F F Tribuna Libera: A Ceglie sta per arrivare il cinemino

sabato 17 dicembre 2016

A Ceglie sta per arrivare il cinemino






Più volte anche sul blog abbiamo parlato della mancanza di un cinema a Ceglie, dove poter vedere i film in uscita in sala senza dover fare chilometri e chilometri. Sul Quotidiano di ieri abbiamo letto che sarebbe in via di completamento uno smart cinema. Sinceramente non ho capito precisamente cosa intendano per smart cinema (i nostri amatissimi la parola "smart" - cioè "intelligente" -  la mettono dappertutto, tra poco anche nel caffè, fa molto "trendy") e cosa lo distinguerebbe da una normale sala cinematografica come quelle presenti nelle città a noi vicine.

Sappiamo che dovrebbe essere allocato in uno dei locali del Conservatorio, di proprietà comunale. Saranno cento posti. Leggiamo che già nel periodo natalizio (quindi tra una settimana) saranno programmate alcune proiezioni con "diversi film con tematiche relative al Natale per i più piccoli e successivamente sarà pianificata la nuova programmazione per coinvolgere tutti i cittadini". Inoltre studenti e associazioni avranno a disposizione lo smart cinema "per approfondire diverse tematiche attraverso la visione di un film".





Attendiamo di saperne di più.






Ricordi

Mi pare fosse il lontano '94 quando nel mitico cinema "Torroni" fu proiettato l'ultimo film.
Quasi ventitre anni fa.






I più giovani neanche lo ricorderanno. Quelli della mia generazione (e prima) sono sicuro di sì. I manifesti che annunciavano il film in programmazione erano affissi in largo Osanna, all'ingresso di Piazza Plebiscito, e in Piazza Sant'Antonio. In tanti bar trovavi inoltre le locandine (e c'era la gara dei "collezionisti" a farsele regalare una volta "scadute"). Tre spettacoli domenicali: 3.000 lire per la platea, 3.500 per la galleria.

Poi, sul finire degli anni '80, c'era l'appuntamento settimanale con “Progetto Cinema” per gli studenti delle scuole medie, il mercoledì pomeriggio: grande affluenza (anche perchè veniva data la tessera gratuita) di ragazzi armati di patatine e cioccolate. Visibile successo per le commedie e i film d'azione, allontanamenti di massa per “Ran” di Akira Kurosava.

Bei ricordi di adolescenza.




("U cineme vecchje")





Qualche mese fa, Michele Ciracì ci ha regalato un bel ricordo anche sull'altro cinema che era presente tanti anni fa a Ceglie: il cinema "Francesco Argentiero".


per rileggerlo



La foto che ho allegato prima è tratta dal blog "Amarcord" di Vincenzo Suma. Per le altre foto, tutte molto belle, potete cliccare qui.







"I film sono più armoniosi della vita. In essi non vi sono rallentamenti né tempi morti. I film avanzano come treni nella notte". (François Truffaut)




A Ceglie sta per arrivare il cinemino

19 commenti:

  1. Anonimo12/17/2016

    È possibili conoscere chi è stato l'ideatore a far realizzare un piccolo cinema in questa città per proiettare un film ed evitare ai cittadin di recarsi fuori Ceglie.

    RispondiElimina
  2. Anonimo12/17/2016

    ma proietteranno dvd?

    RispondiElimina
  3. Anonimo12/17/2016

    Tanto piccolo o non piccolo andrete sempre al cinema fuori Ceglie. La vostra esterofilia e' da Oscar .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/17/2016

      Anche la tua stupidità e ti è andata di lusso credimi

      Elimina
  4. Anonimo12/17/2016

    Se non ricordo male Nicola Trinchera e il Sig. Salerno di Oria ma si parla di oltre 6 anni fa

    RispondiElimina
  5. Anonimo12/17/2016

    Ricordi sicuramente malissimo, pare che sia stato qualcuno della precedente amministrazione e non certamente Trinchera.

    RispondiElimina
  6. Anonimo12/17/2016

    Credo che sia stato quell'altro, ex consigliere, per farsi perdonare la chiusura del centro di raccolta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/18/2016

      il centro non l'ha chiuso la magistratura?

      Elimina
    2. Anonimo12/18/2016

      Siete tutti in errore: il centro di raccolta fu chiuso per il reato di "lesa maestá".
      Il consigliere bolscevico ci mise solo la faccia, e da allora che l'ha persa definitivamente.
      Quanto alla magistratura, non aspetta altro, é tutto grasso che cola quando il livoroso di turno prende in mano la penna, anzi, gli viene passato il foglio da portare in Procura.
      Tutti onesti, quindi, tutti daccapo al posto che gli spetta, tranne e purtroppo il bolscevico a scala ridotta che sta scontando la sua personale Siberia.

      Elimina
    3. Mi chiedo se certe puttanata le scriviate perchè le pensate veramente o per farvi ridere in faccia. Giustamente sui blog siete tutti anonimi, come del resto lo siete nella politica.
      Rispettate la magistratura e vergognatevi!

      Elimina
    4. P.s.: ... che se poi vogliamo vedere quanti sono gli ex comunisti che hai vicino ma di cui sembra non ti accorga .........

      Elimina
    5. Anonimo12/18/2016

      Sai bene che é andata così, fattene una ragione e inizia tu ad avere rispetto, e non solo della magistratura.
      Venendo meno al mio solito a aplomb, stamane ti mando cordialmente affanculo.

      Elimina
    6. Mi risulta difficile rispettare cafoni maleducati e ignoranti come te.
      P.s: sarai anche anonimo ma è come se l'avessi firmato il tuo commento. Proprio perchè so chi sei, ribadisco acor di più: vergognati, mascalzone.
      Saluti.

      Elimina
  7. Anonimo12/18/2016

    Sarà stato sicuramente Cataldo Rodio a fare un'interrogazione all'Amministrazione per istituire un cinema a Ceglie Messapica, perché molta gente si recava fuori paese.
    Ricordo bene, perché mi trovavo seduto sulla gradinata della sala pubblico ad ascoltare il Consiglio Comunale.

    RispondiElimina
  8. Anonimo12/18/2016

    Bravo Cataldo Rodio persona molto umile e fattiva con le idee chiare.

    RispondiElimina
  9. Anonimo12/18/2016

    Posso anch'io dire che è stato Cataldo l'ideatore di questa bella cosa del cinema a Ceglie.

    RispondiElimina
  10. Anonimo12/19/2016

    In sintesi:Con la giunta Federico si pensò ad un progetto che potesse attrarre investitori per la realizzazione di una sala cinema presso l'ex palestra oggi sala Conferenze. Patrizio Suma

    RispondiElimina
  11. Anonimo12/20/2016

    Non dire menzogne,altrimenti vai a rivendere le registrazioni della precedente amministrazione e così ti metterai l'anima in pace.
    Altrimenti se sei proprio certo indichi qualche atto ufficiale e non invece raccontare barzellette ai cittadini.

    RispondiElimina
  12. Anonimo12/20/2016

    Lo voglio ridire nuovamente che che la persona che si è combattuto affinché tale servizio venisse fatto in questo paese è stato Cataldo Rodio.
    Dite pure altre fesserie, oppure lo dovete dimostrare con certezza, perché sono sicuro che farete la figura di pulcinella.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti