mercoledì 26 novembre 2014

Quei bidoni dimenticati


Continuiamo a dare voce ai cittadini.




"Ciao Francesco, 
volevo segnalarti una situazione direi sgradevole....da tre anni sono proprietaria di un negozio,in questi tre anni mi sono sempre comportata onestamente,ho pagato sempre le tasse che il nostro comune ci propone ormai quasi all'ordine del giorno.....ho ricevuto come tutti in questo periodo la Tari...ecco quello che voglio denunciare è il fatto che nonostante le quasi 800,00 euro che pago di spazzatura mai nessuno addetto in tre anni si è permesso di venire a pulire, lavare e disinfettare i miei bidoni..mi scuso per lo sfogo e spero che tu possa pubblicare questa lettera".

Vita Pastorelli



Per chiunque volesse inviare opinioni, considerazioni o segnalazioni da pubblicare sul blog, 
c'è l'indirizzo e-mail:






Questo blog rispetta tutte le opinioni (di chiunque) espresse con rispetto e chiede a tutti (soprattutto agli anonimi) il rispetto verso il prossimo, chiunque esso sia e comunque la pensi. Gentilmente vi pregherei di non accomunarmi con chi non fa altrettanto. Grazie.




Senza parole

Su un altro blog leggo una critica a blog (indovinate un po' quale) che avrebbero "omesso notizie di arresti eccellenti per pubblicare con gusto sadico la notizia di una disavventura giudiziaria ancora tutta da definire". Una serie di imprecisioni, (in buona fede?), anzi veri e propri strafalcioni, giusto per il gusto di fare una polemichetta paesana. Ma qui non si può, sono cose serie.

Il blog che ora state leggendo oggi ha riportato la notizia della conclusione (con sentenza) di una vicenda legata a scelte amministrative di cui abbiamo ampiamente parlato nei mesi e anni passati. E' una sentenza di primo grado che, come auspichiamo, potrà anche essere ribaltata in appello. Il principio garantista afferma, giustamente che nessuno può essere considerato colpevole fino a sentenza di terzo grado, definitiva (Costituzione, art. 28, comma 2).

E' una sentenza, dunque. Ciò che è avvenuto ieri è invece una misura di custodia cautelare verso alcuni cittadini, non certo una sentenza. Non c'è ancora nessun processo, nessuna condanna (e potrebbe anche non esserci). E' "tutto da definire", per usare la terminologia del nostro. E' una cosa molto diversa. Ma ciò nonostante - non sappiamo perchè - c'è chi ritiene un obbligo morale soffermarsi e spettacolarizzare. Non l'ho fatto e rivendico di non averlo fatto.

Dunque prima di auto-assurgersi al ruolo di novelli giuristi alle vongole, almeno bisognerebbe documentarsi un momentino sulle basi delle cose di cui si sta scrivendo. Soprattutto in tema di garantismo. Fatemelo dire .... che tristezza il livello della discussione e delle provocazioni.



Tribuna Libera

Centro raccolta: condanne

L'isola ecologica? Frutto di illeciti. Condannati funzionari, assolto imprenditore




"Un’isola ecologica per adeguarsi alle più moderne direttive sullo smaltimento dei rifiuti, in realtà una struttura in parte abusiva e non solo. Un'opera che è stata giudicata il frutto di una “lottizzazione abusiva” per via della destinazione d’uso non appropriata della zona in cui è stata realizzata. Confiscata ora su decisione del giudice monocratico che ha condannato due funzionari del Comune di Ceglie Messapica e assolto l’imprenditore cui era stato dato incarico di realizzarla" Clicca qui per l'articolo




Tribuna Libera

KATER, SECONDO MOVIMENTO




Giovedì 27 novembre – ore 21
ingresso in sala 20.30 /// Babysitting gratuito su prenotazione
Teatro Comunale di Ceglie Messapica – via San Rocco 1
ingresso 5€
info 3892656069


Visualizzazione di kater-I-rades.jpeg


Kater in scena al Teatro Comunale di Ceglie Messapica

Giovedì 27 novembre al Teatro Comunale di Ceglie Messapica per la rassegna “Teatro a tutti i costi – d'autunno la stagione”, che vede protagoniste le “nuove drammaturgie pugliesi”, sarà in scena “Kater I Rades Secondo movimento” (di Francesco Niccolini con Fabrizio Saccomanno e Fabrizio Pugliese).

Lo spettacolo, di Thalassia, nasce dalla tragica vicenda della motovedetta albanese Kater I Rades che, il 28 marzo 1997, affondò nel canale d’Otranto dopo lo scontro con la corvetta della Marina Militare Italiana Sibilla. A bordo, più di cento uomini, donne e bambini che tentavano di raggiungere l’Italia, in fuga dalla guerra civile. Se ne salvarono una trentina. Tra cadaveri e dispersi mai più ritrovati, furono 81 le vittime albanesi.

Ciò che è in scena viene dal relitto della Kater I Rades: da due anni Thalassia ha acquisito il motore e la parte lignea della motovedetta, centinaia di assi lunghe un metro e mezzo, pesanti, rugose, segnate da un anno in fondo al mare, dieci anni di abbandono nel porto di Brindisi e dallo strazio di 81 vite perdute.
Si ride, si canta, si fanno anche acrobazie. E si recitano riti. Si testimonia il falso, si ricompongono corpi, si grida. Sottovoce due albanesi aspettano. Uno gioca con un pallone, l'altro fuma. Parlano di cose da niente, apparentemente inutili, forse anche stupide, superficiali, semplici. Hanno parenti a bordo, figli, mogli. Poi accade l'inimmaginabile.

Teatro a Tutti i Costi, d’Autunno la Stagione” prosegue il 4 dicembre con il classico di Arthur Schnitzler “Else, Andante Cantabile con Brio” della Bottega degli Apocrifi, l’11 dicembre con “Croce e Fisarmonica” il racconto di Armamaxa teatro dedicato a Don Tonino Bello con Enrico Messina, Mirko Lodedo e la regia di Carlo Bruni, per terminare il 18 dicembre con "Capatosta", spettacolo del Crest in collaborazione con Armamaxa teatro con Gaetano Colella e Andrea Simonetti. La regia è di Enrico Messina e le musiche di Mirko Lodedo.


Teatro a Tutti i Costi, d’Autunno la Stagione” è realizzato grazie all’azione di sistema per l’accompagnamento alla visione della drammaturgia contemporanea nella rete Teatri Abitati di Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese.


Tribuna Libera

martedì 25 novembre 2014

Una opportunità per giovani fino a 28 anni







Il Servizio Civile è una importante esperienza formativa di crescita civica e di partecipazione sociale, rivolta a persone tra i 18 e 28 anni. Nell'ambito dell'iniziativa "Garanzia Giovani" che vede come partner il Ministero del Lavoro e le Regioni, tra cui la Puglia, sono stati pubblicato i bandi per la selezione di 5.504 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale programma Garanzia Giovani.

In tutta la Puglia il numero dei volontari richiesti è di 569 unità. Il candidato non deve essere impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo. Il guadagno mensile netto è di 433,80 euro. Clicca qui per i dettagli


E' possibile candidarsi per qualunque progetto sul territorio regionaleI candidati dovranno essere in possesso dei requisiti previsti dal bando; in particolare, è necessaria l'iscrizione a Garanzia Giovani (voce di menu "Iscriviti al progetto") clicca qui


Alla selezione possono partecipare anche gli stranieri regolarmente residenti in Italia.

Tra gli enti accreditati, 4 volontari saranno assegnati al Comune di Ceglie Messapica per il progetto “Antica Kailia". 

Gli aspiranti volontari dovranno far pervenire la domanda, nelle modalità previste dal bando, entro le ore 14:00 del 15 dicembre 2014 all'Ente presso cui intendono svolgere il servizio. E' possibile inoltrare istanza per un solo progetto, pena l'esclusione dalla selezione. 






per il bando, l'elenco dei progetti e il modello di domanda 
(trovate tutto)


LA MODULISTICA E TUTTI I DETTAGLI 
li trovate anche sul sito del Comune di Ceglie

CLICCA QUI




banner_3_570px.jpg







Tribuna Libera

La Cassazione conferma il sequestro


Il 14 Novembre  la IV Sezione della Suprema Corte di Cassazione ha confermato il sequestro del Centro Raccolta Materiali.



Clicca qui per leggere tutto


Il commento del consigliere comunale di "Noi con Federico" Tommaso Argentiero:


Il vero dramma è che hanno perso cinque anni senza individuare un nuovo sito regolare e alternativo.
Che in quell'area non si poteva fare era scontato da tempo, ricordiamo che quell'area, per la realizzazione del centro di raccolta, era stata presa in considerazione dalla precedente amministrazione, e poiché non c'erano le condizioni urbanistiche, in alternativa, si decise di recuperare, anche con un contributo regionale, il vecchio depuratore di via Francavilla. Ma arrivarono loro e...........patatrac !



per leggere tutte le fasi della vicenda.





Il centro raccolta quindi resta chiuso e le operazioni di trasbordo dei rifiuti sul piazzale antistante, così come stabilito dall'ordinanza sindacale.




Tribuna Libera

Diciamo tutti insieme: Basta











Il silenzio è il più grande alleato della violenza.










Tribuna Libera

Importante premio alla ciclovia







La ciclovia dell'Acquedotto è una parte della variante pugliese della "Ciclovia degli Appennini", itinerario nazionale n.11 della rete ciclabile Bicitalia. L'opera ha ottenuto il più importante e unico riconoscimento italiano per le Pubbliche Amministrazioni (Vie di comunicazione storiche, Comune, Regioni, Provincie, Parchi) che si distinguono quanto a progetti di mobilità dolce e sostenibile nei loro territori. Si tratta del Premio Go Slow - Co.Mo.Do, organizzato dal 2007, dall'Associazione Go Slow Social Club in collaborazione con la Confederazione Mobilità Dolce -Co.Mo.Do (...) La ciclovia, che costituisce il 2° percorso ciclabile europeo su acquedotto, attraversa la provincia di Brindisi per un totale di circa 10 chilometri, nel tratto compreso tra Figazzano, contrada del comune di Cisternino, in corrispondenza dell'incrocio sulla Via dei Trulli fino all'incrocio della SP 3 bis Martina Franca - Ceglie Messapica, nel comune di Ceglie Messapica.

per leggere tutto


puoi leggere i post precedenti sulla ciclovia






Tribuna Libera

lunedì 24 novembre 2014

Video-ringraziamenti da Giorgio Albanese


per rivedere la sua esibizione ad "Amici"

















Tribuna Libera

Verso le primarie di domenica prossima



Pubblicata l'intervista di TeleBrindisi web Tv a Pietro Mita, candidato sindaco alle primarie del centrosinistra che si terranno a  Ceglie domenica prossima, 30 novembre, dalle 8 alle 22. 

Il servizio comprende anche l'intervista al consigliere comunale Sel Nicola Trinchera e al segretario cittadino Giovanni Dovizioso in occasione dell'annuncio del sostegno a Mita avvenuto lunedì scorso nel corso di una manifestazione pubblica.



(Clicca sull'immagine per il video)





per il video dell'intervento completo










Tribuna Libera

Eletto consigliere regionale


Nella giornata di ieri si sono svolte le elezioni regionali in Calabria ed Emilia Romagna, vinte entrambe dal centrosinistra e che hanno segnato la disfatta del centrodestra (nelle sue varianti berlusconiane e post-berlusconiane). In Emilia Romagna è risultato eletto consigliere, nelle liste del Partito Democratico, il cegliese Stefano Caliandro con 6.292 preferenze.






La scheda Nato nel 1975 a Ceglie Messapica, vive a Bologna dal 1993 dove ha conseguito la laurea in Giurisprudenza e il Dottorato di Ricerca in Diritto del Lavoro e delle Relazioni Industriali. È professore a contratto in Diritto del Lavoro presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna. Esercita la professione di avvocato collaborando con uno Studio legale. Nel 1995 si iscrive ai Comitati in difesa della Costituzione promossi da Giuseppe Dossetti. È inoltre tra i fondatori dell’associazione studentesca universitaria Giurisprudenza Democratica. È stato segretario provinciale della Sinistra giovanile di Bologna e nel PDS/DS ha avuto svariati incarichi politici (cultura, economia, formazione, giustizia, lavoro e scuola etc.). È stato Presidente del Gruppo consiliare PD dal giugno 2010 al febbraio 2011, quando è stato eletto Presidente del Consiglio provinciale di Bologna (clicca qui). È autore di numerose pubblicazioni in materia di Diritto del Lavoro e fa parte delle Consulte nazionale e regionale della CGIL e del Direttivo regionale dell’Istituto Gramsci dell’Emilia-Romagna.








Al neo consigliere Caliandro congratulazioni e buon lavoro.





Tribuna Libera