F F Tribuna Libera: Inglesi presi per la gola ...

lunedì 2 marzo 2015

Inglesi presi per la gola ...




"Per tre giorni buyers, ristoratori e blogger inglesi sono stati presi per la gola ed hanno avuto modo di apprezzare i prodotti delle aziende agroalimentari della provincia di Brindisi.
Si è chiuso dunque con un grande successo il “Tasting Brindisi”, educational tour organizzato dall’Isfores (azienda speciale della Camera di commercio) e riservato a 10 buyers londinesi in rappresentanza di circa 30 ristoranti e hotel della capitale inglese.

Particolare successo hanno ottenuto i vini delle cantine locali e alcune eccellenze della gastronomia locale, come i formaggi dei caseifici “Fragnite” (Ceglie Messapica) e Cavi (Cisternino), le marmellate e i rosoli della masseria “Il frantoio” (Ostuni), gli olii di Villa Buontempo (Francavilla), la pasta del pastificio “Ligorio” (Ceglie) e il capocollo di Martina Franca del salumificio “Santoro” (Cisternino).

Alcuni dei partecipanti al tour hanno già preannunciato la volontà di acquistare alcuni dei prodotti e dei vini degustati durante le visite in azienda e gli incontri B2B che si sono svolti nel pomeriggio di venerdì presso l’Ex Convento di Santa Chiara.

Molto soddisfatto Antonio Tomassini, l’amministratore di “Wine & Food Promotions”, l’impresa che ha selezionato i buyers: «Sono rimasti colpiti dalla qualità elevatissima dei prodotti e dall’ottimo prezzo di alcuni vini che potranno essere tranquillamente inseriti nelle wine-list di alcuni dei ristoranti e dei wine-bar che avevano aderito all’educational. Il bilancio del progetto Tasting Brindisi 2015 è più che positivo".

Fonte: BrindisiSera







Inglesi presi per la gola ...

9 commenti:

  1. Angelo Palma3/03/2015

    Quando gli inglesi vorranno degustare i biscotti cegliesi del Bar Centrale, i gelati e gli spumoni del Bar del Corso, i gelati e le torte del Bar Roma non sapranno dove posteggiare l'auto. La stessa cosa vale per coloro che devono recarsi ai negozi e all'Ufficio Postale.

    Il progetto di ripavimentazione di Piazza S. Antonio e quello certamente meno prioritario di Via Casale pare non tengano conto dei turisti oltre che dei cittadini. Infatti sembra vengano soppressi circa quindici posti auto senza che siano state previste le alternative.
    Ieri, primo giorno di chiusura per l'inizio lavori, non si trovava più posto in Via Muri, Via S. Rocco, Via S. Anna, nemmeno nell'intervallo di pranzo.

    Vediamo i rimedi che si potrebbero adottare durante i lavori e a regime. Gran parte di essi potrebbero valere in entrambi i casi.

    Durante i lavori si consenta eccezionalmente il posteggio con disco temporizzato in Piazza Plebiscito, 20, massimo 30 minuti. Si invitino i cittadini a servirsi dell'Ufficio postale presso Don Guanella.

    Durante e dopo i lavori si invitino i commercianti e i dipendenti delle Poste a raggiungere il posto di lavoro senza posteggiare in Via S. Rocco, Via S. Anna e Via Muri e si scoraggi la sosta prolungata in quelle vie con il disco orario (20-30'). Si consenta a costoro la possibilità di sostare nel recinto del Comune.
    Si prevedano inoltre in Piazza S. Antonio (a fine lavori), Via S. Anna, Via Muri alcuni posti dedicati e temporizzati per i clienti di Piazza S. Antonio e Corso Garibaldi (farmacia compresa).
    Si rivedano i posti riservati agli invalidi. Sinceramente ne vedo troppi. Alcuni di loro non sono dei veri e propri handicappati e altri sono scomparsi da tempo. I posti per le donne in cinta mi sembrano inutili. Sono quasi sempre utilizzati da donne senza i requisiti e soprattutto da uomini.

    Tutti questi provvedimenti forse andavano realizzati per tempo.
    Il centrosinistra mediti su queste problematiche.

    .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo3/03/2015

      Il turista inglese e non , e' abituato a lasciare la macchina lontano e farsi una passeggiata .....siamo noi , compreso tu, che vuoi entrare con la macchina nella posta!!!! Preferisci il parcheggio selvaggio del tipico cegliese (senza tra l' altro essere multati!) o una piazza ordinata e tranquilla al passeggio???

      Elimina
    2. Anonimo3/03/2015

      Cretino uno prova a costruire facendo proposte e tu invece demolisci Cretino Cretino

      Elimina
    3. Anonimo3/03/2015

      ... e la giunta cosa risponde ... ?

      Elimina
  2. Anonimo3/03/2015

    Via Casale viene sistemata con le vecchie chianche

    RispondiElimina
  3. Anonimo3/03/2015

    l'incipit è sbagliato. Gli inglesi, nei locali citati, ci devono andare a piedi o, meglio ancora, in bicicletta, passando per il centro storico (o quel che ne resta ^_^ ) e godendo delle straordinarie giornate primaverili a Ceglie. Ve lo immaginate un inglese che guida in macchina (che, poi, non credo si siano trascinati da Londra, quelli sono i tedeschi) guidare a sinistra per le strette stradine cegliesi ? Danger danger ! Ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angelo Palma3/03/2015

      L'incipit ha lo scopo di stabilire un legame tra un commento fuori tema e il post. Gli inglesi non c'entrano nulla.

      Elimina
  4. Bellissimo articolo.
    Quelle di Angelo sono proposte interessanti e a costo zero per l'amministrazione. Auspicabile nel caso si adottino le misure proposte un serio controllo iniziale per prevenire dei posteggi a disco orario per i soliti furbi.

    Mi chiedo come mai non siano state prese iniziativa in tal senso in precedenza , nè dall'amministrazione nè dall'opposizione, probabilmente ci sono dei razionali che ci sfuggono.
    O probabilmente sono tutti fortemente impegnati nelle polemiche cittadini pre-elezioni, di maggior interesse.

    RispondiElimina
  5. Anonimo3/03/2015

    Condivido le proposte di sistemazione dei parcheggi, ho soltanto qualche dubbio che la gente rispetta il disco, qualcuno sposterà la macchina per dire che è arrivato in quel momento e altre amenità

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti