F F Tribuna Libera: RISPETTIAMO QUEL MONUMENTO!

venerdì 26 agosto 2016

RISPETTIAMO QUEL MONUMENTO!



L'amico Michele Ciracì, storico locale, lancia dalle pagine di "Ceglie Storia" un appello relativo al Monumento dei Caduti, situato in via San Rocco a Ceglie.












(foto Mimmo Barletta)


E' ritornata la pessima abitudine degli sposi che dopo la funzione religiosa, all'uscita dalla Chiesa di San Rocco brindano sul sagrato del monumento ai caduti cegliesi. Manifestazione di pessimo gusto di un popolo incivile che non ha rispetto di quel luogo sacro.

Invito il Comune ad emanare apposita ordinanza di divieto di qualsiasi manifestazione in quel luogo dedicato a quanti hanno sacrificato la propria vita per la Patria. Onoriamoli a 100 anni dalla Prima Guerra Mondiale!

Rammento alle Autorita’ competenti le leggi nazionali, i richiami della Prefettura e le particolari raccomandazioni della Presidenza della Repubblica riguardante i Monumenti ai Caduti italiani che così recitano: "Sul sagrato e nell'area che delimita il Monumento ai Caduti è severamente vietato svolgere manifestazioni non consoni al luogo sacro che ricorda i Caduti in guerra".

Un popolo che si dice civile non può e non deve bivaccare,giocare a carte, brindare, peggio portare i cani a sporcare, fare i propri bisogni fisiologici in questo luogo sacro.

(Centro di documentazione "M. Ciraci'" - Banca delle immagini - Fototeca - Ceglie Messapica)






RISPETTIAMO QUEL MONUMENTO!

2 commenti:

  1. Anonimo8/27/2016

    Da un articolo di una testata giornalistica si apprende che già nel 2012 era stata riattivata la fontana.
    Oltre al valore patriottico,nel monumento è presente anche un valore artistico.
    Tutelarlo significa rispettare la memoria dei tanti cegliesi caduti per la patria,a ricordo e nel rispetto dei quali è stato eretto.

    RispondiElimina
  2. Anonimo8/28/2016

    Michele non dice nulla di più e nulla di meno rispetto a ciò che una persona dotata di buonsenso direbbe. Il problema è proprio il buonsenso. Siamo sicuri che chi amministra ce l'abbia?

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti