F F Tribuna Libera: Diamo loro una mano

sabato 1 ottobre 2016

Diamo loro una mano








Ricevo dal Parroco di San Rocco, Don Lorenzo Elia, e pubblico con molto piacere:





"Il Centro di Prima Accoglienza "Madre Teresa di Calcutta" è una struttura di proprietà della Parrochia San Rocco ma gestita insieme alla Caritas delle quattro Parrocchie di Ceglie Messapica. Il Centro è composto di due appartamenti autonomi che possono ospitare singoli o due nuclei familiari.

La sua destinazione è per i senza fissa dimora, italiani ed extracomunitari, per quanti cioè hanno bisogno urgente di un tetto, per un periodo di pochi giorni fino ad un massimo di tre mesi. Le Caritas si fanno carico non solo della ospitalità ma anche di seguire la vicenda degli ospiti, per dare ad essa un esito positivo.
Il Centro è stato inaugurato ufficialmente dal nostro Vescovo, Mons. Vincenzo Pisanello, lo scorso 10 aprile. E' quasi pronto, mancano solo alcune opere di urbanizzazione per renderlo pienamente funzionante.

Per contribuire alla realizzazione del Centro puoi fare la tua offerta minima di 10 euro. Avrai in cambio un biglietto, col quale potrai concorrere alla vincita di alcuni premi. La vincita sarà legata all'estrazione del lotto del 29 ottobre 2016. Ecco, di seguito, l'elenco dei premi:

1° PREMIO: Weekend Benessere per due persone "Boscolo Viaggi"
2° PREMIO: Stampante laser

3° PREMIO: Tablet 10'
4° PREMIO: Telefono cellulare
5° PREMIO: Macchina del caffè espresso
DAL 6° AL 25° PREMIO: Libro sulla vita di Don Oronzo Elia e Litografia dell'Artista Uccio Biondi.

Il regolamento potrai trovarlo esposto nelle quattro Parrocchie di Ceglie Messapica.
Nei prossimi giorni verranno a trovarti alcuni volontari delle Parrocchie, per chiederti di contribuire all'iniziativa. Potrai riconoscerli, perchè avranno un distintivo autorizzato dalle Parrocchie.

Il tuo contributo servirà per consegnare ai posteri un'Opera-Segno per questo Anno della Misericordia".




Diamo loro una mano

3 commenti:

  1. Anonimo10/01/2016

    Interessante il coinvolgimento di tutti i cittadini,serve a sensibilizzare il nostro animo è renderci più umani!!!

    RispondiElimina
  2. Anonimo10/01/2016

    Iniziativa lodevole. Spero che chi ne ha la possibilità faccia la carità perché comprende che è cosa giusta, e non semplicemente con la speranza di ricevere un premio.

    RispondiElimina
  3. Anonimo10/02/2016

    Dopo il contributo per l'arredamento,questo,per accedere alla struttura,è quasi un dovere.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti