F F Tribuna Libera: Cegliesi vittoriosi e sconfitti

lunedì 5 marzo 2018

Cegliesi vittoriosi e sconfitti





Un cegliese che ha vinto queste elezioni politiche c'è sicuramente: è Rocco Casalino, "regista" della comunicazione del M5s e di Luigi Di Maio in questa campagna elettorale. 

Non c'è stata uscita pubblica in tv o sui media di candidati "big" cinque stelle che non sia stata scrupolosamente e preventivamente autorizzata e gestita da lui.

Chapeau.

Buon lavoro naturalmente anche alle nuove parlamentari del nostro collegio (maggioritario): la sen. Patty Labbate e l'on. Anna Macina.




I candidati cegliesi.
Restano fuori dal nuovo Parlamento i tre candidati cegliesi, tutti e tre in liste del centrodestra: il deputato uscente Nicola Ciracì, l'avv. Giusy Resta e il dott. Nicola Ricci. A tutti e tre va comunque reso l'onore delle armi per l'impegno dimostrato in questa campagna elettorale.





Nei listini bloccati proporzionali, come valori assoluti, Forza Italia (era presente la candidata Giusy Resta) con il 34.83% ha superato il consenso raccolto dall'assessore in carica Nicola Ricci (candidato nel listino di Fratelli d'Italia), fermatosi al 12.83%. Una differenza di 1.879 voti, calcolando per di più che al Senato non votavano gli elettori dai 18 ai 24 anni, al contrario del voto per la Camera. 



Se dunque la conta delle elezioni politiche serviva anche a capire i rapporti di forza politica interni e chi è l'azionista politico dell'attuale maggioranza caroliana, non v'è dubbio che questo sia in maniera plebiscitaria Forza Italia. E dunque il candidato naturale che dovrà cimentarsi alle prossime elezioni comunali del 2020 per succedere a Luigi Caroli non potrà che essere l'avv. Cesare Epifani.




La nuova campagna elettorale non è lontana.





Cegliesi vittoriosi e sconfitti

Commenti

Commenti