F F Tribuna Libera: Al voto per il nuovo Consiglio provinciale

lunedì 19 dicembre 2016

Al voto per il nuovo Consiglio provinciale





Con la vittoria del “no” al referendum, per volontà degli italiani la soppressione definitiva delle province non c’è più stata e dunque, nonostante siano state negli anni scorsi depotenziate nelle loro funzioni, toccherà a breve rinnovare i Consigli provinciali. Ma, badate bene, non saremo noi cittadini a votare ma i consiglieri comunali e i sindaci dei vari comuni del territorio provinciale. E quindi anche i consiglieri comunali cegliesi. In pratica gli amministratori si voteranno, come sapete, tra di loro in base alle liste presentate.





Il voto riguarderà solo il Consiglio provinciale (che si rinnova ogni due anni, al contrario del Presidente della Provincia che viene eletto, tra loro stessi, dai sindaci dei comuni della provincia). Al momento presidente della Provincia è il sindaco di Francavilla Fontana Maurizio Bruno.

Oggi è scaduto il termine per presentare le liste di amministratori all’interno delle quali i vari sindaci e consiglieri comunali dovranno scegliere (potranno votare solo la lista oppure la lista e uno dei candidati). Ed è nata un po’ di agitazione.



    in attesa del simbolo del listone Pd-Fi-ecc.



Già, perché sono solo due le liste presentate. Una che vede insieme Conservatori e Riformisti, Noi Centro, Fratelli d’Italia. L’altra invece vede insieme esponenti di Partito Democratico, Forza Italia, Partito Socialista, Nuovo Centrodestra e Udc.

Nel frattempo, crescono i malumori a livello provinciale all’interno di entrambe le parti principali che costituiscono questo anomalo esperimento (PD/Forza Italia) deciso dai responsabili provinciali dei rispettivi partiti Luigi Vitali e Maurizio Bruno (clicca qui).





Ci chiediamo: cosa accadrà nel Consiglio comunale di Ceglie Messapica? Proviamo a fare riferimento ai gruppi rappresentanti nell'assemblea.





I due candidati cegliesi in lista




Forza Italia è rappresentata dal consigliere  Cesare Epifani (che è anche candidato a consigliere provinciale per la lista PD-FI-Ncd) che, dunque, dovrebbe votare il listone Pd-FI così come (salvo smentite) potrebbe votarlo l’unico consigliere del Pd Rocco Marrazza

L’Ncd, che pure era alleato di Forza Italia e delle liste caroliane alle comunali, non esiste più in Consiglio dopo il passaggio di Francesco Locorotondo e Pasquale Santoro alla lista “Noi centro” (quest'ultimo è il secondo candidato cegliese - come capolista - di Terra di Brindisi) che si trova a sfidare il listone Pd-Forza Italia. 


E gli altri?





Il sindaco e gli altri consiglieri di maggioranza sono espressioni di liste civiche e dunque “a primo acchitto” non siamo in grado di sapere quale delle liste voteranno (ma, verosimilmente, dovrebbero convergere anche loro sul listone PD/Forza Italia/Ncd). Stessa cosa, probabilmente, per i perriniani di “Democrazia cegliese”.

Nell’opposizione, bisognerà vedere anche cosa voteranno il consigliere della sinistra Nicola Trinchera (Sel -  Sinistra Italiana) e il consigliere civico di centrosinistra Pietro Mita oltre che Riccardo Manfredi e Gianluca Argentiero che hanno costituito un gruppo civico di opposizione chiamato “Liberi e forti”.  












Un quadro politico bello articolato, vero?

A questo punto la domanda: visto che Le Province devono continuare ad esserci e svolgere anche alcune funzioni importanti (clicca qui) e con sempre meno risorse, non sarebbe meglio - vista questa "marmellata" trasversale che ci stanno servendo i partiti in queste ore - che fossimo noi cittadini ad eleggerci direttamente e chiaramente i nostri rappresentati e le rispettive maggioranze? Voi che dite?




Provincia, il "listone" esce allo scoperto: "Polemiche st

ECCO LE LISTE COMPLETE:

Listone Pd, Ap-Ncd, Psi, Udc e Forza Italia: Giovanni Barletta, Giuseppe Cavallo, Cesare Epifani, Piero Iaia, Francesco Mingolla, Claudio Moncullo, Giuseppe Pace, Teodoro Pierri, Angelo Presta, Chiara Saracino, Domenico Tanzarella e Damiano Flores.

Lista Terra di Brindisi (ex Forza Italia, Lista Schittulli, Conservatori e riformisti e altre formazioni di destra): Pasquale Santoro, Christian Continelli, Antonio Antonucci, Giovanni Bruno, Marina Miggiano, Lelio Lolli, Serena Missere, Pino Trinchera, Maria Zigrino, Maria Rollo, Lucia Trinchera e Luigia Albanese.






Ricevo e pubblico un comunicato di "Noi Centro":

Per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Brindisi il nostro candidato in rappresentanza della nostra Ceglie è il consigliere comunale Pasquale Santoro. Dopo una scelta democratica degli alleati ed una consultazione con tutti i componenti del Movimento NOI CENTRO, nel rispetto delle norme istituzionali e della politica, con il presidente Massimo Ferrarese abbiamo deciso di candidare gli uomini più rappresentativi a livello provinciale. Lo scenario che si è venuto a creare con l’accordo PD-FI è imbarazzante anche per loro stessi, ma grave è stata questa scelta perché qualcuno ha approfittato di una legge elettorale che estromette i cittadini dal voto. E’ palese che ci siamo contraddistinti dai nostri avversari non solo per lo spirito democratico con il quale la lista e gli accordi sono stati presi ma soprattutto per il rispetto verso i nostri elettori  non svendendo il loro voto ed i loro ideali cosi come, purtroppo, è accaduto per il vergognoso accordo tra Partito democratico e Forza Italia.

Domenico Convertino
Segretario cittadino NOI CENTRO




Comunicato dell'on. Nicola Ciracì (Conservatori e Riformisti):

"Abbiamo realizzato con il contributo di tanti amministratori  una lista per le elezioni provinciali che rispetta la parità di genere, con sei uomini e sei donne, che rispetta in maniera proporzionale il Sud, il Nord del territorio e lo stesso capoluogo, una lista senza inciuci e del tutto alla luce del sole che, malgrado i danni causati dal PD di Renzi con la legge Delrio, avrà come primo impegno la tutela dei lavoratori della Santa Teresa e di tutti i dipendenti dell'ente. Ribadisco lo sconcerto per la svendita di Forza Italia al PD, fatto che sta provocando indignazione all'interno di ambedue le forze politiche. Inoltre, un PD che presenta una lista composta da 11 uomini più una candidatura fuori tempo massimo sono il segno di come Bruno abbia ridotto il suo partito e purtroppo l'ente che gestisce"




Al voto per il nuovo Consiglio provinciale

16 commenti:

  1. Anonimo12/19/2016

    e poi si meravigliano che le persone non vanno più a votare ..... e chi voti se stanno tutti insieme?

    RispondiElimina
  2. Anonimo12/19/2016

    Ma due migliori di questi non si potevano trovare, stiamo uccisi.io non li voterei mai.

    RispondiElimina
  3. Anonimo12/20/2016

    Poveri noi che fine stiamo facendo, poi la gente si lamenta dei personaggi che ci rappresentano.A questo punto non andrò più a votare, perché alla fine gira e rigira ti trovi persone che dei problemi dei cittadini non conosce niente e non riesce a capire i veri problemi che oggi esistono. Facciamoci tutti un esame di coscienza perché quado si va a votare si devono scegliere brave persone e competenti.

    RispondiElimina
  4. Anonimo12/20/2016

    Abbast non raccontate più chiacchiere ai cittadini,altro che non svendere il loro voto è i loro ideali.
    Poco tempo fa avete fatto un inciucio politico e adesso venite a raccontare ai cittadini che non tradite ?
    Per piacere cambiate argomento è sicuramente mestiere perché la politica non è per voi.

    RispondiElimina
  5. Anonimo12/20/2016

    Finalmente qualche comune vicino ha discusso il tema della trasparenza amministrativa incontrando i cittadini e le associazioni e questo merito va dato alla città di Ostuni che ieri 19 c.m.ha discusso queste iniziative buone,perche' viene affrontata la trasparenza sugli atti amministrativi e non invece come fanno al comune di Ceglie Messapica che non non rispondono alle richieste delle persone.
    Questa è la vera democrazia per la collettività cioè trasparenza,condivisione nelle scelte, partecipazione sociale e non discriminazione o meccanismi particolari per nascondere i problemi.

    RispondiElimina
  6. Anonimo12/20/2016

    Una cosi non c' è più da tanto tempo.Lo dimostra lo status quo.

    RispondiElimina
  7. Anonimo12/20/2016

    Certo che a Ceglie stiamo proprio “frcatt”… in consiglio provinciale, quello che ne rimane e per quello che conta (poco in ambedue i casi), essere rappresentati da *** o ***…veramente fa stare male… la città di Giuseppe Elia e di Mario Annese, di Don Oronzo Elia e di Emilio Notte, di Cataldo Agostinelli e di tanti altri illustrri cegliesi! Come stiamo ridotti male!!

    RispondiElimina
  8. Anonimo12/20/2016

    Per cortesia, non arrecate più danno a questo paese, il quale per essere rimesso a camminare da solo dovrà passare molto tempo.
    Vedi situazione disastrosa per l'ospedale abbandonato da tutta la politica locale e nessuno escluso, verde pubblico abbandonato, randagismo, cittadini senza lavoro, mentre per la provincia fate accordi col PD per ottenere un'altra poltrona e noi cittadini che vi abbiamo votati stiamo a guardare l'inciucio che voi fate a qualsiasi livello.
    Abbast andatevene tutti a casa perché avete fatta un'ammucchiata politica.

    RispondiElimina
  9. Anonimo12/20/2016

    È vero che stiamo ridotti mali,si parla troppo di cose insensate e non si affrontano i veri problemi che affliggono il paese.
    Noi siamo come quei giocatori del calcio che tutti vogliono giocare e quando vengono mandati in campo proprio loro sono i primi che fanno schifo.
    Sono d'accordo con il cittadino che ha manifestato che manca al comune la trasparenza e la condivisione del popolo,il quale mai è stato ascoltato sulle scelte che vengono fatte con stranezza,specialmente quando sono contrari ai principi del popolo, il quale ha sempre ragione perché è colui che paga le tasse.
    Basta vedere gli inciuci che vengono eseguiti al fine di ottenere qualcosa per loro stessi e poi vanno a chiedere il voto o la fiducia al popolo.
    Come per esempio qualcuno che parlava che in silenzio l'Amministrazione stava ottenendo dei risultati positivi sulla struttura ospedaliera dove i lavori dei servizi sarebbero avvenuti a Settembre quando adesso si parla di spostamenti completi, di verde pubblico disastrato, di strade con grosse buche, mercato settimanale dove vengono dimenticati rifiuti e nessuno controlla per non parlare di opere pubbliche inaugurate senza essere completate e PUG fatto a loro piacimento ecc.
    Di fronte a queste scelte non mi resta che dire abbandonate la politica e andate tutti a lavorare se siete capaci.

    RispondiElimina
  10. Anonimo12/20/2016

    Il segretario cittadino noi centro possiamo sapere chi sono gli iscritti che hanno deciso che fosse lui il segretario, oppure sono soltanto lui è Locorotondo i tesserati.
    Visto che parla di vergognoso accordo tra FI/PD.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/20/2016

      Se ti iscrivi pure tu allora potrai avere i diritti che spettano a chi è iscritto a quel partito o movimento, per il resto cambia aria che ti può solamente fare bene , ne hai bisogno
      Trullo Bianco

      Elimina
  11. Anonimo12/20/2016

    Ma i cittadini non votano a queste elezioni provinciali ( guardano o tifano) .
    Pensate se passava la schiforma del giovanotto ,il popolo solo comparse ,,ci avrebbero imposto le facce che piacciono ai chi comanda nei partiti oramai composti da pochi intimi e parenti

    RispondiElimina
  12. Anonimo12/20/2016

    Abbast Abbast i cittadini sono saturi di tutte le chiacchiere che raccontate.
    Non mi posso scrivere perché ti sei votato da solo a segretario cittadino se ti dimetti possiamo rifare il segretario così saremo in due, tre oppure quattro o chi sa quanti e possiamo eleggere il nuovo segretario.

    RispondiElimina
  13. Anonimo12/20/2016

    Non dimentichiamo che chi fa politica oggi lo fa soprattutto per tornaconto personale.Perciò non la molleranno la poltrona.Tra l'altro non sanno nemmeno fare un altro lavoro.Essendo specialisti solo negli inciuci.

    RispondiElimina
  14. Anonimo12/21/2016

    Prendere almeno la terza media no eh???
    State sempre sui blog a sindacare tutto e non sapete neanche la differenza tra verbi e congiunzioni......

    RispondiElimina
  15. Anonimo12/22/2016

    Visto che proprio tu sei un analfabeta possiamo sapere quante persone avete la tessera al partito noi centro.
    E poi, non te la prendere più di tanto pur avendo perso Filip cu tut u panare, non ti resta che fare un'altro inciucio.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti