F F Tribuna Libera: "Tutti figli di Troia"

giovedì 20 settembre 2018

"Tutti figli di Troia"





"Triste quel popolo che ha bisogno di eroi". Per il progetto “Heroes”, venerdì 21 settembre, alle ore 21 sul sagrato del santuario della Madonna della Salute, in piazza Monteoliveto a Taranto, in scena “Iliade ovvero siamo tutti figli di Troia” di e con Giuseppe Ciciriello e con Piero Santoro (fisarmonica), scene e costumi Lisa Serio, coproduzione IP produzioni impertinenti, Carticù Aps e Concentrico Festival di teatro all’aperto. Durata 60 minuti. Accesso libero. Info: 099.4725780 - 366.3473430.




L’Iliade è il racconto degli ultimi 51 giorni della guerra di Troia, dalla celebre Ira di Achilleche decide di disertare e abbandonare la guerra, fino alla restituzione del cadavere di Ettore, il più umano fra gli eroi, a Priamo re di Troia. 

La rivisitazione proposta dall’attore cegliese Giuseppe Ciciriello, insieme al fisarmonicista Piero Santoro, è il racconto di una guerra a partire dal presupposto che tutti i conflitti si auto-generano da pretesti ogni volta differenti, ma sempre con gli stessi moventi.

"Quella di Troia è una guerra di culture in cui Occidente e Oriente si scontrano per esportare principi di civiltà e democrazia – spiega Giuseppe Ciciriello – Insieme a IP Produzioni Impertinenti, progetto nato nel 2017, insieme a Piero Santoro, vogliamo raccontare i protagonisti di quella guerra lontana che è ancora molto attuale e ci aiuta a comprendere e raccontare il nostro tempo attraverso un progetto irriverente di teatro di narrazione legato all’esplorazione dell’individuo e della società, dei pregiudizi, delle paure e dei limiti umani".




(Foto Lara Parmeggiani)











"Tutti figli di Troia"

Commenti

Commenti