F F Tribuna Libera: Mozione sull'Ospedale

venerdì 14 ottobre 2016

Mozione sull'Ospedale




I consiglieri comunali di opposizione Riccardo Manfredi, Pasquale Santoro, Francesco Locorotondo e Gianluca Argentiero hanno presentato una mozione da discutere e votare in occasione del prossimo Consiglio comunale con la quale si impegna l'Amministrazione ad intraprendere un'azione legale per l'attuazione di due delibere dell'Asl relative all'ex stabilimento ospedaliero di Ceglie Messapica. La prima delibera attiene al progetto di riorganizzazione e riqualificazione della struttura; la seconda riguarda la realizzazione  del Centro Risvegli.







Mozione sull'Ospedale

16 commenti:

  1. Anonimo10/14/2016

    Della serie...... Tand pi disc na cos!!

    RispondiElimina
  2. Anonimo10/14/2016

    5 anni in silenzio ed adesso operativi.
    Troppo tardi.

    RispondiElimina
  3. Anonimo10/14/2016

    E tardi ormai!

    RispondiElimina
  4. Anonimo10/14/2016

    Chi afferma dicendo che ormai è tardi dice delle grande fesserie, basta seguire il telegiornale regionale per mettersi l'anima in pace. Questo sicuramente è un disfattista e incompetente dell sanità, perché non difende neanche il suo interesse, figuriamoci quello degli altri.

    RispondiElimina
  5. Anonimo10/14/2016

    Chi dice che è tardi ormai per rispetto dei cittadini deve semplicemente sottoscrivere il suo commento, altrimenti non parlare proprio perché offendi quelli che hanno sempre creduto e credono nella legge.

    RispondiElimina
  6. Anonimo10/14/2016

    Chi dice che è tardi si riferisce ai firmatari della mozione i quali quando erano proni a Caroli non hanno fatto e detto nulla, ora improvvisamente si fanno promotori di iniziative a salvaguardia dell'ospedale.
    È troppo tardi in quanto non vi crede più nessuno.
    Ci vuole coerenza nella vita.

    RispondiElimina
  7. Anonimo10/14/2016

    Vi siete ricordati troppo tardi!!!il centro risveglio andrà al San Raffaele!!!!investite il vostro tempo X migliorare i servizi già attivi è magari integrarne altri!!!!!

    RispondiElimina
  8. Anonimo10/15/2016

    I FIRMATARI DELLA MOZIONE RIGUARDANTE LA SITUAZIONE DELL'OSPEDALE HANNO FATTO SICURAMENTE UN'AZIONE MERITEVOLE, SOSTITUENDOSI AL SINDACO IL QUALE SI E' CHIUSO IN UN TOTALE SILENZIO TRASCURANDO IL PROBLEMA.
    "E' TROPPO TARDI IN QUANTO NON VI CREDE PIÙ' NESSUNO" QUESTO DIMOSTRA CHIARAMENTE L'INERZIA COMPLETA DEL SINDACO NEL DIFENDERE I CITTADINI FACENDO TRASCORRERE OLTRE TRE ANNI DAL SUO INTERVENTO.

    RispondiElimina
  9. Anonimo10/15/2016

    L'anonimo che si riferisce che quando erano proni a Caroli"
    VORREI DIRE A QUESTO SPROVVEDUTO CHE SICURAMENTE NON HA LA COMPETENZA DI PARLARE DI SANITÀ' CHE IL PIANO DI RIORDINO OSPEDALIERO, ALLA DATA ODIERNA, NON E' STATO ANCORA DEFINITIVAMENTE APPROVATO, OLTRETUTTO ESISTE IL PARERE SFAVOREVOLE ARRIVATO DALLA COMMISSIONE REGIONALE SANITA'.
    E POI QUESTO FALSO POLITICO SI E' MAI CHIESTO PERCHÉ' A NOI NON HANNO MAI ATTUATO QUANTO DELIBERATO DALLA STESSA REGIONE PUGLIA, E' QUESTO L'ARGOMENTO DELLA DISCUSSIONE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/15/2016

      A TUTTI QUESTI COMMEDIANTI DELLA POLITICA CHE MISTIFICANO I VERI PROBLEMI, VORREI DIRE DI FARNE ALMENO DI PARLARE, PERCHÉ' LA SANITÀ'PER QUESTO PAESE E' UN ARGOMENTO, MOLTO SERIO.
      SICURAMENTE LA POLITICA SI DEVE INTERROGARE PER L'INADEGUATA AZIONE SVOLTA A FAVORE DEI CITTADINI, FACENDO VENIR MENO ANCHE IL DIRITTO DI ASSISTENZA SANITARIA.
      QUINDI, A QUESTO PUNTO, E' UN ATTO DOVUTO DIMETTERSI.

      Elimina
  10. Anonimo10/15/2016

    A chi scrive MAIUSCOLO e quindi gridando, deve sapere che non si può essere proni a Caroli e dire sempre vatuttobene, estate fantastica, quanto siamo bravi, e poi dopo essere stati defenestrati dire che vatuttomale, cola ruggine e mozione su ospedale.
    Ci ricordiamo bene di voi tutti impettiti a portare lo strascico di Caroli e ora testa bassa a dire che vatuttomale.
    È troppo tardi... non vi crede più nessuno.
    Iacchiativ na fatia
    E sia bene inteso.... che per i servi di oggi e per lo stesso ragioniere la situazione è ancora peggio.
    Ignoranti e presuntuosi.

    RispondiElimina
  11. Anonimo10/15/2016

    In questo momento la cosa che interessa ai cittadini è partecipare alla lotta per l'ospedale.
    Le chiacchiere o i trucchi della politica ai cittadini non interessano.
    La cosa da apprezzare in questo momento è l'iniziativa intrapresa in modo più o meno esplicita da parte di taluni, quindi andate avanti che i cittadini sono con voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/16/2016

      Visto tutti i voltagabbana io non mi fido più di nessuno.
      Io sto con chi sta sempre dalla stessa parte.

      Elimina
  12. Anonimo10/16/2016

    Vorrei dire a questi personaggi che mistificano la politica, che i problemi del nostro ospedale vanno sempre ed in ogni modo risolti.
    Non serve il colore politico di appartenenza, ma bensì salvare l'interesse generale della città.
    Non è possibile che per difendere un diritto inviolabile quale l'assistenza sanitaria, i cittadini devono fare una petizione popolare per far valere i loro diritti.
    Oltretutto sino a questo momento non abbiamo constatato da parte di nessuno della politica la difesa delle ragioni giuste e a breve verificheremo veramente quali sono gli imbroglioni e quali sono quelli che si occupano di questo problema.

    RispondiElimina
  13. Anonimo10/16/2016

    Non si riesce a capire perché il sindaco non vuol prendere in considerazione la petizione popolare essendo un suo dovere.Oltretutto non ha voluto prendere altre iniziative quale quella di chiedere alla commissione sanità della Regione Puglia di essere ascoltato per raggiungere una decisione positiva.Certo che la responsabilità principale va data a questa Amministrazione per non aver saputo gestire questa grave situazione.Il minimo da chiedere sono le dimissioni del Sindaco.

    RispondiElimina
  14. Anonimo10/17/2016

    Sindaco la Commissione Sanità della Regione Puglia è stata convocata per il 19 Ottobre, sarebbe giusto e doveroso da parte sua farsi ascoltare urgentemente sulla nostra struttura sanitaria, per rispetto ai cittadini di questa comunità.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti