F F Tribuna Libera: Ceglie, il Calvario e le competenze

martedì 20 gennaio 2015

Ceglie, il Calvario e le competenze





Ricevo e pubblico il testo di un'interrogazione urgente del consigliere comunale di centrosinistra Tommaso Argentiero avente ad oggetto la nomina della Commissione di gara per i lavori di restauro del Calvario.







-          Al Sindaco
-          Comune di Ceglie Messapica
e p. c.
-          Al Presidente del Consiglio Comunale
-          Al Segretario Generale
                                 Comune di Ceglie Messapica



OGGETTO : Nomina della  Commissione di gara per i lavori di  restauro  del Calvario


Premesso che:

Con Determina n. 915 del 16.12.2014 il Responsabile dell’Area Lavori pubblici del Comune di Ceglie Messapica, ai sensi dell’art. 53, comma 4 del D.L. gs 163/2006, ricorrendo al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, avviava le procedure di gara per l’affidamento dei lavori di restauro del complesso devozionale denominato Calvario;
- con Determina n. 1 del 16.01.2015, il Responsabile dell’Area Lavori Pubblici del Comune di Ceglie Messaapica , ing. Maurantonio Michele, ai sensi dell’art. 84 del D.Lgs n. 163, nominava la commissione per l’affidamento dei lavori relativi al Restauro del Calvario nelle persone : Ing. Maruantonio (presidente) - geom. Rocco Garzone (componente) - dott.ssa Patrizia Gallone(componente);


Considerato che:

Il comma 2, del citato art. 84 del D.Lgs 1637/2006, evidenzia con chiarezza che i Commissari, singolarmente considerati, devono essere esperti nel settore cui si riferisce l’oggetto dell’appalto;

Giurisprudenza consolidata individua quale membro tecnico esperto della materia colui che ha i requisiti professionali tali da poter esso stesso effettuare la progettazione dei lavori oggetto della gara;

I presupposti per arrivare al restauro del complesso devozionale e monumentale del Calvario di Ceglie Messapico hanno avuto origine da una raccolta fondi da parte del Comitato cittadino “ Pro restauro Calvario” , dall’impegno economico di euro 80.000,00 (Determina n.985/2009) del Comune di Ceglie, dalla donazione del progetto redatto dagli architetti Giuseppe Caroli e Maria Luigia Argentiero;

In data 09.10.2013 il Gal Alto Salento concedeva al Comune di Ceglie Messapica un contributo di 49.999,99 per il restauro del Calvario;

I lavori di Restauro del Calvario riguardano in maniera importante il recupero artistico e architettonico del complesso monumentale con particolare riguardo ai dipinti e alla struttura;

Il Calvario è un bene della città, per il quale bisogna evitare che atti amministrativi fatti in maniera approssimata e in contrasto con il rispetto delle norme che regolano gli affidamenti delle gare di appalto possano tardare o bloccare la realizzazione del suo atteso recupero.


Evidenziato che:

La composizione della Commissione per l’affidamento dei lavori relativi alla gara di appalto “Restauro del Complesso devozionale denominato Calvario” non rispetta il comma 2 del dell’art. 84 del Codice dei Contratti, in quanto i Componenti della stessa non hanno le competenze per le valutazioni tecniche e qualitative di opere di restauro di beni storici e architettonici , che invece rientrano, ad esempio, nelle competenze di tecnici della Soprintendenza dei beni architettonici e Architetti.

Per evitare la possibilità che eventuali ricorsi da parte di ditte concorrenti , ordini professionali ecc possano determinare l’impossibilità di procedere all’avvio dei lavori.



SI CHIEDE


Se non ritiene opportuno determinare un’azione amministrativa di revoca della Determina n. 1 del 16.01.2015 e conseguentemente far procedere alla realizzazione di un nuovo atto amministrativo di nomina della Commissione di gara nel rispetto della normativa vigente .

Alla presente interrogazione si chiede urgente risposta scritta


Ceglie Messapica 19.01.2015 


 Tommaso Argentiero
Consigliere Comunale Ceglie Messapica “Noi con Federico




Ceglie, il Calvario e le competenze

12 commenti:

  1. Anonimo1/20/2015

    Tommaso, nella consigliatura che sta per finire tu sei stato il consigliere che ha dato il maggior contributo di suggerimenti, proposte e critiche all'operato dell'attuale amministrazione e ai funzionari da essa nominati. Lo dimostra anche questa interrogazione. L'unica cosa che ti contesto e lo feci anche un'altra volta è la mancanza di coraggio nell'usare un linguaggio di rottura con il burocratese.

    La tua interrogazione non poteva essere formulata in maniera più semplice come segue?

    Il responsabile Lavori Pubblici con la determina n. 1 del 16/1/2015 ha nominato una commissione per l'affidamento dei lavori di restauro del Calvario costituita da persone non competenti nel settore, in violazione del comma 2, dell' art. 84 del D. Lgs 1637/2006. In particolare i nominati non hanno le competenze per le valutazioni tecniche e qualitative di opere di restauro di beni storici, mentre il decreto citato chiarisce che ogni componente deve avere tutte le competenze per la progettazione dell'opera da valutare.
    Chiedo di revocare la determina emessa e redigerne una nuova conforme ai requisiti del decreto sopra indicato.

    RispondiElimina
  2. Anonimo1/20/2015

    Tommasone te li fai sempre a dovere! ahahahaha ma scusate per i campi da bocce in via sant'anna hanno considerato i vincoli paesaggistici? LO RIPETO ANCORA UNA VOLTA, FATE UN GRANDISSIMO REGALO ALLA SOCIETA', SMETTETELA DI CREARE ALTRI DANNI, D I M E T T E T E V I ! ! ! ! ! ! D I M E T T E T E V I ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !

    RispondiElimina
  3. Anonimo1/20/2015

    Mi rendo perfettamente conto della necessità di comunicare in maniera più semplice e riassuntiva
    Però a volte c'è la necessità di evidenziare alcune cose di natura tecnica e politica ad esempio in questo caso : l'appalto è con il metodo dell'offerta più vantaggiosa e non al prezzo più basso, e questo determina la composizione della commissione; c'è la necessità di evidenziare che privati cittadini e tecnici hanno contribuito a portare in porto il progetto ecc
    Comunque proprio per semplificare il tutto ho inserito un "evidenziato " che riassume l'intera interrogazione. In ogni caso ringrazio per il consiglio. Tommaso argentiero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo1/21/2015

      Tommaso. .. sei il solito ... trtrtmmmmmmooonnn

      Elimina
  4. Anonimo1/20/2015

    Avete visto che Godot ci ha smentiti ed è arrivato?. Ce lo comunica con le sue gigantografie. Se sarà sindaco verrà costretto "dalle circostanze" a seguire lo stesso curriculum politico di Caroli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo1/21/2015

      un cv fatto di tradimenti di invidie di rancori di veleni?
      no dai..... nessuno può spingersi così! tu ci sei vicino cmq

      Elimina
  5. Anonimo1/21/2015

    Tommaso quello che fai è encomiabile, ma c'è la necessità di arrivare alla gente

    RispondiElimina
  6. Anonimo1/21/2015

    Stavo per rassegnarmi ad avere Mita sindaco, ben tornato a casa direttore Perrino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo1/21/2015

      Dovrai tornare a rassegnarti, perrino e forza italia arriveranno terzi

      Elimina
    2. Anonimo1/21/2015

      Troppo buono... arriveranno ultimi. .. dietro il CAP

      Elimina
  7. Anonimo1/21/2015

    Ballottaggio Caroli - Mita......Nicola deve fregare Luigi e vince Mita
    Ballottaggio Mita - Perrino.....Luigi deve fregare Nicola e vince Mita
    Ballottaggio Perrino- Caroli....Campo libero...ma vince Perrino

    P.S. Perrino alla fine troverà la scusa per non candidarsi

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti