F F Tribuna Libera: Torniamo a parlare dei campi da golf

lunedì 17 ottobre 2016

Torniamo a parlare dei campi da golf






Qualche settimana fa abbiamo parlato del progetto che prevede la realizzazione del campo da golf a 18 buche – con annessi club house e insediamenti edilizi – che dovrebbe sorgere tra uliveti e vigneti nelle campagne tra Francavilla Fontana e Ceglie Messapica. Clicca qui e Clicca qui per rileggere i post





Sull'argomento, ricevo e pubblico alcune osservazioni presentate dal 
Coordinamento provinciale Arci Caccia di Brindisi.


"Questa Associazione ritiene di dover far rilevare il proprio disappunto in merito all'operazione di realizzazione del campo da golf, in agro di Francavilla Fontana in Provincia di Brindisi.
Condividendo le motivazioni ostative manifestate, in quest'ultimo periodo, dai diversi soggetti istituzionali e da diverse associazioni di categoria, si vogliono addurre le perplessità avvertite dal mondo venatorio ed ambientale.

In primis, si ritiene irrealizzabile l'opera dal punto di vista dell'impatto botanico-vegetazionale. Infatti l'opera prevede la realizzazione, su un'estensione di oltre 130 ettari, di percorsi in erba alloctona per 18 buche, con l'inevitabile distruzione di macchia mediterranea e muretti a secco. Inoltre, viene facile il sospetto, che si dovrà ricorrere a prodotti fitofarmaci, per il mantenimento di tali manti erbosi, e al contempo l'inibizione della ricrescita delle specie vegetali autoctone, di pregevole valore floristico.

Bisogna ricordare ai signori proponenti, ma soprattutto agli enti delegati al rilascio delle autorizzazioni, se nel caso se ne siano inavvertitamente dimenticati, che l'opera ricade in area vulnerabile da contaminazione salina, come previsto dal Piano di Tutela delle Acque, approvato con Delibera del Consiglio Regionale n° 230 del 20/10/2009. L'alimentazione idrica di tre laghi artificiali e la necessità di mantenimento dei prati, specie nel periodo estivo particolarmente arido, comporteranno il fabbisogno di approvvigionamento idrico di ingenti volumi d'acqua, che verranno inevitabilmente soddisfatti con l'emungimento dalla falda artesiana, con conseguente risalita del fronte salino, fenomeno già ¡n allarmante stato di avanzamento. Con cognizione di causa, non si riesce a credere che il fabbisogno idrico, possa essere soddisfatto dal fantomatico sistema di raccolta delle acque piovane, proposto nel progetto.

Questo fenomeno inciderà negativamente, per un periodo di tempo non quantificabile, non solo sui 130 ettari interessati dal progetto, ma su tutte le attività agricole del circoncario, già in forte crisi economica.

Altrettanto allarmante è la sottrazione di 130 ettari al territorio agro-silvo-pastorale, già gravemente interessato dai fenomeni di consumo di suolo e devastazione ambientale, tanto da comportare gravi ripercussioni sulla fauna stanziale e migratoria, con influenze negative sugli habitat naturali e sulle rotte di migrazione degli uccelli.

Si rammenta inoltre, che nell'area poco più a nord di quella oggi interessata da questo "pregevole e lodevole progetto di riqualificazione pseudo-ambientale", poco anni addietro, è stato realizzato un parco eolico con dieci aerogeneratori che ha stravolto le rotte migratrici, inibendo il passo autunnale. Eppure nel progetto ed in fase di rilascio dell'autorizzazione, ci era stato garantito che l'opera non avrebbe comportato impatti significativi.

Alla luce delle cattive esperienze passate e sulla base delle nostre competenze, sentiamo il bisogno urgente di manifestare il nostro totale disappunto nei confronti di questo ennesimo attacco al nostro amato territorio messapico".
Il coordinamento provinciale Arci Caccia di Brindisi

Presidente Vincenzo Vitale





Torniamo a parlare dei campi da golf

28 commenti:

  1. Anonimo10/17/2016

    Non erano poi tanto sbagliati i commenti anonimi di tutti quei "poveracci" anonimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qua siete tutti anonimi, anonimo.
      Paurosoni, mannaggia vostra ... :)

      Elimina
  2. Anonimo10/17/2016

    Io proporrei l'abolizione della caccia.
    È una vergogna. I cacciatori possono entrare in fondi privati, sparano piombo che inquina i terreni con le cartucce che lasciano per terra, uccidono uccelli di cui non si sente proprio la necessità di alimentazione, e proprio loro devono parlare di tutela ambientale?
    Ma state zitti che fate più bella figura.
    NO ALLA CACCIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/17/2016

      Condivido.
      I cacciatori dovrebbe solo stare zitti.
      Proprio loro parlano di rispetto dell'ambiente?

      Elimina
    2. Anonimo10/17/2016

      a voi i campi da golf vanno bene?

      Elimina
    3. Anonimo10/18/2016

      Meglio il golf che i cacciatori.
      Proprio non c'è paragone.
      Meglio stare zitti.
      Purtroppo ceglie ha anche questa piaga enorme. Tutti cacciatori

      Elimina
    4. Anonimo10/18/2016

      Mi fate capire voi che fate di bello nella vita e cosa fate per parlare cosi per tutelare l'ambiente. P.c

      Elimina
    5. Anonimo10/18/2016

      Uno che non fa nulla fa sicuramente molto di più di un cacciatore che spara pallini di piombo a uccellini, e butta cartucce per terra, e calpesta seminato e terreno altrui.
      Sparatevi al vostro uccellino.

      Elimina
    6. Anonimo10/18/2016

      Allora visto che parli che buttiamo piombo in aria da ora stesso non prendere la macchina che sprigiona molto piombo visto che mi sembri uno dei tanti speudo ambientalisti italiani che predicano bene e razzolano male

      Elimina
  3. Anonimo10/17/2016

    Bisogna compattare tutte le sinergie,politiche e istituzionali, presenti sul territorio, per impedire che si faccia questo ulteriore scempio ambientale.Anche i cittadini, i comitati ,gli organi di informazione hanno il dovere morale di tutelare la natura del territorio,salvaguardandone le peculiarità e reclamando la valorizzazione di ciò la natura ha offerto e l'uomo saggio ha conservato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/18/2016

      Stiamo ancora aspettando che il turismo, l'agricoltura e tutte le minchiate che dite, assorbano i lavoratori lasciati a terra dalla deindustrializzazione.

      Elimina
  4. Anonimo10/17/2016

    Nò ai campi da golf. Nò alla caccia. Favorite e aiutate l'agricoltura, incentivate la crescita, valorizzate i prodotti agricoli del posto. Basta stravolgere il territorio, ci pensano già i fenomeni atmosferici. Basta inventare progetti per fare altri danni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/18/2016

      il programma per morire di fame.

      Elimina
  5. Anonimo10/17/2016

    No alla caccia, oppure ogni cacciatore può esercitare solo nella sua proprietà. E non in quella degli altri. Facile esercitare la caccia nel fondo degli altri, é come dire: ogni fess met scop a cinq.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/18/2016

      Esiste la legge se vuoi che nessuno entri nella tua proprieta recinzione sino a 180cm alta e risolvi il problema.

      Elimina
    2. Anonimo10/18/2016

      Quindi devo recitare a mie spese un aerea di qualche ettaro per non far entrare i cacciatori.
      Quindi devo spendere 2.000 - 3.000 euro se non di più
      Se poi ho un bosco non ne parliamo proprio.
      Ma spara al tuo uccellino.

      Elimina
    3. Anonimo10/18/2016

      Allora non ti lametare sino a quando la legge ce lo consente lo faremo.dora in avanti tutti quelli che la pensano come te non andrete neanche a raccogliere gunghi verdure spontanee ecc.p.c

      Elimina
    4. Anonimo10/18/2016

      Quindi raccogliere fungi o verdure è la stessa cosa come quella di entrare in un fondo privato armato di fucile e sparare a uccellini, riempiendo il terreno di piombo e cartucce?
      Andiamo bene!!!!
      Per non parlare poi del rumore che spaventa cani, gatti o altri animali che uno ha in campagna.
      La caccia è ignoranza.

      Elimina
    5. Anonimo10/19/2016

      Se hai letto i miei commenti da è visto che fai tanto lambientalista dei miei stivali da oggi non usare piu la macchina non accendere la caldaia che inquina molto di piu di poco piombo che spariamo noi.e poi lei stava parlabdo di entrare in proprietà aktrui abche a raccogliere funghi e verdure spontanee si entra in altre proprietà io ne so qualcisa perché nel mio boschetto ne vengono in paracchi per raccogliere funghi. P.c

      Elimina
  6. Anonimo10/17/2016

    In Italia basta essere rappresentati di una piccola sigla per bloccare tutto...... un paese impantanato.....

    RispondiElimina
  7. Anonimo10/18/2016

    Proporrei ai cacciatori un bel corso avanzato di golf!! bastt cu li scuppett!!

    RispondiElimina
  8. Anonimo10/19/2016

    qua tutti contro la caccia perchè si uccidono gli uccellini e poi vi mangiate quelle belle costate di vitello o le bombette o vi fate quei bei panini cegliesi con la mortadella! di vitellini e maialini non si dispiace nessuno?ipocriti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/19/2016

      Bravissimo in italia sono diventati tutti pseudo ambientalisti pero usiamo la macchina pure per andare al fruttivendolo sotto casa poi quando andiamo nei ristoranti prendiamo arrosto di agnello tagliata di vitello ecc.ecc. ma fatevi un esame di coscienza. P.c

      Elimina
  9. Anonimo10/19/2016

    Anche l'ipocrisia si coltiva.Radica e dà i suoi frutti.

    RispondiElimina
  10. Anonimo10/19/2016

    Le solite giustificazioni da ignorante.
    La caccia è un gioco inutile.
    Buttarla tutta nel populismo che le macchine inquinano o si mangia il prosciutto è sinceramente da stupidi.
    Dovremmo mangiare carne il meno possibile in quanto cancerogena, e si dovrebbe utilizzare la macchina il meno possibile.
    Andare a caccia per il gusto di uccidere uccellini è inutile e stupido.
    e spero che un giorno venga abolita.
    Il rispetto per l'ambiente è lontano anni luce da chi armato di fucile spara a uccellini.
    Spero che i vostri figli vi educano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/19/2016

      Se ti firmi poi vediamo chi è ignorante tra tutti e due la caccia non è un gioco ma una passione che nella mia famiglia si è trasmessa di generazione in generazione. E si forse ti conviene a te dire che è da populismo che le macchine inquinano ecc ecc.poi mi dici il gioco intelligente che fai tu.p.c.

      Elimina
  11. Gli integralismi non sono mai cosa buona, nè da una parte nè dall'altra.
    Aggiungo che l'argomento è fuori tema rispetto al post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/19/2016

      Be tanto fuori tema no visto che l'argomento è nato pet ina lettera di un'associazione venatoria. P.c

      Elimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti