamo doveroso, da parte  del  Sindaco,  spiegare e giustificare non a noi ma ai giovani di questa città e al Consiglio Comunale dei Ragazzi, cosa voleva dire con  il concetto che nei confronti di chi non la pensa come lui e osa criticarlo  bisogna “lavarlo” con acido muriatico. 

Non ci sembra che il Sindaco abbia dato un buon esempio di educazione civica. In merito, invece, a quella che doveva essere la “bomba” documentata contro il Comitato la situazione è stata piuttosto imbarazzante per l’intervistato e l’intervistatore, e se la situazione non riguardasse  il  licenziamento di cinque lavoratori  useremmo il termine “ ridicola”. 

Il documento sventolato a turno dal Sindaco e dal suo intervistatore riguardava una mia “Informativa” in merito ad una Determinazione del 2014 bocciata dall’Anticorruzione, annullata dal TAR e per quell'atto l’ente ha pagato le spese   legali alla cooperativa sociale Kalia. Sarebbe stato provvidenziale per i due chiedere informazione ai due nuovi Consiglieri di maggioranza Gianfreda e Antelmi. In questo modo avrebbero evitato la figuraccia fatta. L’atto amministrativo che riguardava l’assunzione dei 5 lavoratori, e per il quale questo Comitato, con un Comunicato del 14.06.2016, ha evidenziato la mancata indizione di una nuova gara per assicurare  il servizio e il lavoro,  è del marzo 2015.  

Alla luce degli ultimi atti amministrativi realizzati dall’amministrazione si comprende chiaramente che le somme risparmiate servono per assicurarsi  lavoratori precari diversi da quelli licenziati e per i quali hanno versato solo lacrime da coccodrillo.

Risulta evidente che l’amministrazione Comunale è in grosso affanno. Le decine e decine di provvedimenti in corso  da parte della Corte Dei Conti, Anticorruzione, Ministero delle Finanze ecc. e i provvedimenti sanzionatori già emessi, stanno segnando in maniera, purtroppo, drammatica il futuro di questa città e non pensiamo che  sarà difficile individuare le responsabilità".

Ceglie Messapica 06.07.2016                        


Tommaso Argentiero
Presidente Comitato Cittadino Volontario per la trasparenza e legalità degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica











ACIDO MURIATICO/2

11 commenti:

  1. Anonimo7/11/2016

    Spesso, il termine acido muriatico viene usato in senso metaforico, come per fare pulizia. "prima di fare il mio nome, sciacquati la bocca con l'acido muriatico"

    Quella foto invece è segno di violenza fisica e fatti veri sono accaduti in tal senso. Forse sarebbe opportuna sostituirla. Magari metti un WC o un lavandino, nel quale, appunto per fare pulizia si butta l'acido muriatico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un comitato civico é composto da persone, non da lavandini.

      Elimina
    2. Anonimo7/11/2016

      e vada allora per il vaso da notte

      Elimina
    3. Anche in anonimo siete sempre dei "signori". Evviva la classe.

      Elimina
    4. Anonimo7/11/2016

      Spiace constatare che ci sono soggetti che pur di edulcorare la pessima ed infelice frase del ragioniere, è disposto a paragonare il concetto "convinto" dell'acido con il risciacquo..... o con il getto d'acqua per spazzare via il fastidioso e libero pensiero del comitato!!! Questo è il livello culturale del ragioniere e dei suoi accoliti.
      Rl

      Elimina
  2. Anonimo7/11/2016

    Un amministratore pubblico non può assolutamente fare ricorso a frasi di tipo intimidatorio perchè,avendo la responsabilità di amministrare una struttura dello Stato deve chiaro il concetto della legalità e non dichiararsi palesemente in antitesi col principio di uguaglianza di ogni cittadino,di cui egli stesso,in primis,dovrebbe essere istituzionalmente,civilmente e moralmente il portavoce e il garante.

    RispondiElimina
  3. Anonimo7/11/2016

    ...Inoltre dovrebbe avere la capacità di "pilotare" i suoi concittadini verso un comportamento corretto,basato sul rispetto della educazione civile, della legalità,del senso etico , della corettezza politica e radicato nella convinzione che l'istruzione è un presupposto ineludibile per la crescita della società.

    RispondiElimina
  4. Anonimo7/11/2016

    Io non capisco davvero il nesso dell'immagine con le dichiarazioni del sindaco. Aldilà di OGNI FEDE POLTICA. Mamma mia, evitate di fomentare odio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, così deve andare a finire, anonimo?
      Come se l'acido muriatico da riservare al comitato fosse yogurt? A te quella frase andava bene?

      Elimina
    2. Quanta ipocrisia anonima ...

      Elimina
  5. Anonimo7/11/2016

    Se non capisci il nesso guarda il video e senti le dichiarazioni del sindaco e magari leggi anche le altre affermazioni fatte in precedenza ,in più sedi e in più momenti, contro il comitato ,anche dai suoi portavoce.Vedrai come sprizza ostilità e rancore da tutti i pori.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti