F F Tribuna Libera: Conservatorio: il Comune sospende il pagamento degli stipendi

domenica 30 ottobre 2016

Conservatorio: il Comune sospende il pagamento degli stipendi



E' una delle eccellenze culturali riconosciute della nostra città. Parliamo della sede distaccata del Conservatorio "Tito Schipa". Il Quotidiano questa mattina parla di una questione legata alla retribuzione di alcuni docenti. 




Foto: Francesco Moro


IL COMUNE NON PAGA PIU'. 
CONSERVATORIO SENZA STIPENDI


"Sei docenti della sezione distaccata di Ceglie Messapica del conservatorio Tito Schipa di Lecce non percepiscono lo stipendio da sette mesi. A provvedere al pagamento degli stipendi ai sei professori è sempre stato il Comune ma nel nel marzo scorso l'ente ha comunicato la sospensione dei pagamenti agli uffici dell'istituzione musicale salentina.

A questo punto il personale in questione si è rivolto ai giudici del Tribunale di Brindisi che a giugno hanno emesso un decreto ingiuntivo rivolto sia al Comune, che ha presentato ricorso, sia al conservatorio. I contratti scadono lunedì e sino ad oggi gli interessati non hanno ricevuto alcunchè pur continuando ad insegnare".

"Al momento i docenti non vengono retribuiti. Aspettiamo di conoscere quanto stabilirà in merito la magistratura. Il personale ha presentato un'istanza ai giudici, che dovrebbero stabilire chi dovrà pagare tra il Comune e il conservatorio", ha spiegato il direttore del Conservatorio "Tito Schipa", il maestro Salvatore Stefanelli. E ha aggiunto: "All'improvviso, non conosco i motivi, il Comune ha inviato una lettera con cui ha comunicato la sospensione del pagamento degli stipendi, perchè doveva essere il conservatorio ad occuparsene. Quest'anno il Comune ha erogato le somme degli stipendi di gennaio, febbraio e marzo poi più nulla. Da parte nostra non c'è mai stato alcun cambio di rotta rispetto a quanto stabilito dalla convenzione e a quanto avvenuto negli anni precedenti. Adesso sarà la magistratura a decidere cosa fare".

La convenzione a cui fa riferimento Stefanelli è quella sottoscritta tra il ministero dell'Istruzione e il Comune di Ceglie. Da anni è quest'ultimo ente a pagare gli stipendi a sei docenti della sede distaccata del conservatorio, che provvede alle nomine e a stipulare i contratti.





Pronta la spiegazione del sindaco Luigi Caroli: "Nella lettera di marzo abbiamo spiegato alla direzione che il Comune non pagherà più gli stipendi ai docenti ma continuerà a mantenere gli impegni assunti, versando le somme dovute come contributo. Il Comune di Ceglie non può continuare a pagare personale contrattualizzato dal conservatorio. perchè loro devono nominare il personale, fare un contratto e io devo pagare? A quale titolo?". Il primo cittadino ha precisato: "Da convenzione io devo provvedere ai maggiori costi. E nella lettera al conservatorio ho spiegato che il Comune ottempererà ai suoi impegni. Spero che così come si conoscono le somme che il Comune deve, si conoscano anche i debiti che il Conservatorio ha nei nostri confronti, perchè le somme pagate dagli allievi dovrebbero essere versate a noi. E questo non avviene".





Infine Caroli auspica tempi migliori: "Spero che con l'arrivo del nuovo direttore e del nuovo presidente ci sia un nuovo percorso. La settimana prossima ci sarà un incontro per capire la strada da perseguire. Per ora il Comune si è opposto al decreto ingiuntivo. A me spiace per i docenti ma dispiace anche che il Comune debba sobbarcarsi determinate spese. Da parte mia farò l'impossibile perchè i docenti del conservatorio entrino a far parte dell'organico del ministero. Cosa che fino ad ora i rappresentanti istituzionali del territorio non hanno fatto".



Seguiremo l'evoluzione di questa storia.




Conservatorio: il Comune sospende il pagamento degli stipendi

21 commenti:

  1. Anonimo10/30/2016

    La palla passa a te onorevole. Questo è' quello che succede quando ognuno coltiva il suo giardino, con l'odio, il rancore, l'invidia tra i cosiddetti esponenti politici del territorio. Vedi Caroli e Coraci. Con i vistri capricci state depredando questo paese. Vergognatevi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/30/2016

      scusa che c'entra ora l'onorevole? sarà il giudice a decidere ora

      Elimina
    2. Anonimo10/30/2016

      Ringraziamo l'onorevole che ha salvato il Conservatorio e lo ha reso importante, questi disastri del comune lo vogliono chiudere sono peggio di Attila

      Elimina
  2. Anonimo10/30/2016

    Non vorrei sbagliare, mi pare di aver sentito che l'onorevole sia presidente o qualcosa del genere, del conservatorio . Non solo da quanto io ne possa sapere L'onorevole percepisce anche uno stipendio dallo stesso conservatorio. Non sono informatissimo forse può aiutarci Tribuna Libera a spiegare il tutto.

    RispondiElimina
  3. Anonimo10/30/2016

    "..perchè loro devono nominare il personale, fare un contratto e io devo pagare? A quale titolo?".
    perché lo dice la convenzione stipulata oramai 10 anni or sono e oramai sono 10 anni che si paga, e soprattutto perché i soldi che il comune prende dal MIUR sono per pagare gli stipendi, non per fare le strisce.
    Non è che uno si sveglia e per ripicca nei confronti dell'on. Ciracì, che è presidente non paga più!!!
    Poi vuoi assumere anche i professori di musica?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/30/2016

      In realtà non hanno più soldi...
      Hanno consumato pure quelli del conservatorio?
      Un comune prossimo al fallimento?
      E a pagare sempre e solo i cittadini!!!!

      Elimina
    2. Anonimo10/30/2016

      Nella convenzione del 2005 è scritto chiaramente che questi stipendi sono a carico del comune che grazie alla statizzazione ha risparmiato una barca di soldi, il sindaco non sa di cosa parla è veramente sta distruggendo tutto che vergogna.Tutti sanno che Nicola Ciraci' è un presidente benvoluto da tutti noi allievi, docenti e famiglie

      Elimina
  4. Anonimo10/30/2016

    L'onorevole e' nel consiglio del conservatorio e percepisce anche un lauto stipendio, nominato dal suo Pigmalione politico onorevole Fitto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è un commento simile al tuo, molto simile.
      Ad ogni modo, hai scritto una cosa non vera. Basta andare sul sito del conservatorio per verificare che l'incarico di Presidente è a titolo gratuito. Le critiche alle persone, se proprio si vogliono fare, bisogna farle su cose vere, non su insinuazioni o bugie.

      http://www.conservatoriolecce.it/images/Trasparenza_conservatorio/dichiarazione_compenso_2015_Presidente_.pdf

      Elimina
  5. Anonimo10/30/2016

    Caroli e Ciraci sul conservatorio la sanno lunga.A proposito che fine ha detto la Commissione d'inchiesta sul conservatorio? Vuoi vedere che sarà necessario nominare una commissione che indaghi che fine ha fatto la commissione? Avvocato consigliere presidente Epifani che dici?

    RispondiElimina
  6. Anonimo10/30/2016

    Ecco perché per i loro odio pagheremo noi cittadini:(!!!

    RispondiElimina
  7. Anonimo10/30/2016

    Ma se grazie a Ciraci' abbiamo ancora un Conservatorio basta a dire puttanate lo ha reso un gioiello, se Carili ha il cuore messo fatti suoi tanto oramai volge al termine.

    RispondiElimina
  8. Anonimo10/30/2016

    Non prende stipendio? France' allora è vero che vai con lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premesso che non vado con nessuno, mi sfugge il senso logico del tuo commento rispetto alla risposta alla domanda che mi era stata posta.

      Elimina
  9. Anonimo10/30/2016

    Sindaco riprenditi, speriamo che questa del conservatorio sia l'ultima delle Tue. Niente altro hai da inaugurare? Per risparmiare un po di soldi non puoi spegnere quelle benedette luci al mercato coperto abbandonato chiuso e non servibile a niente? A dimenticavo prima che il mercato coperto apra i battenti occorre fare dei lavori di ristrutturazione, l'intonaco esterno cade a pezzi dalla parte di fronte l'ospedale. Vedi vedi.

    RispondiElimina
  10. Anonimo10/31/2016

    Continua la lotta Caroli-Ciraci è il paese continua a soffrire, vedi tassa rifiuti e conferimento rifiuti, ordine pubblico, servizi deliberati e non effettuati all'ospedale,
    fibbrillatore non concesso al Comune di Ceglie, verde pubblico abbandonato, opere pubbliche non completate,
    delibere c.c.non attuate.
    Se questa è un'amministrazione del fare, fermatevi e dimettetevi tutti perché con questo secondo inciucio fatto la situazione è diventata insostenibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/31/2016

      Veramente caroli lotta arrabbiato e distrugge Ceglie mentre l'onorevole fa cose serie senza fare polemiche, solo grazie a lui abbiamo un CONSERVATORIO

      Elimina
    2. Anonimo10/31/2016

      Ma davvero vuoi incantare le scimmie il conservatorio a ceglie lo ha portato il sindaco Pietro Federico che firmò la convenzione con il ministero basta con le chiacchiere, anzi se vogliamo dirla tutta il sig. Ciraci allora semplice consigliere comunale fece il diavolo a quattro e lavorò contro il passaggio al conservatorio di lecce e poi il destino politico ha voluto che ne diventasse il presidente. La politica una brutta bestia.
      Grillo Parlante

      Elimina
    3. Anonimo10/31/2016

      Federico o Ciraci oggi c'è il ragioniere che mortifica il Conservatorio e tutti i cegliesi con le sue ripicche personali.
      Alla fine pagheremo tutto noi e molto di più.

      Elimina
  11. Anonimo10/31/2016

    Questa Amministrazione continua a comandare pur avendo fatto un accordo con uno schieramento politico diverso da quello iniziale.
    Certamente questo è il secondo inciucio che nel giro di tre ha fatto, pur di andare avanti tradendo l'èlettorato e i candidati che per pochi voti non sono riusciti a Consiglieri durante la campagna elettorale svolta nel mese di Maggio 2015.Traditori della politica.

    RispondiElimina
  12. Anonimo10/31/2016

    Che schifo i ribaltoni

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti