sabato 31 gennaio 2015

Cesare Epifani torna a chiedere le primarie per Forza Italia a Ceglie Messapica



"Aiutatemi a decidere"



Ancora nessuna ufficializzazione per quanto riguarda il candidato di Forza Italia. Nel corso di un appuntamento a lui dedicato e organizzato dall'associazione 72013 due settimane fa, il presunto candidato (il direttore di AffariItaliani Angelo Perrino, cegliese di nascita e residente da 40 anni a Milano) rispose ad una domanda diretta fattagli dal giornalista Mino De Masi su una sua eventuale candidatura a sindaco. 

La risposta non fu un convinto ed entusiasta "si", come qualcuno si sarebbe aspettato, ma abbastanza attendista e sibillina: 
"Vi chiedo di aiutarmi a decidere. In un senso o nell'altro, fatemi capire che cosa volete fare, del vostro futuro ". E concludeva "In ordine a questo vedremo di unire le forze, se è il caso. Se non volete questo, ci sono molti modi per farlo capire".

Pare che nel prossimo fine settimana, a distanza di 20 giorni, la città (credo siano pochi tra noi che non stanno dormendo nè mangiando nell'attesa) saprà se il candidato ciraciano scenderà in campo in quella che si preannuncia  come una difficile rimonta per il partito fittian-berlusconiano in terra messapica.




Che ne sarà di Forza Italia?

E la Gazzetta del Mezzogiorno alcuni giorni fa tratteggiava lo scenario attuale, parlando di alcune possibili "riserve" da parte del candidato:

"Riserve, stando sempre ad indiscrezioni, dovute al fatto che Perrino gradirebbe essere appoggiato fondamentalmente da liste civiche. Se ciò rispondesse al vero, Forza Italia sarebbe fuori".





(la foto è di Stefano Menga)


E seguiva un intervento del'avv. Cesare Epifani, uno dei leader della Forza Italia cegliese, che già nelle settimane scorse aveva ribadito con forza la necessità di coinvolgere il gruppo dirigente del partito nella scelta del candidato sindaco, oltre che la necessità di dare la voce direttamente ai loro elettori attraverso le primarie, senza imposizioni "dall'alto":

"Oltre all'apertura di una discussione all'interno di Forza Italia, mi sono subito dichiarato disponibile anche alle primarie, criterio sollecitato dall'on. Fitto e, quindi, anche dall'on. Ciracì". E rivolto all'on. Ciracì, sottolinea con una punta di ironia: "Mi chiedo se le tue battaglie per le primarie, che condivido, valgano a Roma ed a Bari ad eccezione di Ceglie o se ritieni di poter decidere senza alcuna partecipazione e coinvolgimento. Mi chiedo e chiedo se la democrazia che si invoca a livello nazionale sia bandita nel nostro Comune e se solo a Ceglie è ammesso il pensiero unico". Un interrogativo "al quale mi attenderei un minimo di accenno, non dimenticando che da dieci anni sono il più votato ed ho sacrificato la carica di vicesindaco della mia città per rimanere fedele a tee a Forza Italia, non avallando il ribaltone del sindaco Caroli".  



Alla fine sono cose interne loro.


***


Intanto in queste ore si stanno svolgendo le votazioni per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica da parte del Parlamento in seduta comune. Sui social network viene evidenziato volutamente il risultato della votazione di ieri.







Questo è il momento istituzionale più solenne e centrale del nostro ordinamento repubblicano. L'Italia è in questo momento sotto gli occhi del mondo. Capiamo le esigenze di marketing elettorale della politica locale ma proviamo ad immaginare se ognuno dei 1000 grandi elettori che sceglieranno il Capo dello Stato avesse portato le vicende del proprio Comune in quell'aula e sulla scheda. Non sappiamo se ciò avrebbe contribuito a rafforzare l'immagine autorevole della politica italiana.

Mah ........






Tribuna Libera

Il nuovo Presidente della Repubblica


 Sergio Mattarella 
è il nuovo Presidente della Repubblica






E' stato eletto con 665 voti. Con lui torna al Quirinale una personalità politica proveniente dalla storia della Democrazia Cristiana, dopo il settennato di Oscar Luigi Scalfaro.

Fu  la morte del fratello Piersanti, presidente della Regione Sicilie ucciso dalla mafia, a fare decidere a Mattarella di entrare in politica. Esponente del cattolicesimo democratico. viene eletto deputato per la Dc nel 1983 e lo sarà ancora nelle legislature successive, svolgendo più volte l'incarico di ministro. Si dimette dal ministero della Pubblica istruzione, insieme agli altri ministri della sinistra  Dc, nel 1990 per non dover votare la fiducia posta dal governo sulla legge Mammì che sanava l'abusivismo delle trasmissioni delle emittenti di Silvio Berlusconi. Col suo stile garbato dichiarò: "Riteniamo che porre la fiducia per violare una direttiva comunitaria sia, in linea di principio, inammissibile".

Dal 1992 al 1994 è stato direttore de "Il Popolo", organo della DC nel momento più difficile per il partito nella transizione tra Prima e Seconda Repubblica. Il 18 gennaio 1994 nasce, dalle ceneri della DC, il Partito Popolare Italiano, con segretario Mino Martinazzoli, e Mattarella ne è tra i fondatori e i rappresentanti più autorevoli. Il Ppi fa una scelta di coerenza rifiutando l'abbraccio, già avvenuto da parte di alcuni esponenti della Dc (come Casini, Mastella e Fumagalli Carulli), con il Polo delle libertà", nuova alleanza di centrodestra fondata da Silvio Berlusconi. Resta allo stesso tempo distante anche dai Progressisti di Achille Occhetto. La legge elettorale con cui si andò a votare dal '94 al 2001 porta il nome proprio di Mattarella.



Il Ppi pagò questa scelta di coraggio e coerenza con un forte ridimensionamento di seggi nel nuovo Parlamento, ma salvò l'autonomia e la storia del Cattolicesimo democratico italiano. Quando nel 1995 il segretario Rocco Buttiglione tenta di portare il Ppi all'abbraccio con Berlusconi, Mattarella è tra coloro che oppongono un secco rifiuto. 

Dal Ppi si stacca il Cdu di Buttiglione, Fitto e Formigoni e il Partito Popolare - insieme a Pds, Verdi, Socialisti e Rinnovamento Italiano - dà vita all'Ulivo che porterà alla vittoria di Romano Prodi nell'aprile 1996. Ministro della Difesa nel governo D'Alema, Mattarella fu eletto per l'ultima volta alla Camera nel 2006, con la Margherita. Dal 2011 è stato giudice costituzionale.



Un politico competente, dai toni garbati ma soprattutto una brava persona. Credo, da semplice cittadino, che il Parlamento abbia scelto bene. Il nuovo Capo dello Stato saprà rappresentare la moderazione e i valori migliori, alla base del Cattolicesimo Democratico italiano. 

Buon lavoro, Presidente.





Tribuna Libera

venerdì 30 gennaio 2015

Serata pro-Avis a Ceglie Messapica







Ricevo e pubblico molto volentieri:

"La compagnia teatrale "Amici del Teatro" organizza per domenica 1 febbraio 20.30 presso il Teatro comunale di Ceglie Messapica la commedia "Cos ca succedn alli viv". Parte dell'incasso sarà devoluto alla nostra sezione Avis di Ceglie Messapica".








Tribuna Libera

giovedì 29 gennaio 2015

FERMATE TUTTO!







Ne parla questa mattina anche la Gazzetta del Mezzogiorno. Nel post dell'altro giorno In Movimento e il consigliere Rocco Argentiero avevano evidenziato quanto sta accadendo in merito agli interventi di riqualificazione di largo Gelso, dove le classiche e caratteristiche chianche sono state sostituite con un basolato di pietra che poco c'entra con l'identità del luogo. 

Intanto oggi, con un'interrogazione urgente all'amministrazione, il consigliere Argentiero chiede l'ìmmediato blocco dei lavori e la convocazione della competente commissione lavori Pubblici per la verifica dei relativi documenti e la verifica dei lavora finora eseguiti.


per saperne di più.




Tribuna Libera

Sostituzione




"Alcuni giorni fa sollevai la questione relativa alla nomina della commissione per l’affidamento dei lavori di recupero del Calvario del Comune di Ceglie Messapica. Evidenziavo che i componenti nominati non avevano le competenze specifiche per le necessarie valutazioni tecniche. Questo avrebbe determinato certamente dei ricorsi da parte delle ditte e di conseguenza un ritardo dell’avvio dei lavori. Con Determinazione n. 9 del 27.01.2015 il Responsabile dell’Area lavori pubblici del Comune ha modificato la composizione della Commissione inserendo un funzionario della Soprintendenza. Non penso di dover dire altro: ho solo fatto il mio dovere di consigliere comunale nell'interesse della mia città; altri dovrebbero provare i ceci".

Tommaso Argentiero
Consigliere comunale "Noi con Federico".


per il post precedente.





Tribuna Libera

mercoledì 28 gennaio 2015

CHE SCHIFEZZA!




Ancora uno scempio nel centro storico.

In via Paolo Chirulli.








SENZA PAROLE.

Anzi, solo una: coglione!






Tribuna Libera

Videosorveglianza a Ceglie ... E allora ...?








Il consigliere comunale di centrosinistra Tommaso Argentiero
 scrive al Prefetto di Brindisi:




A   S. E. Il Prefetto di Brindisi
                Piazza S. Teresa
                72100 Brindisi
       

Oggetto: Ritardi nel completamento dei lavori  dell’impianto di Videosorveglianza a Ceglie Messapica

Il Comune di Ceglie Messapica, nell’ambito del PON Sicurezza per lo Sviluppo- Obiettivo Convergenza 2007-2013, otteneva,in data 11.07.2012, un finanziamento per  la realizzazione di un impianto di videosorveglianza.
Solo in data 07.02 .2013 il Comune di Ceglie Messapica  iniziava l’iter amministrativo per l’espletamento della gara di affidamento dei lavori per la realizzazione dell’impianto di videosorveglianza.

In data 05.04.2013, il Rup del progetto, dott. Amico, con propria  determinazione approvava  i verbali della Commissione e aggiudicava, in maniera provvisoria, la gara alla  ditta vincitrice.
Dopo questo atto, in seguito a problemi di natura amministrativa e politica, il progetto della videosorveglianza scompariva dalle priorità  amministrative del Comune di Ceglie.
In data 14. 10.2013 la Giunta Comunale sostituiva il Rup del progetto della videosorveglianza ,dott. Amico, con l’ing. Maurantonio.

Quest’ultimo, in data 25.10.2013, revocava la determinazione di aggiudicazione della gara approvata dal precedente Rup  e  il 14.02.2014 (quattro mesi dopo) procedeva a dare corso ad una nuova   gara per  l’aggiudicazione dei lavori per la realizzazione dell’ impianto di videosorveglianza.
In data 18.04.2014 il Responsabile dell’Area Lavori Pubblici ing. Maurantonio, dopo aver provveduto  all’espletamento della nuova procedura di gara,  procedeva all’aggiudicazione definitiva dei lavori ad una nuova ditta.

In data 11.06.2014, e poi con una rettifica in data 08.07.2014, il Responsabile di Area approvava lo schema del contratto definitivo dell’appalto dei lavori di affidamento dell’impianto di videosorveglianza.

La procedura di gara prevedeva il termine di esecuzione dei lavori in giorni 90 naturali e consecutivi dalla data di consegna dei lavori .

Alla luce di quanto evidenziato risulta  che l’attività amministrativa del Comune di Ceglie Messapica in merito ai lavori per la realizzazione  dell’impianto di videosorveglianza  è  inefficace e irresponsabile considerato che non possono essere giustificabili i ritardi sinora accumulati  e  inammissibili ulteriori ritardi nel completamento di lavori  necessari per contrastare la criminalità e il vandalismo e per  garantire la sicurezza nel nostro territorio.

Considerato che i 90 giorni, previsti dalla procedura di gara per il completamento dei lavori, sono stati superati da mesi e l’impianto di videosorveglianza non è ancora attivo e non sono stati nemmeno realizzati tutti  i lavori di installazione  e copertura delle tracce ed  inoltre non si vede la ditta espletare i lavori,
si chiede

un Suo autorevole intervento per sollecitare l’Amministrazione Comunale di Ceglie Messapica ad assicurare il rispetto delle procedure di gara e  il celere  completamento dei lavori “Sistema di videosorveglianza del Comune di Ceglie Messapica”
                                                                                                         

     Con osservanza
Ceglie Messapica 26.01.2015                                                                                                        

Tommaso Argentiero
                                                                             Consigliere Comunale di Ceglie Messapica
 “Noi con Federico”



  



Tribuna Libera

martedì 27 gennaio 2015

Nel centro storico di Ceglie


Ci documenta Francesco Salonna di "In Movimento":

"I lavori di riqualificazione di una piazza o di una via, sopratutto se interessano il nostro meraviglioso centro storico, dovrebbero essere realizzati attentamente. Bastava una semplice ripulita dal cemento e la risistemazione delle stesse chianche antiche, invece che sostituire con le basole di pietra di Trani ... Largo Gelso non sarà più lo stesso".







Prima ...





La posizione di IN MOVIMENTO

Per un nuovo centrosinistra a Ceglie


"Sono in corso in questi giorni i lavori di riqualificazione di largo Gelso, posto nel nostro centro storico, consistenti, secondo la relazione tecnica del progettista arch. Domenico Sasso,” nella realizzazione di opere minimali e nella fattispecie pavimentazione in basole di pietra calcarea già presenti e attualmente ricoperte da malta cementizia, la realizzazione di una ringhiera in ferro al fine di garantire la sicurezza dello spazio pubblico ... " CLICCA QUI per continuare a leggere



E inoltre:


"... E' ancora lecito sapere dove sono andate a finire 
e per quale uso saranno utilizzate?"


Lo chiede il consigliere Rocco Argentiero






E intanto nel centro storico ignoti 
hanno fatto incetta di fili di rame.







Tribuna Libera

Pietro Mita Sindaco 2015, Il video della presentazione


L'altro giorno (clicca qui) abbiamo parlato del successo della presentazione ufficiale del comitato "#InnovaCeglie - Pietro Mita Sindaco 2015" che vede insieme Partito Democratico, Sel, "In Movimento" e tanti cittadini liberi insieme alle realtà migliori e vive del nostro territorio 




Ecco il video della serata










(In foto: una parte del gruppo "In Movimento" insieme a Pietro).


Un'altra Ceglie, migliore, è possibile.

Costruiamola insieme.



#innovaceglie






Tribuna Libera

Soddisfazione dei consiglieri comunali del centrosinistra


Qualche giorno fa (clicca qui) abbiamo parlato del Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato che a breve verrà istituito a Ceglie. Sull'argomento c'è un comunicato dei consiglieri comunali del centrosinistra.



Comunicato Stampa

Il Comune di Ceglie Messapica sarà sede di un Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato. Questo è un importante risultato ottenuto dalla comunità cittadina.
Come consiglieri  comunali del centro sinistra riteniamo di aver svolto con serietà e responsabilità il nostro ruolo di proposta e collaborazione attiva per  determinare il raggiungimento di questo obiettivo.

Riteniamo doveroso  ringraziare  il Comando Generale di Roma, il Comando   Regionale e quello Provinciale del Corpo Forestale dello Stato per aver accettato la richiesta del Comune di Ceglie Messapica.

L’iniziativa della richiesta di istituzione di un Comando Stazione del Corpo  Forestale a Ceglie Messapica  trova fondamento nel consistente patrimonio boschivo,  di aziende zootecniche, capi di animali di allevamento, numero di cacciatori ed inoltre, per la necessità di contrastare le violazioni compiute in danno all’ambiente, il continuo abbandono di rifiuti nelle campagne e garantire una maggiore tranquillità ai tanti residenti  e forestieri che vivono nelle  nostre campagne.

Riteniamo di  dover esprimere tutta la nostra gratitudine e ringraziamento a Enzo Olivieri, Segretario Provinciale  di Brindisi  del Sindacato Autonomo della Polizia Ambientale e Forestale, che, dal mese di    aprile 2012, ha creduto nella fattività di questo obiettivo  è ci ha fornito collaborazione e i necessari suggerimenti  tecnici  per la  realizzare nella nostra città questa presenza istituzionale.

Ad Enzo Olivieri, che è un nostro concittadino, diciamo  grazie, il suo contributo tecnico e la passione per la sua terra sono stati elementi  fondamentali per l’istituzione a Ceglie Messapica di un Comando Stazione della Forestale.

Ceglie Messapica  24.01.2015                     
                                                                       

   I Consiglieri Comunali

Rocco Argentiero
Tommaso Argentiero
Donato Gianfreda
Nicola Trinchera




Tribuna Libera

lunedì 26 gennaio 2015

Un salto a Villa Kailia, a Ceglie Messapica




La nostra città, Ceglie Messapica, è orgogliosamente patria di gastronomia e di sapori. Ogni locale con la sua particolarità, specialità e caratteristica. E' quindi sempre con molto piacere che evidenziamo quando si parla di uno di loro. Oggi ne approfittiamo per parlare di Villa Kailia, ristorante pizzeria, poco distante dal centro urbano, sulla provinciale Ceglie-San Michele Salentino, all'altezza della struttura del San Raffaele, inaugurato circa un annetto fa.

Un posto dove ci si sente subito a casa, ottimi sapori (tutti a chilometro zero), gentilezza e un ambiente familiare, grazie ai gestori, Aldo Urso e la moglie Giusy, e a un personale efficiente e qualificato. Un ambiente tranquillo e piacevole in cui passare un paio d'ore in compagnia e serenità. Immancabile poi la simpatia di Aldo che, di tanto in tanto, si avventura tra i tavoli per fare quattro chiacchiere in allegria e mantenere questo contatto continuo con il cliente, quasi coccolandolo. 





Ne parliamo anche perchè VideoM Italia ha dedicato a Villa Kailia uno speciale andato in onda ieri sul canale 631, all'interno dello speciale "Itinerari gastronomici". Ecco il video.










Tribuna Libera

domenica 25 gennaio 2015

Mita sindaco 2015, Si parte


Il video servizio di TeleBrindisi



per vedere il videoservizio di TeleBrindisi WebTv




PER IL VIDEO INTEGRALE DELLA SERATA






Questa invece è la pagina Fb








Molto partecipata questa sera l'inaugurazione in corso Verdi dello spazio
per Pietro Mita Sindaco 2015.

Non il classico comitato elettorale, ma uno spazio da condividere e dove ogni cittadino che vorrà potrà proporre/progettare gli obiettivi del programma di governo per la città.

Lo spazio sarà aperto, da domani, tutti i giorni dalle 17.30 in poi






















Grazie agli amici Vincenzo Intermite e Francesco Salonna per le foto.



Altre immagini da Mimmo



A brevissimo qualche video.





Tribuna Libera

Nella Giornata della Memoria







Tribuna Libera

Pesca di beneficenza


Ricevo e pubblico volentieri:

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi comunica che durante la pesca di beneficenza, tenutasi il 21 dicembre 2014, la somma raccolta (160,00 €) è stata consegnata alla Caritas Parrocchiale della Chiesa Santa Maria Assunta, così come era stato stabilito durante la seduta del Consiglio.  


Ringraziamo, perciò, quanti nonostante la pioggia e il freddo di quel giorno, hanno contribuito alla riuscita dell'attività e tutti gli alunni della scuola media "Leonardo da Vinci" e "Giovanni Pascoli", che hanno offerto oggetti, giocattoli e lavori fatti con le loro mani. 













Tribuna Libera

Appuntamento politico a Ceglie Messapica






Questa sera alle 18.30, in Corso Verdi a Ceglie, inaugurazione del comitato per Pietro Mita Sindaco 2015. L'invito a fare un salto è rivolto a tutti i cittadini che vogliono partecipare con le proprie idee, proposte e domande alla costruzione di una Ceglie diversa da quella di oggi. Voltiamo pagina.

per saperne di più






#innovaceglie




Tribuna Libera