F F Tribuna Libera: La TA.RI. che abbiamo pagato ...

domenica 12 novembre 2017

La TA.RI. che abbiamo pagato ...



AGGIORNAMENTO

La risposta dell'Amministrazione comunale









Se avete seguito i Tg o letto i giornali negli ultimi giorni, avrete sentito una recente interrogazione parlamentare al Governo, nel corso del quale il sottosegretario per l'Economia e le Finanze, Pier Paolo Baretta, ha dichiarato che, negli ultimi cinque anni, molti comuni italiani (è stato calcolato che sarebbero 1 su 3) hanno commesso un errore nelle modalità di calcolo della tassa sui rifiuti.


Cosa è successo?

La TARi è composta da una quota fissa e da una variabile. La prima è calcolata in proporzione ai metri quadrati dell'abitazione, la seconda dipende dal numero dei membri della famiglia. Se una singola utenza è composta da un appartamento e da pertinenze (ad esempio un garage o una cantina), la parte variabile va considerata una sola volta. 

Molti comuni, invece avevano conteggiato la quota variabile tante volte quante sono le pertinenze dell'abitazione. Di conseguenza i cittadini avevano pagato un importo superiore a quanto previsto per legge. Da qui la pioggia di ricorsi dei contribuenti e delle associazioni dei consumatori per chiedere i rimborsi dovuti.




Quello che però ci interessa maggiormente in questo momento è: quale è la situazione a Ceglie Messapica? Ancora non sappiamo

Leggiamo sul Quotidiano che il sindaco Luigi Caroli ha dato mandato all'Ufficio Tributi di effettuare tutte le verifiche e ha dichiarato:

"Martedì avremo un quadro completo e potremo dire se c'è qualche utente che ha versato più del dovuto".



Restate collegati, vi terrò aggiornati se ci saranno novità.






La TA.RI. che abbiamo pagato ...

Nessun commento:

Posta un commento

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti