F F Tribuna Libera: S'erano tanto amati ... anzi Amatissimi

martedì 21 giugno 2016

S'erano tanto amati ... anzi Amatissimi





Sarà capitato anche a voi di vedere coppie prima apparentemente innamoratissime che, una volta lasciatisi, non risparmiavano attacchi e insulti all'ex partner, chiedendo in qualche modo una specie di condivisione da parte dell'interlocutore dello sfogo. Situazioni abbastanza imbarazzanti e fastidiose, vero? E ti viene naturale rispondere: "ma scusa, ma se siete stati insieme tanti anni, possibile che ora sembra non c'è una cosa che andava bene?". 




Anni fa c'era anche una trasmissione che si intitolava "C'eravamo tanto amati", in onda su Rete4, che dava spazio ai vari lavaggi di "panni sporchi" di coppie all'indomani della rottura dell'idillio. Uno dei momenti più trash toccati dalla tv italiana degli ultimi decenni, ammettiamolo.




E anche in politica a volte avviene lo stesso meccanismo. Prendiamo ad esempio il gruppo di consiglieri comunali ex caroliani fuoriusciti qualche settimana fa dalla maggioranza (non si sa ancora bene quale sia stato il motivo preciso che abbia scatenato il disamoramento dopo tanto amore politico, forse disaccordi sugli assessorati?). 



(foto: Stefano Menga, fine maggio 2015)


Con alcuni di loro ho rapporti di amicizia al di là della politica, come è giusto che sia, ma dubbi e domande non possono essere archiviati. Oggi la Gazzetta del Mezzogiorno ha pubblicato un articolo sui consiglieri pentiti riportando un loro attacco a 360 gradi all'Amministrazione: i lavori al campo sportivo, le tasse alte, gli sprechi, la battaglia per l'ospedale, la videosorveglianza, i rifiuti nelle campagne, le percentuali basse di raccolta differenziata. Sembra di rileggere gli attacchi dell'opposizione da loro tanto criticata, vero?

Un attacco a 360 gradi fa nascere spontanea la domanda: scusate, ma fino a 20 giorni fa voi dove eravate? Chi sostenevate? Tutti i problemi di Ceglie li avete scoperti da un paio di settimane? Dove eravate quando per anni ci sono stati sprechi e le tasse ai cittadini arrivavano alle stelle? Li avete sostenuti quei provvedimenti o sbaglio?

Sono gli stessi consiglieri che ribattevano, con nervosismo o con sarcasmo, alle richieste e alle critiche delle opposizioni in Consiglio e nella città?  In questi mesi e in questi anni mai una critica all'Amministrazione, mai una perplessità, andava tutto bene, anzi benissimo. E guai a chi osava mettere in discussione l'operato amministrativo! Venivi accusato di disfattismo, di non amare la città e menate del genere. 

Da ricordare, come ciliegina, che i dissidenti sono tra quegli stessi consiglieri che qualche mese fa attaccavano i blog e i loro commentatori (fino a chiedere la convocazione di un apposito Consiglio comunale monotematico) perchè in questi blog emergevano critiche all'operato dell'amministrazione da loro sostenuta. Lo pensano ancora?




Da cattolici, accettiamo e apprezziamo il concetto di "pentimento" e di "conversione". Ma il pentimento e la conversione devono essere sinceri e frutto di un percorso di esplorazione di sè stessi. E la strada messapica per la "Canossa" dell'opposizione seria sembra sia ancora un po' lunga. Anche perchè, dopo il singolare caso del "ribaltone di un ribaltone" (unicum in Italia), sorge davvero il dubbio che potrebbero prima o poi, anche tornare politicamente tutti d'amore e d'accordo. Fateci sapere. 


P.s.: comunque siete sempre dei simpatici ragazzi ...





S'erano tanto amati ... anzi Amatissimi

17 commenti:

  1. Anonimo6/21/2016

    Alla Corte del re i nobili,ministri,dame,giullari,cambiavano secondo l'umore del re. Ma il re rimaneva sempre sul trono a regnare.

    RispondiElimina
  2. Anonimo6/22/2016

    Mentre tutti litigano il paese sprofonda sempre di più nel baratro......pure le Ferrovie sud est hanno deciso di non fermare piu alla stazione di ceglie.....sempre piu isolati.....niente ospedale.....forze dell ordine ridotte come un paesino di 2000 abitanti..... mo pure il treno....

    RispondiElimina
  3. Anonimo6/22/2016

    io vorrei comprare l'incazzatore personale, e v'ho detto tutto, specie dopo 360 euro di spazzatura a fronte di 100 con l' ammnistrazione federico , tra l 'altro facciamo anche la differenziata,ed il servizio lascia a desiderare, come dice l' incazzatore? ..ptuuu e nè siete tuttyi responsabili dissidenti ribaltonisti e non secondo me ptuuu!!!

    RispondiElimina
  4. Anonimo6/22/2016

    C'è anche la versione "s'erano tanto odiati " e adesso li vedi mano nella mano.
    Entrambi i casi fanno capire che abbiamo a che fare con opportunisti della politica che vanno allontanati.

    RispondiElimina
  5. Anonimo6/22/2016

    E' brutto quando non si mangia più nello stesso piatto; è brutto vedere persone che cambiano con il cambio del vento; è brutto vedere opportunisti di protagonismo; bisognerebbe far capire a questa gente che essere un amministratore pubblico non significa essere il padrone della città; bisognerebbe fargli capire che sono loro al nostro servizio e non viceversa e questo non sarà possibile fino a quando continueremo a voltarli.

    RispondiElimina
  6. Anonimo6/22/2016

    Se chiedere condivione ed educazione vuol dire essere opportunisti allora si caro anonimo siamo opportunisti

    Gianluca Argentiero

    RispondiElimina
  7. Anonimo6/22/2016

    Perchè tutti i politici dicono che le tasse sono diminuite io, tra TASI, TARI, IMU, e lml, negli ultimi cinque anni ho pagato sempre più, arrivando nel 2015 a pagare esattamente il doppio rispetto a tre anni prima.
    Ma come è possibile? Almeno non ci prendete in giro diteci che i soldi servono e che bisogna pagare.

    RispondiElimina
  8. Anonimo6/22/2016

    Siamo sempre al punto di partenza. La verità è che quelle persone (tutte) non dovrebbero proprio starci al Comune. Non cambierà mai niente.

    RispondiElimina
  9. Vittorio6/22/2016

    Le cose cambieranno solo quando andremo a votare ... rispettando noi per primi il nostro diritto al voto e non scambiandolo con false promesse ... CAMBIARE SI PUÒ ...

    RispondiElimina
  10. Anonimo6/22/2016

    Come al solito "ve spic ca nisciun è vutat Luigij".

    RispondiElimina
  11. Anonimo6/22/2016

    Nel mese di Maggio 2015 decisero tutti insieme al Sindaco Caroli di aderire al Nuovo Centrodestra, diventato il 1° monocolore d'Italia.
    Fu detto alla città che Ceglie era stata sempre abbandonata nel passato dove i politici prendevano i voti e poi remavano contro gli interessi dei cegliesi.
    Il Sindaco Caroli prendendo i voti dei cittadini ha capovolto la situazione politica senza aver avuto un confronto con la città, vi sembra normale tutto questo. ?
    La cosa più giusta che avrebbe dovuto fare è quella di rassegnare le dimissioni convocando gli elettori e i candidati delle liste per ascoltare il loro pensiero politico sulla situazione venutasi a creare, senza fare questa pessima figura di complotto con chi lo ha sempre criticato aspramente.

    RispondiElimina
  12. Anonimo6/22/2016

    Ma dove sono finiti i difensori STRENUI di Luigi, quelli per cui si è arrivati a litigare nelle stesse famiglie? Ora tutti con l'opposizione? E perché? Che schifo di paese!!!!

    RispondiElimina
  13. Anonimo6/22/2016

    Non è stata una felice candidatura:ha fatto litigare prima,fa litigare ancora adesso.Per di più lui stesso è diventato più litigioso.Come può funzionare la sua amministrazione? Bisogna resettare tutto.

    RispondiElimina
  14. Anonimo6/22/2016

    A dire il vero,la foto non documenta poi tutto questo amore condiviso. Sembra piuttosto di intravedere perplessità e sconforto da una parte,dall'altra una soddisfazione che esprime una malcelata rivalità.

    RispondiElimina
  15. Anonimo6/22/2016

    Caroli prendendosi i voti anche dei candidati che per poco non sono riusciti ha tradito gli elettori,cosa veramente bizzarra, a questo punto avrebbe fatto benissimo a dimettersi perché non ha più la maggioranza, tenendo presente il ribaltone dei quattro consiglieri che l'hanno lasciato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo6/23/2016

      Infatti...considera Gioia con 270 voti, Gasparro con 215 voti, Rodio con 200 voti...e la lista potrebbe essere ancora lunghissima. Il fatto è che Caroli sta amministrando con assessori e consiglieri che hanno preso la metà dei voti dei candidati che citavo sopra.
      I più suffragati -cioè i "più voluti" dall'elettorato- stanno a casa. Quelli che sono stati votati solo dalla loro famiglia o giù di lì amministrano....
      E' vero che la legge elettorale lo consente...non dovrebbe consentirlo la coscienza politica.

      Elimina
    2. Anonimo6/26/2016

      La coscienza politica del gruppo di Perrino non la considera nessuno chissà perché, in campagna elettorale si vota una politica antagonista ad un sindaco è dopo un anno ti ritrovi magicamente in maggioranza con il voto di quei cittadini che avevano votato contro calori...e questa la coscienza? O è una bella presa per culo?

      Elimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti