F F Tribuna Libera: Geografia in Inglese, alla scuola "Giovanni Pascoli"

mercoledì 24 maggio 2017

Geografia in Inglese, alla scuola "Giovanni Pascoli"





Ricevo e pubblico con piacere:



“DO YOU SPEAK … GEOGRAPHY?” – PROVE DI C.L.I.L. ALLA “PASCOLI”


Gli alunni delle classi II B e III D della Scuola Secondaria di 1° grado “Giovanni Pascoli” afferente al 1° Istituto Comprensivo di Ceglie Messapica, diretto dalla prof.ssa Concetta Patianna, hanno sperimentato un primo approccio verso l’apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera veicolare, meglio noto con l’acronimo inglese CLIL, Content and Language Integrated Learning.

Si tratta di un approccio metodologico che prevede l’insegnamento di una disciplina non linguistica in lingua straniera, al fine di integrare l’apprendimento della lingua straniera e l’acquisizione di contenuti disciplinari. L’accento si sposta così dall’insegnamento della lingua straniera all’insegnamento attraverso la lingua straniera.



Le docenti di lettere delle due classi, prof.sse Liliana Mola e Maria Patrizia Urso, con la collaborazione dell’insegnante di sostegno presente in entrambe le classi, la prof.ssa Anna Letizia Soloperto, a sua volta docente di inglese e tedesco, per tre settimane hanno condotto le lezioni di geografia interamente in lingua inglese, grazie anche al supporto multimediale delle LIM, di cui è fornita la Scuola. 




I ragazzi, consapevoli che il focus era soprattutto sul contenuto e non sulla performance in inglese, hanno utilizzato con motivazione ed entusiasmo le abilità base di comprensione e produzione in lingua straniera. Gli alunni di terza non mancheranno di testimoniare l’esito positivo di questa sperimentazione didattica anche durante il prossimo colloquio d’esame che comprenderà appunto una piccola parte di geografia in inglese. 

See you soon!!!




Geografia in Inglese, alla scuola "Giovanni Pascoli"

Nessun commento:

Posta un commento

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti