F F Tribuna Libera: La nuova alleanza nella destra cegliese

mercoledì 25 febbraio 2015

La nuova alleanza nella destra cegliese



Nella corsa elettorale di primavera, spunta l'ipotesi del quarto nome:


CIRO ARGESE 

CANDIDATO SINDACO?





Il Nuovo centrodestra si sarebbe riavvicinato alla componente di Forza Italia che fa riferimento all'avv. Cesare Epifani, già vicesindaco, e rischia di terremotare lo scenario della destra locale.




Lo leggiamo sulla Gazzetta del Mezzogiorno in edicola questa mattina:


"Nei giorni scorsi sarebbero avvenuti una serie di incontri con esponenti  del partito di Berlusconi ed esponenti del Nuovo Centro Destra, nella speranza di una "riappacificazione" che possa cancellare il "tradimento" del ribaltone che mandò definitivamente fuori Forza Italia dai giochi amministrativi e costituire una forza in più per le elezioni. Questi intenti, però, a quanto sembra, non sarebbero graditi proprio da Caroli ma avrebbero come conduttore una frangia del Nuovo Centro Destra che starebbe premendo per la candidatura a consigliere regionale di Ciro Argese con Schittulli Presidente. Se non dovesse arrivare il sostegno certo per Argese da Caroli e company, sembra che sia pronta l'uscita del segretario provinciale dell'Ncd (Argese) e della lista dalla partita amministrativa a sostegno del sindaco uscente, con il colpo di scena di un quarto candidato alla poltrona di primo cittadino, ovvero Argese con il sostegno di Forza Italia. Il tutto però dopo che i fittiani, con Nicola Ciracì in testa, avranno deciso in che modo ricostruire i rapporti con Silvio Berlusconi".








La nuova alleanza nella destra cegliese

29 commenti:

  1. Anonimo2/25/2015

    Vai Argese! falli girare la capa! !

    RispondiElimina
  2. Anonimo2/25/2015

    Argese ha ragioni da vendere ,Caroli non e' piu' sopportabile,figuriamoci altri 5 anni.

    RispondiElimina
  3. Anonimo2/25/2015

    Una coalizione con forza italia, ncd, e fratelli d'italia non sarebbe una cosa da poco.

    RispondiElimina
  4. Anonimo2/25/2015

    Argese e Epifani non vanno da nessuna parte da soli.

    RispondiElimina
  5. Anonimo2/25/2015

    tutte fesserie... la verità è che argese sta bruscando perchè non sta avendo niente. Poi gli prometteranno aiuto per le regionali, visto che è impossibile che diventi consigliere. Lui accetterà, e poi rimarrà solo con un dignitoso e inutile risultato alla regione. Tradotto, tornerà a stare senza niente, dopo aver portato acqua al mulino di caroli e locorotondo.

    RispondiElimina
  6. Anonimo2/25/2015

    Ecco allora il perchè dell'incontro alla pasticceria in largo amendola sabato mattina tra Iurlaro, Argese e Locorotondo, i conti tornano anche perchè sabato invece la sera cena di lavoro politico tra il neo commisario forzista Vitali e il luogotenente cegliese epifani.
    Chissà cosa staranno orchestrando non vorrei trovarmi nei panni di nicolino e luigino, vuoi vedere che alla fine a tutti e due gli stanno preparando un bel piatto? A uesto punto Argese dice addio alla regione, pazienza.

    RispondiElimina
  7. Anonimo2/25/2015

    basta con la politica di sotterfugi,vendette, odi e rancori...
    andiamo AVANTI con PERRINO, nè destra nè sinistra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo2/25/2015

      seeee nè carne nè pesce

      Elimina
    2. Anonimo2/26/2015

      Dici basta con la politica di sotterfugi,vendette, odi e rancori... E poi voti Perrino/CIRACì e ce ma cnglus

      Elimina
  8. Anonimo2/25/2015

    confusione totale nel centro destra cegliese...ora più che mai Pietro Mita sindaco

    RispondiElimina
  9. Anonimo2/25/2015

    E forza cirooooo per essere liberiiiiii

    RispondiElimina
  10. Anonimo2/25/2015

    La coalizione di Caroli sta implodendo, ormai sono evidenti le difficolta' nella gestione dei rapporti con una persona come il Sindaco. Chi crede che sia solo Argese ad avere problemi si sbaglia ormai e una voce diffusa che ilSindaco ha proprio stancato tutti.

    RispondiElimina
  11. Anonimo2/25/2015

    Caroli senza Argese diventa il terzo tra i candidati.

    RispondiElimina
  12. Anonimo2/25/2015

    Caroli al capo linea

    RispondiElimina
  13. Anonimo2/25/2015

    Il ragioniere rimarra' solo con Vito il pompiere, Pasquale Scalone, Giovanni muzzarella ,lo storico Zaza, e la consigliera Casale che e' a detta di tutti e' una delle personalita' piu' capaci della maggioranza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo2/26/2015

      Ti sbagli.
      perché il pompiere va con Cesare. ..
      Pasquale ha già litigato con il ragioniere
      Quindi il ragioniere rimarrà solo con lo storico e la consigliera Casale che come dici tu è effettivamente la più capace fra tutti (ovviamente non per meriti propri ma.... )

      Elimina
  14. Anonimo2/25/2015

    Convintissimo che l'Avv. Epifani sia un ottimo candidato.

    RispondiElimina
  15. Anonimo2/25/2015

    Ragioniere dimettiti

    RispondiElimina
  16. Anonimo2/25/2015

    Le Province chiudono e lulud sta ancora giocando al tordo e al fringuello.

    RispondiElimina
  17. Anonimo2/25/2015

    Ciraci' candidato con oltre, Antelmi con forza italia,Argese con ncd, gioia con il pd ecco i candidati alle regionali.

    RispondiElimina
  18. Anonimo2/25/2015

    Altri arrivi in corso nel centro sinistra ,a breve notizie clamorose

    RispondiElimina
  19. Anonimo2/26/2015

    Caroli ha fatto alleanze sotto banco con tutti.
    Ma non ha capito che poi viene tutto a galla?
    Non c'è trasparenza e sincerità .... chi lo conosce lo evita.

    RispondiElimina
  20. Angelo Palma2/26/2015

    A me, quanto avviene nel centrodestra interessa poco. Però se si tratta della libertà di stampa, la mia attenzione si desta.

    Sono in atto due offensive del capo di Forza Italia, Silvio Berlusconi: una riguarda il settore libri Rcs, l'altra addirittura la rete Rai. Occorre impedire che si realizzi un monopolio di libri e Tv nelle mani di una sola persona, addirittura di un leader politico.

    Nei giorni scorsi non capivo la sua eccessiva reazione di fronte all'elezione di Mattarella. Egli evidentemente vedeva cadere quanto lui – e soltanto lui - aveva in mente e sperava di realizzare. Adesso è tutto chiaro.
    Da uomo d'affari sperava che la necessità, generalmente riconosciuta, del coinvolgimento di tutti nelle riforme costituzionali e nella legge elettorale e le difficoltà del governo di trovare una maggioranza, almeno in un ramo del Parlamento, potesse spianare la strada ai suoi progetti privati.
    Ritorna il tema del conflitto di interessi che non ho mai capito perché nel passato non sia mai stato affrontato.

    Non vorrei che certi politici e sindacalisti abbiano puntato le batterie nella direzione sbagliata vedendo pericoli dove non ci sono e lasci sguarnito il fronte vero dal quale i pericoli reali possono arrivare. Mi rivolgo a tutte le sinistre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo2/26/2015

      solo su una cosa non sono d' accordo, non è un leader politico ma un delinquente condannato, e i complici sono le sinistre che oggi e ieri governando hanno dato sempre lapossibilità al condannato di poter superare il conflitto d interesse

      Elimina
    2. Angelo Palma2/28/2015

      errata: lasci
      corrige: lascino

      Elimina
  21. Anonimo2/26/2015

    Giro ha smentito. Ha detto che lui non cambia idea....
    AHAHAHAHAHAHA
    basta non mi fate più ridere
    AHAHAHAHAHAHA
    troppo forte
    è proprio simpatico. Fa delle battute esilaranti
    Ogni 6 mesi cambia partito, casacca, bandiera e adesso dice che non cambia idea
    AHAHAHA

    RispondiElimina
  22. Anonimo2/27/2015

    Povero Cesare mi dispiace tantissimo per lui, e stato preso per i fondelli dall onorevole e compare ancora un'altra volta , adesso ormai politicamente non sei piu niente,invece l onorevole sta facendo strada

    RispondiElimina
  23. Anonimo2/28/2015

    Mu vu dic cicchies li partit so tutt Na p... Però o pichiat pi cul o ce sii a me luig anguna cos mi le dat e luig a va rumanii sindc si vedn lat ciocc ionn fatt abbastttttt

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti