F F Tribuna Libera: Ecco i dati sul turismo a Ceglie Messapica

lunedì 27 giugno 2016

Ecco i dati sul turismo a Ceglie Messapica







La scorsa settimana il Quotidiano ha pubblicato un articolo ai dati diffusi dall'Agenzia regionale per il Turismo "Puglia Promozione" in riferimento alle presenze turistiche in Puglia, in particolare per la provincia di Brindisi, nel 2015. C'è il boom di Fasano (586mila presenze, + 7,5%), Ostuni sostanzialmente stabile (poco più di 400mila, con +0.42%) mentre Carovigno ha registrato un aumento esponenziale (449mila presenze, + 20% e un aumento del +18% di arrivi). 

Qual'è la differenza tra presenze e arrivi? Le prime rappresentano il numero di clienti, italiani e stranieri, ospitati negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari) nel periodo considerato. Le seconde il numero delle notti trascorse dai clienti negli esercizi ricettivi (alberghieri o complementari). Dal rapporto tra queste due cifre si ricava il tasso di permanenza media.




Com'è andata a Ceglie?



Leggiamo sul Quotidiano:

"Nell'analisi di PugliaPromozione emerge un altro dato che interessa la provincia: a Ceglie Messapica si dimezzano le presenze di turisti italiani: dai 17mila del 2014 ai poco più di 8.400 del 2015. Tutti questi numeri, però, non tengono conto, almeno in termini di arrivi, del "sommerso", e quindi di gente che soggiorna in B&B o case vacanza abusive, non conosciute al fisco e che non comunicano presenze e arrivi agli enti preposti, ad iniziare da quelli di pubblica sicurezza".


per leggere i dati



Dalla tabella risultano in particolare: arrivi italiani 4.379 e stranieri 1.071. Presenze italiane 8.436 e straniere 5.328. Totale arrivi 5.450 e totale presenze 13.764.






Ecco i dati sul turismo a Ceglie Messapica

4 commenti:

  1. Anonimo6/27/2016

    Questo è il risultato dei concerti che hanno azzerato le casse comunali e fatto schizzare alle stelle le tasse.
    Grazie caroli, Palmisano, Locorotondo, Convertino, laveneziana, ....

    Siamo passati da estati eleganti con la ricciarelli, le mostre di Pratesi, alle pagnott cu a mortadella e risse ogni sera.
    Grazie.... e a tutti quelli che vi hanno votato e rivotato

    RispondiElimina
  2. Anonimo6/27/2016

    C'é da rilevare che, a prescindere dagli abusivi, a Ceglie nin vi sono alberghi o pensioni o similari; non esistono pou strutture di lusso come a Fasano.
    Tutto ciò semplicemente perché NON vi sono previsioni tali nello strumenti urbanistico vigente che vieta o non menziona queste ed altre attività di tipo alberghiero o commerciale.
    Possibile che in 50 anni nessuno abbia messi mano a modifiche?
    Ed in particolare, chiacchere a parte, negli ultimi 30 anni quando il turismo si è sviluppato, chi ha impedito l'aggiornamento delle regole nonostante la Regione Puglia desse mano libera in merito?
    Da allora quante amministrazioni sono passate? E chiedetevi ancora: quanti e chi sono sempre saldamente al "comando"?
    É tutto qui, pensateci, tanto é inutile PUG o meno, é comunque troppo tardi. Continuate pure ad emigrare o ad andare a giornata a Rutigliano, sapete certo chi ringraziare.

    RispondiElimina
  3. Anonimo6/27/2016

    Chiedete a chi resiste inglesi o forestieri che hanno deciso di trasferirsi qui per buona parte dell'anno Perché chi ha fatto come loro e cioe aveva deciso di stare nella nostra campagna o nella nostra citta e scappato via......???? Sicurezza sicurezza manca il perno centrale la sicurezza........ auto prese a noleggio dagli aeroporti non appena arrivati al trullo o alla villa si son visti fregare le auto...... porte finestre inferriate tutto rubato come può passare 10 15 30 giorni di vacanze o di tranquillita nella nostra citta se un turista a primo impatto sente gia l'insicurezza ?? le risse in piazza poi.... ciliegina sulla torta.....

    RispondiElimina
  4. Anonimo6/28/2016

    dalla tabella si legge che pure san vito dei normanni con 6/7.000 € di investimento per le feste estive fa meglio di ceglie... 17000 TURISTI CONTRO I 13000 NOSTRI.... POVR A NU!!! sindaco e palmisano, prendete ripetizioni da questi... che voi con 500/600.000 € all'anno di soldi dei Cegliesi avreste dovuto far volare questa città... almeno per il turismo... e poi sono anni che ci martoriate con la scuola di gastronomia, il food festival, il museo, il castello, le grotte... tutte spese folli per il turismo... e poi siamo tornati indietro di almeno 10 anni!!!??? sentite a me... la mattina, o a pranzo o la sera pure, fatevi un giro a cisternino o a ostuni... vedete pieno pieno di turisti??? stanno li senza concerti e senza niente di organizzato... quei comuni spendono 1/4 anche 1/6 di voi e sanno ottenere i risultati.
    Ho sentito il sindaco nell'intervista che dice che con le sue politiche ha "recuperato" il "gap" con gli altri comuni....E MINUMALLLL!!! datevi all'agricoltura... anzi no... che pure per quella bisogna capirci qualcosa... VI SIETE DIMOSTRATI RISULTATI ALLA MANO UN FALLIMENTO !!! A CASA VOSTRA ME' ... CAPRE !!

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti