F F Tribuna Libera: Un aiuto al commercio, anche a Ceglie

lunedì 13 febbraio 2017

Un aiuto al commercio, anche a Ceglie




E’ una importante iniziativa fortemente voluta dalla Regione Puglia. Si tratta dei Distretti Urbani del Commercio


Cosa sono? Il regolamento regionale li definisce “organismi che perseguono politiche organiche di riqualificazione del commercio per ottimizzare la funzione commerciale e dei servizi al cittadino. Sono costituiti da operatori economici, pubbliche amministrazioni e altri soggetti interessati, di un ambito territoriale delimitato caratterizzato da un’offerta distributiva integrata ed in grado di esercitare una polarità commerciale almeno locale”.




Diversi Comuni pugliesi si sono dimostrati interessati a partecipare a questo progetto: sono stati in 37 giovedì 9 febbraio al Cineporto di Bari, a firmare il protocollo con l’Assessore regionale. Tra questi anche il Comune di Ceglie Messapica, che con provvedimento di venerdì 10 febbraio - LINK - ha dato mandato all'assessore comunale di sottoscrivere il protocollo con la Regione.






Al Protocollo è allegata una scheda di proposta progettuale, in pratica le linee guida per portare a termine la costituzione dei Distretti.

Come “funzionerà” la concessione dei finanziamenti regionali? Quello della settimana scorsa è solo il primo passo. Il prossimo sarà la pubblicazione di un bando con cui la Regione finanzierà i progetti per la realizzazione dei distretti e le attività di prima animazione e comunicazione degli stessi. L’altra parte dell’investimento, invece, sarà a carico dei Comuni e dei commercianti che vorranno partecipare presentando un progetto che sarà valutato dalla Regione.

I progetti presentati dai Comuni dovranno prevedere il miglioramento dell'arredo urbano, la riqualificazione delle aree mercatali, la valorizzazione delle botteghe, dei negozi e dei ristoranti storici, la realizzazione di punti informativi sugli esercizi commerciali anche con riferimento all'accoglienza turistica, azioni di riqualificazione degli addetti e di animazione del territorio. 



Auspichiamo naturalmente che anche il nostro Comune presenti un buon progetto e rientri nelle iniziative finanziate dalla Regione. E’ una buona occasione di sviluppo e di sostegno ad un settore come quello del commercio che attraversa anche nella nostra città un momento non facile.

Allo stesso tempo, ci permettiamo di sollecitare il Comune ad attuare con sollecitudine anche la misura essenziale per andare incontro alle imprese cegliesi: una vera riduzione del carico della tassazione locale che fino ad oggi ha continuato a riguardare pesantemente le attività economiche (e le famiglie) della nostra città, già in difficoltà.





Un aiuto al commercio, anche a Ceglie

4 commenti:

  1. Anonimo2/14/2017

    Scusate ma l'idea progettuale del comune di Ceglie con quali idee è stata presentata? Sono stati sentiti i commercianti e gli addetti ai lavori, le associazioni del settore? Non mi dite che l'ho hanno fatto i consiglieri Antelmi e Gianfreda per nome e per conto della confcommercio che a brindisi non esiste più in quanto in liquidazione.
    A proposito che fine ha fatto il piano del commercio commissionato e pagato da Ciraci Caroli e Antelmi e Gervasi quando erano d'amore e d'accordo? Se non erro è chiuso in un cassetto perché inservibile ma lo hanno pagato?? Caro sig. Monaco ti ho dato qualche spunto prova a scavare magari a qualche consigliere gli torna la memoria

    RispondiElimina
  2. Anonimo2/14/2017

    Sig. Monaco complimenti nell'aver spiegato bene a cosa si riferisse il protocollo e che hanno aderito molti comuni.
    Dagli amministratori solo propaganda.

    RispondiElimina
  3. Anonimo2/14/2017

    prima quindi va a Bari a firmare (9 Febbraio) e poi viene autorizzato dalla Giunta il 10...

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti