F F Tribuna Libera: Cataldo Rodio e le elezioni del 2015

giovedì 11 maggio 2017

Cataldo Rodio e le elezioni del 2015






Ricevo e pubblico un comunicato di Cataldo Rodio:


"Il sottoscritto Cataldo Rodio è stato candidato alle Amministrative Comunali del 31-Maggio-2015 nella lista del Nuovo Centrodestra. Dopo le dimissioni da Consigliere Comunale di Locorotondo Francesco avvenute in data 29 Aprile, è subentrato Domenico Convertino in data 10 Maggio 2017, sento il dovere morale di comunicare alcune mie riflessioni, dopo due anni di atteso dispiacere se fare o non fare il ricorso al TAR Puglia, per rispetto nei confronti dell’elettorato che mi ha votato.


In data 2 Giugno 2015 il candidato Francesco Locorotondo presentava, all’ufficio elettorale Centrale del Comune di Ceglie Messapica, una sua richiesta per conoscere l’errore di attribuzione dei voti della sezione elettorale n.14, attribuendo a Rodio quelli appartenenti a Locorotondo, facendo cambiare l’esito finale della lista.

In riferimento alla Sua dichiarazione, ho deciso anch’io di presentare in data 3 Giugno, 24 Giugno e 29 Giugno una mia istanza per presa visione dei verbali di tutte le sezioni con i voti attribuiti, ma guarda caso soltanto la sezione n. 14 veniva accettata, mentre tutte le restanti sezione chieste non mi venivano accolte, quando invece ad altri che avevano fatta richiesta veniva presa in considerazione integralmente.

Sempre alla medesima maniera si comportava Domenico Convertino il quale chiedeva anche lui il riesame dei voti nelle sezioni, facendogli realizzare addirittura l’aumento di 10 voti, nella sezione n.4 balzando dal 4° posto al 3° posto con 181 voti, mentre a Rodio non soltanto non venivano accolte le sue richieste di rivedere le sezioni richieste, ma addirittura veniva danneggiato di 10 voti arretrando dal 3° posto al 4° posto della lista con 165 voti. 

In realtà moralmente resto io il classificato del 3° posto della lista del Nuovo Centrodestra come affermato nei verbali delle operazioni dell’ufficio elettorale di sezione del Comune di Ceglie Messapica.

A mio modo di vedere la situazione, l’ufficio elettorale Centrale poteva riassumere i voti delle varie sezioni, senza però poterne modificare i risultati. “art. 72, primo comma, del Testo Unico n. 570 “.

Di fronte a tale risoluzione, ho voluto prendere una decisione, valutando con molta considerazione se fare il ricorso al TAR, oppure no, essendo questo l’Organo di Giustizia Amministrativa delle controversie concernenti atti del procedimento elettorale.

In conclusione evidenzio con dispiacere, che pur avendo avuto delle buone ammissibilità per essere accolto il ricorso al TAR, ho deciso con consapevolezza di non andare avanti, in quanto ritengo tutt’oggi di non voler fare più parte di questa politica del mistificare, anche se qualcuno ormai ha raggiunto lo scopo personale.

Ringrazio chi mi ha sostenuto e aiutato per il raggiungimento di questo lusingato traguardo di 176 voti e da ora in poi mi impegnerò più di prima a difendere i diritti di ognuno di noi in particolar modo il diritto di quei cittadini più umiliati da questa politica sbagliata".

Ceglie Messapica lì 11.05.2017

f.to Cataldo Rodio



Cataldo Rodio e le elezioni del 2015

Nessun commento:

Posta un commento

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti