F F Tribuna Libera: Ritorna la Ghironda invernale, a Ceglie Messapica

giovedì 4 dicembre 2014

Ritorna la Ghironda invernale, a Ceglie Messapica


Ricevo e pubblico:


L’ AMMINISTRAZIONE COMUNALE VI INVITA A PARTECIPARE al PRIMO EVENTO del nostro CARTELLONE INVERNALE che si terrà SABATO 6 DICEMBRE, alle ore 21.00, presso il TEATRO COMUNALE.

"GHIRONDA WINTER FESTIVAL" - CHRIS JARRETT BAND con Chris Jarrett (pianoforte) e Luca Ciarla (violino).





Sin dall’inizio c’è Keith Jarrett nell’orizzonte creativo del violinista borderline Luca Ciarla, che col fratello più piccolo del geniale jazzista, Chris Jarrett, anche lui pianista di fama internazionale, oggi forma l’acclamato duo con cui IdeaShow apre l’ottava edizione del «Ghironda Winter Festival», la cui programmazione integrale verrà resa nota nei prossimi giorni.

L’esclusivo e prestigioso concerto inaugurale è in programma, a ingresso libero, sabato 6 dicembre alle ore 21.30 al teatro Comunale di Ceglie Messapica, città di cultura che con l’impegno dell’amministrazione comunale torna ad ospitare la Ghironda in versione invernale dopo le indimenticabili giornate della scorsa estate con gli Earth Wind & Fire, Goran Bregovic e la rassegna di arte popolare dei cinque continenti.

È un incontro lungo i territori della musica di confine, quello tra il pianista della Pennsylvania, da tempo residente in Germania, e il violinista molisano, ormai artista apolide. I due strumentisti si muovono tra jazz, improvvisazione e musica contemporanea. Così, la spumeggiante versatilità di Luca Ciarla e la creatività espressiva e virtuosistica di Chris Jarrett si cercano, si abbracciano e, spesso, si sfidano, a volte seguendo percorsi paralleli, altre dislocandosi in direzioni differenti, sempre dentro una combinazione affascinante tra sonorità familiari e sperimentazione dal fascino musicale magnetico.
Musicista di formazione classica con una forte tendenza comunicativa, sul quale esercitano una decisa influenza artisti molto diversi tra loro come Sergej Prokofiev, Charles Mingus e Frank Zappa, Jarrett inizia a vagabondare per il mondo dopo il diploma di conservatorio, fino quando, nel 1985, approda in Germania, dove incide il suo primo disco, «Dance On The Volcano», scrive la musica per il balletto «For Anne Frank» e realizza il primo lavoro sinfonico «Loves Me Not». Pur ignorando qualsiasi dettame stilistico, il musicista americano utilizza le strutture della musica classica e la libertà dell’improvvisazione jazz, anche se lo spettro sonoro del pianista (il cui più recente lavoro discografico è costituto, tra l’altro, da «Organ improvisations») è talmente ampio da far risultare la sua musica selvaggia e ritmica, ironica ed epica, o, ancora, melanconica e bizzarra, mistica e variopinta.
Anche l’esperienza di Luca Ciarla affonda le radici nel jazz contemporaneo, colorandosi al tempo stesso di raffinate influenze provenienti dalla musica etnica e classica, per un nuovo affascinante sound acustico che trova nel pianismo di Jarrett un ideale punto di contatto.

Ceglie Messapica, 4 dicembre 2014

L’Amministrazione Comunale


Delle manifestazioni invernali (fino a Pasqua) e soprattutto dei loro costi

- 190mila euro

ne abbiamo parlato nei post precendenti:


e








Ritorna la Ghironda invernale, a Ceglie Messapica

5 commenti:

  1. Anonimo12/05/2014

    Splendido Lanternaforo, dimmi, Caroli sarà riconfermato?
    Lui, spendaccione e tassatore senza pari?
    Illuminami, lungimirante Diogene, qual sindaco ci riserva il destino?
    Dimmelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentilissimo ex Amatissimo che hai contribuito anche tu a farci ritrovare l'attuale amministrazione,
      l'illuminazione potrà darcela solo la volontà dei cittadini attraverso la scheda elettorale.
      Aspetteremo.

      Elimina
    2. Anonimo12/05/2014

      No, l'illuminazione a Ceglie la date soltanto tu come Lanternaforo e Biondi come Lucifero, entrambi emettete luce..

      Elimina
    3. Visto come funziona la pubblica illuminazione, dovresti ringraziarci.

      Elimina
  2. Anonimo12/05/2014

    Sono sempre minacciosi e arraggiati.
    Si approfittano delle brave persone che non vogliono litigi e scontri.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti