F F Tribuna Libera: Robin Hood alle grotte di Montevicoli

mercoledì 26 ottobre 2016

Robin Hood alle grotte di Montevicoli







ROBIN HOOD DALLA FORESTA DI SHERWOOD ALLE GROTTE DI MONTEVICOLI DI CEGLIE MESSAPICA
Le vicende di Roberto di Legno per l'ultimo appuntamento con "Teatro di nascosto".


Martedì 1 novembre alle ore 18.00, con il terzo appuntamento di "Teatro di nascosto" si conclude il "ciclo dei fuorilegge nelle Grotte di Montevicoli". A far da padrone tra stalattiti e stalagmiti dopo pirati e briganti, questa volta il paladino della giustizia "Robin Hood - la storia di Roberto di legno che colpiva nel segno" di e con Enrico Messina e Giuseppe Ciciriello.

Ladro e brigante, bandito e gentiluomo, il “miglior arciere d’Inghilterra” diventa, nella tradizione delle ballate popolari, la figura di colui che si ribella alle ingiustizie sociali e alle prepotenze dei dominatori. Brigante e paladino insieme, offensore dei ricchi, dei potenti e dei proprietari terrieri titolati, Robin è dunque dalla parte dei contadini e dei pastori: “ruba ai ricchi per dare ai poveri”.
Difensore del popolo angariato dai potenti o più semplicemente coraggioso furfante che ignora i vincoli del diritto, Robin incarna in sé l’aspirazione universale dell’uomo alla libertà. Le sue gesta sono la ricerca, se non l’affermazione, di una dignità umana che riscatti una vita marginale e degradata. C’era una volta un famoso bandito che si sforzò di diventare qualcos’altro...

"Teatro di Nascosto" è organizzato da Armamaxa Residenza teatrale nell’ambito del "Programma regionale di spettacolo dal vivo per la valorizzazione delle risorse sulturali ed ambientali della Puglia - 2016" finanziato dal Fondo di sviluppo e coesione FSC 2007-2013 – APQ rafforzato “Beni ed attività culturali”, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica.




Robin Hood alle grotte di Montevicoli

1 commento:

  1. Sì va bene, ma non possono fare sempre le stesse cose e poi, a Ceglie, non c'è più un pubblico adulto?
    D. L.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti