F F Tribuna Libera: La nuova "Pro Loco" a Ceglie Messapica

lunedì 3 aprile 2017

La nuova "Pro Loco" a Ceglie Messapica




Ricevo con piacere un comunicato che annuncia la costituzione del nuovo direttivo della Pro Loco di Ceglie Messapica. 

Il direttivo è composto da Cristina Elia (presidente), Graziella Nannavecchia (vicepresidente), Annalisa Caliandro (segretario), Gianfranco Caroli e Donato Semeraro (consiglieri). Tra i soci fondatori ci sono inoltre Monica Putignano, Francesco Monaco e Flavia Fagiano. (prolococegliemessapica@gmail.com).


"Le finalità dell’associazione, come da statuto, mirano alla promozione e valorizzazione, alla tutela e al miglioramento delle potenzialità naturalistiche, culturali, storiche, turistiche ed enogastronomiche della città di Ceglie Messapica con l’obiettivo primario di riuscire a proporre una presentazione del territorio a 360 gradi che permetta al curioso visitatore di apprezzare ogni angolo e ogni aspetto della vita quotidiana della nostra antica Kailia".



Inoltre il nuovo direttivo sta "sviluppando un programma ricco di idee, iniziative e manifestazioni da proporre alle altre associazioni e all'intera città". Nei prossimi giorni, inoltre, verrà chiesto "un incontro al sindaco e con l'amministrazione comunale al fine di presentare il progetto e proporre una collaborazione volta all'informazione turistica e al coinvolgimento delle attività del settore turistico, al miglioramento dei servizi esistenti, alla salvaguardia e gestione delle risorse del nostro territorio". 



(Foto: archivio Salonna)


Iniziativa più che lodevole. Ma abbiamo qualcosa da chiedere.

Esiste un albo regionale, rinnovato annualmente, delle Pro Loco dei vari Comuni pugliesi. Cosa è richiesto per l'iscrizione? Uno statuto democratico interno, la costituzione con atto pubblico e con almeno 50 soci, un bilancio che preveda le entrate (quote associative, contributi locali ed eventuali altri proventi) e che si tratti di una località ad attrazione turistica.

Quale il vantaggio? Soprattutto la possibilità di vedersi assegnati contributi economici della Regione per lo svolgimento dei programmi annuali di attività turistica. Buttali via …

Risultati immagini per castello ceglie messapica


Ne parliamo perchè da almeno 4 anni la Pro Loco di Ceglie Messapica non risulta nell'elenco annuale delle Pro Loco accreditate dalla Regione Puglia (clicca qui per l'elenco 2016). E siamo uno dei pochi comuni della provincia di Brindisi a non esserci. Per di più Ceglie non risultava neanche tra le istanze escluse: deduciamo che in questi anni non sia stata presentata un'istanza per l'iscrizione? 

Tra l'altro due anni fa, proprio per questa mancanza di iscrizione, Tommaso Argentiero aveva presentato una richiesta di annullamento di tutti gli atti amministrativi determinati dal Comune di Ceglie Messapica nei confronti della Pro Loco di Ceglie Messapica (come convenzioni, affidamenti e contributi economici), in quanto "una associazione che, stando a quello certificato dalla Regione Puglia, in maniera impropria si definiva Pro-loco di Ceglie Messapica". CLICCA QUI


Proprio perchè è essenziale il ruolo di una Pro Loco in una città come la nostra che punta sempre più ad essere una realtà turistica importante, auspichiamo che la nuova dirigenza abbia avviato le procedure per ottenere un riconoscimento formale dell'associazione e svolgere in maniera ancora più ottimale questo importante ruolo di promozione del nostro territorio e della nostra comunità. 

Nel frattempo, buon lavoro.




La nuova "Pro Loco" a Ceglie Messapica

Nessun commento:

Posta un commento

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti