lunedì 28 luglio 2014

"O a Ceglie, o nulla"



Nei giorni scorsi abbiamo parlato del rinnovo della proposta dello storico locale Michele Ciracì a donare il suo patrimonio librario (circa 50mila volumi e documenti) alla città e della contemporanea proposta di ospitare il tutto, se a Ceglie non fosse possibile, presentata dal Comune di Villa Castelli.

Oggi sul Quotidiano parla Angelo Colucci, che è tra i cegliesi che hanno donato libri, anche di grande valore, a questa biblioteca messa su da Ciracì in tanti anni. Colucci avrebbe mediato nei giorni scorsi tra il sindaco Luigi Caroli e Ciracì per evitare questo trasferimento a Villa Castelli. E annuncia:

"Ho avuto premura di parlare al sindaco Caroli e Ciracì che conosco da tempo. Ho detto a Michele che, se la biblioteca non resta qui, io gli chiederò di restituirmi tutto il materiale che gli ho dato". 

Colucci che anni fa è stato anche amministratore locale in un Lombardia, aggiunge: "Affrontai un caso simile da assessore. Un artista donò il suo patrimonio gratuitamente. Decidemmo di mettere a disposizione tre piani di un palazzo e fu un successo. Se a Ceglie si decide di creare una biblioteca deve funzionare davvero: con personale e attrezzature adeguate".



Aggiornamento

E MICHELE CIRACI' SCRIVE AL SINDACO




per leggere la lettera aperta.





Tribuna Libera

OK ... ma perchè?


OK ... l'avete inaugurato quasi un anno fa.




OK ... Non sappiamo quando sarà aperto.





Ma perchè dallo scorso settembre le luci rimangono accese
per tutta la sera e tutta la notte?






A cosa serve questo spreco?
















Il mistero continua ...




Tribuna Libera

domenica 27 luglio 2014

Per ricordare Claudio Leo






Biglietti in prevendita presso:

*Pasticceria-Cafè-Gelateria "LES FOLIES"
Largo Amendola, 2. - Ceglie Messapica

*ROYAL OAK - Ceglie Messapica 

Info e prenotazione tavoli: 339 6634266




Tribuna Libera

sabato 26 luglio 2014

Monica Levaggi all'Art Cafè





Domenica 27 luglio ore 20 presso Art Cafè a Ceglie Messapica, si terrà un incontro/aperitivo con la pittrice Monica Levaggi. Nell'occasione l'artista esporrà la propria collezione dal titolo "Illusioni nel Colore". L'artista espone opere su carta in acquerello e tecniche miste e opere su tela in acrilico e collage. L'ispirazione nasce da temi naturalistici per poi evolversi verso l'astratto. La ricerca e' sul colore, brillante e luminoso, sulle trasparenze e sull'illusione nel colore e nel segno. Numerose sono state le esposizioni in giro per il mondo, Florianopolis in Brasile, la galleria J.Tseliki di Londra, galleria Sable di Wimberly in Texas, e poi ancora Olanda, Spagna e naturalmente Italia.




Tribuna Libera

Festa di Sant'Anna a Ceglie Messapica











CLICCA QUI
per scaricare il video con la storia della Chiesa di Sant'Anna (6.91 Mb)




Tribuna Libera

Pressing della polizia a Ceglie Messapica





Numeri importanti quelli ottenuti dalle forze di polizia in queste ore a Ceglie

Pressing della polizia sulle località turistiche: Ceglie passata al setaccio


Pressing della polizia sulle località turistiche: Ceglie passata al setaccio

Pressing della polizia sulle località turistiche:

 Ceglie passata al setaccio

A Ceglie Messapica i servizi erano cominciati già alcuni giorni fa. Obiettivo, scoraggiare i reati predatori nelle campagne e nel centro abitato, ma anche contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti. Leggi tutto



E anche i Carabinieri in azione nella città




Da cittadini ringraziamo le forze dell'ordine per il loro lavoro a tutela di noi cittadini.

Restiamo preoccupati per l'entità del consumo di sostanze stupefacenti nella nostra realtà. un trsite fenomeno ormai trasversale ai ceti sociali. Accanto alla meritoria azione repressiva è quanto mai urgente un'azione di informazione ed educazione soprattutto verso i più giovani da parte delle Istituzioni, in primis la scuola, e delle famiglie. 







Tribuna Libera

A Lecce e Bari in risciò


Su alcune testate nazionali come Repubblica si parla di "Veloservice", un originale servizio con cui i giovani in risciò portano crocieristi e turisti tra i vicoli del centro storico di Bari e Lecce, alla scoperta delle meraviglie di quie luoghi. 







Un'iniziativa nata e finanziata attraverso il bando regionale "Bollenti Spiriti" di qualche anno fa. Tra le ideatrici e animatrici del progetto c'ò la nostra concittadina Sonia Ligorio.






Ecco il video promozionale








Sonia era stata intervistata dalla Gazzetta del Mezzogiorno nello scorso settembre

A spasso nella Storia con Veloservice
Dal bando “Bollenti Spiriti” il progetto dei tour con i “risciò” nel centro cittadino



LECCE
Economico, ecologico e divertente. Quale sistema migliore per conoscere i segreti di Lecce, se non un “risciò” condotto da un'esperta guida turistica? Il modello orientale di trasporto – adottato ormai anche in tante metropoli europee – approda anche nel capoluogo con taglio del tutto nuovo per iniziativa di un gruppo di giovani di varia formazione universitaria il cui progetto si è inserito con successo nel bando regionale “Bollenti Spiriti” del 2008. Il servizio in questione si chiama "VeloService"  e organizza tour guidati in tutta la città. Nessuna fatica perchè a condurre i tre mezzi tuttora a disposizione sono altrettanti giovani ben allenati all'uso della bicicletta, pronti ad accompagnare i turisti tra monumenti, vicoli e piazzette del centro storico, offrendo loro tutte le informazioni storiche e artistiche sulla città.  

"Subito dopo il bando - spiega Sonia Ligorio, una delle ideatrici del progetto - il servizio è stato attivato a Bari. Poi, considerato che Lecce ha tutte le caratteristiche e gli spazi giusti, è stato portato anche qui dove lavoriamo da circa un mese. Oltre che con i normali turisti, abbiamo avuto delle bellissime esperienze anche con i disabili e i bambini".

Sonia tiene a precisare che non si tratta di un servizio taxi, che richiede tutt'altro tipo di licenza,  ma di un vero e proprio servizio di guida turistica. "Ci anima soprattutto l'amore per questa regione  - rivela Sonia - ed abbiamo cominciato ad avere rapporti con i gestori delle strutture, perchè è molto importante creare una rete. Vogliamo aprirci alla città, valutare nuove possibilità, contribuendo allo sviluppo dei servizi turistici". 



Tribuna Libera

Libri in circolo, a Ceglie


Contro il "caro-libri", in un momento di difficoltà economica per tante famiglie, la cartolibreria "Cartolandia" ha organizza con questo mercatino per vendere o acquistare libri usati.  da lunedì 28 luglio.





Tribuna Libera

venerdì 25 luglio 2014

Isole ecologiche itineranti a Ceglie


Come sapete, da qualche mese il centro raccolta materiali è inutilizzabile a seguito di sequestro dalla Guardia di Finanza, in quanto realizzato, in violazione degli strumenti urbanistici, su area destinata al verde pubblico.




Ieri è stata pubblicata un'ordinanza per tamponare la possibile emergenza, che prevede che gli utenti residenti nel territorio cegliese e titolari di un'utenza Tari potranno usufruire di tre postazioni di “isole ecologiche itineranti”, esclusivamente in specifici giorni e orari:

via Emilio Notte (il 13 agosto e il 24 settembre) dalle 6 alle 12.
piazza Giorgio la Pira (il 27 agosto e l'8 ottobre) dalle 6 alle 12
via Montale (il 10 setembre e il 22 ottobre) dalle 6 alle 12.

Sarà possibile conferire gratuitamente rifiuti ingombranti e Raee (arredi, materassi, mobili, rottami ferrosi, tv, monitor, piccoli elettrodomestici, stampanti, frigoriferi, lavatrici, ecc.).

Le violazioni all'ordinanza saranno punite con una sanzione dai 25 ai 500 euro, ove non costituiscano anche fattispecie di reato.


per leggere l'ordinanza


Se invece clicchi qui
puoi rileggere tutta la vicenda del centro raccolta



Tribuna Libera

Il Calvario di Ceglie tra i Giardini Storici pugliesi







Ci scrive l'arch. Francesco Urso

La Villa comunale di Ceglie Messapica è presente tra le ville e i giardini storici censiti e riconosciuti dal progetto "Giardini Storici Pubblici della Puglia" promosso e curato dall'Associazione Italia Nostra Onlus e cofinanziato dal Programma regionale delle Attività Culturali del triennio 2013/2015. 
Grazie al progetto è stato possibile riconoscere e certificare la valenza culturale della Villa comunale, meglio conosciuta come "Villa del Calvario", in quanto avente più di 50 anni e di autore non più vivente, dunque tutelata "Ope legis" in base all’art. 4 della ex L. 1497/39 e agli artt. 2 e 10 del D.lgs 42/2004. 
L'8 agosto alle ore 19:00, presso la Chiesa di San Demetrio, presenteremo al pubblico il progetto e i risultati raggiunti.  All'iniziativa prenderanno parte il curatore del progetto l'arch. Giacinto Giglio, lo storico cegliese Michele Ciracì e il sottoscritto arch. Paesaggista Francesco Urso (curatore della parte relativa alla Villa comunale di Ceglie). Porteranno i loro saluti il Sindaco rag. Luigi Caroli, la Presidente di Italia Nostra prof.sa Enza Rodio e il presidente della ProLoco, sig. Gianfranco Caroli".



Da ricordare che, lo scorso ottobre, il Comune ottenne un finanziamento Gal di 50mila euro per il recupero e la riqualificazione del Calvario. A questi vanno aggiunti gli 80mila euro stanziati nel 2009 dall'Amministrazione guidata da Pietro Federico e altri 15.309,62 euro provenienti da fondi raccolti da un comitato di cittadini sempre in quell'anno.




Tribuna Libera

La Ceglie che ci piace


Segnalo un nuovo appuntamento organizzato per domani dagli amici dell'Avis.





E' consentita una leggera colazione con the, caffè, spremuta, succhi di frutta, tutti preferibilmente non zuccherati. Non è ammessa la colazione con latte, cioccolato, yogurt, formaggio, brioches, biscotti. 



Tribuna Libera

giovedì 24 luglio 2014

Vittorio Sgarbi a Ceglie Messapica



Il critico d'arte ed ex parlamentare-sottosegretario del centrodestra sarà nella nostra città il prossimo 29 luglio, per un incontro organizzato da 72013 (associazione vicina a Forza Italia) per presentare il suo nuovo libro "Il punto di vista del cavallo".




Tutti possiamo immaginare che in realtà, anche per il luogo scelto (nel corso della serata verranno anche raccolte le firme sulla relativa petizione), l'incontro andrà verosimilmente a parare sulla questione degli orti periurbani adiacenti al Comune e su quella dell'anfiteatro che vede scontrarsi frontalmente da settimane le due anime della destra cegliese. 



Probabilmente il prof. Sgarbi avrà qualcosa da ridire anche sulla scelta, fatta a suo tempo, di costruire la sede del Comune proprio in una zona come il Monterrone. Chissà se gli spiegheranno anche che Ceglie è uno dei rari comuni italiani che non dispone di un Pug (piano urbanistico generale) visto che siamo fermi al programma di fabbricazione del 1969. Eravamo arrivati al traguardo nel 2010 ma il centrodestra (tutto) decise di azzerare il lavoro a pochissimi passi dal traguardo finale e ricominciare daccapo: nuovo incarico e nuovo progetto. Avevano promesso che entro massimo due anni sarebbe stato tutto pronto; sono passati 4 anni e mezzo e non s'è ancora visto niente. Ma questa è un'altra storia.


La seconda volta di Sgarbi
Non è infatti la prima venuta di Vittorio Sgarbi a Ceglie. Nel 1999 partecipò a un comizio in piazza Plebiscito, in occasione della vittoria del sindaco Pietro Magno. Piazza strapiena. Dal palco lanciò una dura critica (nel suo stile) alla "rosa dei venti" raffigurata nella pavimentazione di piazza Plebiscito e alla pubblica illuminazione (paragonata, se non erro, a dei "lumini da morto"). Applausi e poi passeggiata per le vie del centro storico.









Tribuna Libera

Ordine pubblico a Ceglie, Parla il Sindaco



''Ceglie Messapica (Br) – Piazza Plebiscito'' - Ceglie Messapica



Torniamo a parlare di sicurezza, in particolare dei fatti avvenuti sabato notte in piazza Plebiscito. Il neodeputato Nicola Ciracì nei giorni scorsi ha dichiarato di aver incontrato il Prefetto e il Questore di Brindisi i quali si sono impegnati ad affrontare il caso della sicurezza a Ceglie nella prossima riunione del comitato provinciale dell'ordine pubblico. Nel frattempo oggi, sul Nuovo Quotidiano di Puglia, il sindaco Luigi Caroli annuncia che saranno intensificati i controlli da parte dell'amministrazione e delle forze dell'ordine sul territorio. 



Ad una dichiarazione di guerra rispondo con una dichiarazione di guerra, perchè bisogna salvaguardare l'immagine della città e stare al fianco delle forze dell'ordine. Non va bene militarizzare né mi faccio intimidire da dei ragazzini. Il problema è che qui sono tutti paladini della giustizia ma la legge deve essere rispettata da tutti. Noi abbiamo fatto un investimento non da poco e non abbiamo chiesto nulla a nessuno”. 


Il sindaco poi se la prende con gli esercenti delle attività che operano in piazza Plebiscito e nel centro storico in generale, con una serie di critiche. 

Il rispetto delle regole passa anche dal pagare il suolo pubblico, dal non somministrare alcolici ai minori o a chi è ubriaco. Anche lì ci sono delle responsabilità. Io ho sempre avuto un range di tolleranza per cercare di venire incontro alle esigenze di tutti gli operatori, visti i tempi difficili: sto parlando, ad esempio, di quando abbiamo tollerato i tavolini fuori a maggio oppure della decisione di ristrutturare i bagni pubblici che sono stati adeguati anche ai disabili, proprio per aiutare i commercianti che ne avevano bisogno. Adesso ci saranno controlli meticolosi da parte mia, delle forze dell'ordine, della polizia municipale. E gli operatori commerciali devono prendere posizione. La responsabilità è del sindaco e delle forze dell'ordine? Va bene, però se hai visto cosa è accaduto, perchè non denunci? Ripeto: mi assumo io tutta la responsabilità. Ma dobbiamo avere coraggio, perchè possiamo fare un salto di qualità solo se tutti ci assumiamo le nostre responsabilità”.





Discutiamone.

*Invito come sempre (ma in particolare su questo argomento delicato) chi volesse commentare
senza firmarsi ad attenersi alle regole dell'educazione e del confronto civile. 





Tribuna Libera

"Fattela con noi"








L'amico Vincenzo Intermite mi segnala questa bella iniziativa di Bicilona - la Ciclofficina,
in collaborazione con la creperia "Girone dei golosi", per lunedì 28 luglio alle 20.30.



"FATTELA CON NOI"
Passeggiata serale in bicicletta (e crepes)




"Ci piace l'idea che il mezzo "bicicletta" può essere protagonista di una serata tra amici, essere il mezzo per spostarsi e raggiungere un luogo, un appuntamento, un amico. 
Questo è lo spirito di "fattela con noi" che è uno dei primi appuntamenti di Bicilona, un esempio di mobilità sostenibile.
Cosa aspetti? Ci vediamo in piazza Plebiscito, attraverseremo le vie della città con sosta per una buonissima crepes presso il Girone dei Golosi. (** i partecipanti della passeggiata hanno diritto ad uno sconto su crepes+bevanda) 

Mi raccomando casco e luci sono importanti. :)"







Tribuna Libera

TASI A CEGLIE MESSAPICA, PRONTA LA STANGATA







Già in vari post precedenti avevamo parlato delle tasse comunali che dall'estate a dicembre saremo chiamati a pagare (Clicca qui). Tra queste la nuova Tasi, la tassa sui servizi indivisibili che deve essere pagata sia dai proprietari delle abitazioni che anche dagli inquilini.  Viene calcolata sulla base imponibile della rendita catastale e deve essere pagata in una quota - per gli inquilini - che può variare dal 10% al 30% (questo lo decide il Comune). Entro fine luglio il Comune dovrà stabilire le aliquote.

A tal proposito ricevo alcune considerazioni dal capogruppo consiliare della Democrazia Cristiana Giovanni Gianfreda, presidente della commissione Bilancio. Ci possono essere differenze politiche e di vedute, che tali restano, ma di fronte ai numeri, alle cifre, non si può che condividere. Bisogna fare il possibile perchè la città non riceva un ennesimo salasso fiscale, tra l'altro in un periodo difficile come questo per tante famiglie e attività commerciali. 






"QUESTI vogliono SPENNARE i cittadini cegliesi!



Dopo le super tasse del 2013 arrivano ulteriore tasse anche per il 2014. Oggi in Commissione Bilancio ho fatto fatica ad accettare e sentire ciò che ho letto e sentito! Il Sindaco Caroli e la sua maggioranza si accingono ad approvare in consiglio comunale un gettito TASI pari a €. 1.300.000,00, ovvero una ulteriore tassa che i cittadini cegliesi saranno chiamati a pagare.


Ci dicono e vogliono farci credere che non dipende da loro ma è, purtroppo, conseguenza di una normativa romana. Niente di più falso. La realtà dice, e me lo conferma anche il Responsabile Economico Finanziario, che la TASI al massimo potrebbe essere considerata come il “sostituto ideale” del contributo Minor Gettito IMU che dal 2014 il singolo Comune non si vedrà più riconosciuto da Roma e che per le casse del Comune di Ceglie Messapica ammontava ad €. 463.795,00. 


Quindi da un semplice calcolo matematico si evince come il Sindaco Caroli voglia tartassare nuovamente i cittadini cegliesi per l’anno 2014 con ulteriori €. 836.205,00 (1.300.000 – 463.795). Perché questa “necessità contabile”? Semplicemente perché anche quest’anno anziché gestire la macchina amministrativa con la giusta programmazione e la giusta oculatezza il Sindaco Caroli continua a sperperare denaro con un CegliEstate 2014 di circa €. 300.000,00 e con continui affidamenti diretti di svariati centinaia di migliaia di euro sempre ai soliti.


Credo che il semplice cittadino cegliese non meriti di essere per default il“pagatore” dello sperpero di denaro che il Sindaco Caroli e la sua maggioranza imperterriti continuano ad effettuare. Per questo ho proposto in Commissione di emulare gli altri paesi limitrofi rivedendo la propria gestione delle spese in modo da ridurre la tassazione in capo ai cittadini cegliesi e soprattutto in capo alle famiglie appartenenti ai ceti meno abbienti".


GIANFREDA Giovanni







Tribuna Libera

mercoledì 23 luglio 2014

Michele Ciracì, Luigi Caroli e Vitantonio Caliandro


Ieri abbiamo parlato della disponibilità dello storico Michele Ciracì a donare alla città il suo patrimonio librario (più di 50mila volumi) e dell'assenza di risposta al riguardo, ad oggi, da parte del Comune di Ceglie. Nel frattempo il Comune di Villa Castelli si è detto disponibile ad ospitare tutto l'archivio storico. Clicca qui per rileggere il post.


Oggi sul Quotidiano leggiamo gli interventi dei due sindaci interessati,
intervistati rispettivamente da Maria Gioia e da Antonio Putignano:



Ecco quanto dichiarato dal sindaco di Ceglie Messapica, Luigi Caroli:

"Ho sempre detto che c'è il progetto di riqualificazione museale del Maac (Museo archeologico e di arte contemporanea), che prevede la realizzazione di un polo museale, in cui è inserita inoltre la valorizzazione della pinacoteca-biblioteca 'Emilio Notte'. Stiamo rimodulando i finanziamenti e abbiamo già affidato i lavori, servono solo i tempi tecnici per realizzare gli interventi. ... L'archivio è nostro e della città di Ceglie, lui non sta regalando niente. Ci sono tanti documenti, tra cui delibere che sono del Comune. Certo, lui è stato capace di archiviarlo e collezionarlo per anni. Ciracì ha sempre detto solo 'vorrei donare tutto alla città'. Bene, noi vogliamo capire quali sono le condizioni. Vuole fare una donazione, senza avere niente in cambio? E' una donazione gratuita o prevede un comodato d'uso o altro? Ciracì può metterlo per iscritto in una nota e inviarmela ... Se il sindaco di Villa Castelli vuole prendere un archivio che è di Ceglie e portarlo a Villa Castelli, io non ci posso fare niente. E' chi dona che deve fare una scelta. Se poi chi sceglie vuole fare un dispetto a Ceglie, perchè di questi tempi purtroppo devo considerare anche questo, allora l'archivio è destinato ad andare altrove, perchè non posso farci niente".




La posizione del sindaco di Villa Castelli, Vitantonio Caliandro:

"Una possibilità nata davvero per caso. Ho un'amicizia fraterna con Michele Ciracì da tanti anni e proprio nel più semplice dialogo tra due amici mi ha confidato la sua idea di creare una biblioteca aperta a tutti e delle relative difficoltà che ha incontrato da tantissimi anni per l'attuazione di tale progetto. Da qui è nata la mia proposta di portare a Villa Castelli tutto il suo archivio storico perchè la nostra Provincia e la Regione in generale hanno bisogno di recuperare e rendere fruibili i nostri patrimoni storici che non possiamo assolutamente disperdere. Ribadisco che la mia proposta è nata per caso senza alcun intento alla base. Non voglio assolutamente entrare in contrasto o creare problemi al Comune di Ceglie Messapica per il quale mi sono battuto più volte da consigliere provinciale per la vicenda dell'ospedale. Ho fatto quella battaglia con piacere, credendoci davvero. Per quanto riguarda l'archivio, c'è una nostra proposta e attendiamo l'evolversi della vicenda. Se il Comune di Ceglie confermerà l'archivio di Ciracì nella città messapica, faremo i migliori auguri al comune limitrofo, consapevoli che sarebbe ugualmente un'opportunità importantissima per Villa Castelli e per tutta la provincia brindisina. Abbiamo pensato di creare una grande biblioteca aperta a tutti, un grande centro di documentazione e di ricerca per far rivivere libri e documenti storici della provincia, creando un collegamento ed una collaborazione con altre biblioteche regionali e italiane. Un progetto moderno e fruibile". 



 Come già scritto ieri,

Ceglie non deve rinunciare 
a questo patrimonio di cultura.



Tribuna Libera

Due biglietti per il Teatro







"Ieri dal Comune mi è arrivata una telefonata con la quale venivo informato che se ero interessato potevo ritirare dalla segreteria DUE BIGLIETTI per assistere al Concerto d' Europa che si terrà questa sera al teatro comunale.
Per capire di che si trattava ieri pomeriggio mi sono recato in comune e ho ritirato i due biglietti RISERVATI AI CONSIGLIERI COMUNALi.
Presumo che il Comune abbia acquistato un determinato numero di biglietti che ha OFFERTO in giro, e tra i beneficiari ci sono consiglieri comunali e sicuramente altri soggetti che sinceramente non so chi siano.....
Ritengo che i consiglieri comunali e tutti gli amministratori, per eventi a pagamento dovrebbero pagare di tasca propria come è accaduto nel passato.
HO DECISO di mettere a disposizione i DUE BIGLIETTI ricevuti in "OMAGGIO".
I BIGLIETTI SONO A DISPOSIZIONE DI CHI VOLESSE ASSISTERE AL CONCERTO E MAGARI NON HA LA POSSIBILITA' ECONOMICA PER FARLO".

Rocco Argentiero
consigliere comunale PD



Tribuna Libera

Appuntamenti queste sere a Ceglie


Appuntamento giovedì 24 luglio al ristorante-pizzeria "Villa Kailia",
sulla strada provinciale Ceglie - San Michele Salentino.



(in foto: Donato e Aldo Urso)



Ci sarà una serata con il Musica Popolare Trio: Giuseppe Gallone (fisarmonica), Giulio Ferretto (chitarra, voce e tamburello) e Davide Chiarelli (percussioni e tamburello).

Sarà possibile degustare, tra le altre cose, mozzarelle fatte al momento dal casaro Mimmo Elia.




Gli altri appuntamenti a Ceglie:

- Festival della Valle d'Itria (40esima edizione)

- "Io ho sempre voglia

- Cinema

- Escursione in bicicletta

... e tanto altro ancora .



Tutti i dettagli li trovate sul blog





Tribuna Libera

martedì 22 luglio 2014

Importante nomina per l'avv. Francesco Pompilio


Oggi, presso la sede della Cisl di Milano, si è proceduto alla nomina del nuovo segretario generale della SIMED CISL, Sindacato dei Mediatori civili e familiari, la prima associazione sindacale sorta in Italia a tutela dei mediatori. Alla presenza di una folta assemblea, nella sala riunioni della CISL Milano il Consiglio direttivo ha eletto l'avv. Francesco Pompilio quale nuovo Segretario Nazionale.




Si tratta di un Sindacato fortemente voluto dalla Cisl Nazionale per la tutela dei mediatori professionisti, degli organismi di mediazione e della mediazione complessivamente considerata. La Cisl nazionale ha inteso puntare forte sulla mediazione acquisendo la proprietà di GESTMED società di mediazione civile professionale, una delle più accreditate nel panorama italiano delle mediazioni.
La Gestmed Cisl è la prima struttura di mediazione direttamente gestita da un sindacato avente rilievo nazionale.

Tra l'altro, appena un mese fa, Francesco è stato premiato direttamente dal Ministro Orlando quale titolare - funzionario della prima sezione civile telematica italiana.

Congratulazioni.




Tribuna Libera

Non lasciamolo andar via ...


Ci sono cose che, da cittadini, spesso fatichiamo a capire. Parliamo di una notizia che Domenico Biondi ci aveva anticipato qualche giorno fa sul suo blog (link). Ceglie rischia infatti di perdere a brevissimo un norme e prezioso patrimonio librario, in gran parte sulla storia locale, messo su negli anni dallo storico Michele Ciracì. Sono circa 50mila volumi che rischiano di essere trasferiti e valorizzati in un'apposita libreria che sarà realizzata a Villa Castelli. 





Nonostante la disponibilità di Ciracì a donare il tutto alla città di Ceglie, dalle parti del Comune nessuno si è finora mosso. Come se alle istituzioni di questo rischio di assurda perdita poco importasse.
Questa mattina leggiamo al riguardo lo sfogo di Michele sul Nuovo Quotidiano di Puglia:



Ho sempre voluto donare alla comunità cegliese il mio patrimonio librario ma nessuno ha mosso un dito perchè questo avvenire. Non chiedo niente per me stesso, il mio intendimento è mettere a disposizione di tutti ed in particolare dei giovani il mio patrimonio: si tratta di migliaia di volumi, tra testi e documenti storici. Non ho più spazio per accogliere tutta questa documentazione e c'è la necessità di mettere il mio patrimonio a disposizione della gente, per preservarlo dal tempo.


In occasione dell'insediamento di tutte le amministrazioni comunali che si sono succedute a Ceglie messapica, al di là del colore politico, ho chiesto di trovare uno spazio dove accogliere la mia biblioteca, ma nessuno è mai intervenuto. Detto questo, ognuno si assume le proprie responsabilità. Il sindaco di Villa Castelli, Vitantonio Caliandro, mi ha dimostrato disponibilità, vicinanza e rispetto. Questo mi ha reso felice e gli sono molto grato: il Comune è pronto a mettere a mia disposizione i suoi spazi per fare una grande biblioteca. Io e il sindaco Caliandro ci siamo lasciati con l'impegno di aggiornarci. 

Certo, io vorrei che questo patrimonio restasse alla comunità cegliese, ai giovani del posto, a chi ha bisogno di fare ricerche. Spetta all'amministrazione comunale fare delle scelte che sono politiche più che economiche. Questa amministrazione, così come le precedenti, è stata informata circa la mia volontà, adesso ho bisogno di concretezza e fare le cose per bene al fine di lasciare qualcosa di duraturo alle nuove generazioni".


Ceglie non deve rinunciare 
a questo patrimonio di cultura.



Tribuna Libera

Una proposta di Daniele Gioia



Si discute ancora dell'episodio di violenza avvenuto sabato notte in piazza Plebiscito. A seguito di quei fatti giunge una proposta del segretario cittadino del NuovoCentroDestra Daniele Gioia:




"Nelle ultime settimane fatti incresciosi si sono verificati nel nostro centro cittadino; a tal riguardo proporrò personalmente al Sindaco Luigi Caroli di adottare immediatamente dei provvedimenti atti a salvaguardare ancor di più la tranquillità della nostra Comunità. Non è più tollerabile che gli sforzi della nostra Amministrazione Comunale, che ha sempre fatto della sicurezza una priorità con un rapporto di stretta collaborazione con le Forze dell’Ordine e che ha garantito un’intera stagione estiva senza il verificarsi di crimini con il prolungamento dell’orario di servizio dei Vigili Urbani, possano essere infangati da pochi facinorosi. 
Non è più tollerabile che le Forze dell’Ordine, prontamente intervenute sul posto, si scontrino con il silenzio assordante di astanti e gestori di locali pubblici che dicono “Io non vedo, non sento, non parlo”. Non è più tollerabile che si verifichino simili episodi sul nostro territorio cittadino. 

Per questi motivi proporrò all’Amministrazione Comunale: 

1. di costituirsi parte civile in ogni processo che si instaurerà contro i responsabili di eventi di questo genere per il danno di immagine che potrebbe derivare alla Città; 
 2. di emettere apposita Ordinanza riguardante il divieto di vendita di alcolici dalle ore 01.00 e fino alle ore 06.00, su tutto il territorio comunale; 
3. di sensibilizzare i gestori di locali pubblici al rispetto delle leggi con particolare riguardo agli artt. 689, 690 e 691 del codice penale".

Il Consigliere Comunale
Daniele Gioia




Una domanda, forse banale: E se uno si ubriaca fino alle 00.58?



Voi che ne pensate?
Discutiamone.



Tribuna Libera

Un omaggio



Comunicato

Martedì 22 luglio alle ore 19.00, presso il Laboratorio Urbano Mac900 in Via San Paolo della Croce a Ceglie Messapica, si terrà l’atteso evento culturale “Omaggio a Pietro Gatti”. Durante la serata saranno presentati i due volumi dedicati al poeta cegliese: “Pietro Gatti e la modernità poetica” (opera che raccoglie tutto il materiale del ‘Seminario di studio in occasione del centenario della nascita del poeta’ Pietro Gatti) e “A Villa Verde” (una composita minisilloge prodotta tra l’aprile e il luglio del 1991, durante i duri giorni del terzo e quarto ricovero di Gatti presso la clinica “Villa Verde” di Martina Franca).
Interverranno: Antonio Lucio Giannone (Università del Salento), Lino Angiuli (Poeta e critico letterario), Carlo Alberto Augieri (Università del Salento), Salvatore Francesco Lattarulo (Giornalista, scrittore e  critico letterario).
Dopo la pubblicazione dell’Opera Omnia, avvenuta nel 2010 e il Seminario di Studio “Pietro Gatti e la modernità poetica” realizzato il 2 marzo 2013, in occasione del Centenario della nascita dell’illustre cittadino e poeta cegliese, anche questo evento rappresenta un ulteriore importante tassello nel percorso che la Città di Ceglie Messapica intende portare avanti come segno concreto di gratitudine e di riconoscenza nei confronti dell’uomo e dell’artista Gatti.
Il Poeta Pietro Gatti ha narrato con sincera genuinità e con particolare cura tutto ciò che riguarda la vita nella meravigliosa terra di Ceglie Messapica, nella sua terra amata.
Scegliendo il linguaggio poetico e l’idioma cegliese Gatti ha fatto si che, come per incanto, il nostro mondo, la nostra vita e la nostra realtà diventassero poesia.

La scia luminosa della sua poesia vive nella memoria e rappresenta un punto fermo per rafforzare il nostro impegno per diffondere ancor di più l’opera letteraria del nostro mite e grande poeta dialettale.




Un video di NicDiSan con una poesia di Pietro Gatti.




Tribuna Libera

Vedrai che cambierà






Tribuna Libera

lunedì 21 luglio 2014

FESTA DI SAN LORENZO A CEGLIE



Solenni festeggiamenti 2013 in onore di San Lorenzo Da Brindisi

(Immagini repertorio 2013)


Lunedì 21 luglio

Programma religioso
ore 7.30, 9.15, 10.30: SS. Messe
Ore 19: solenne celebrazione presieduta dal vescovo Mons. Vincenzo Pisanello e processione con la statua del Santo. La processione sarà accompagnata dal Concerto Bandistico Associazione Antonietta Amico di Ceglie Messapica






Programma civile
Ore 21.30: in via San Lorenzo concerto musicale del gruppo New Dance.

Ore 23: spettacolo di fuochi d'artificio della ditta UPM Pirotecnica di Paolo Maria Urso.











Tribuna Libera

Comunicato di Forza Italia-DC



 


Ricevo un comunicato dei gruppi consiliari di Forza Italia e Democrazia Cristiana.

"Ci risiamo, con l’arrivo  dell’estate arrivano le spese pazze effettuata dalla giunta Caroli. Nonostante un fortissimo periodo di recessione nazionale, nonostante paesi limitrofi impegnano per l’estate poche migliaia di euro (Cisternino) o eliminano eventi programmati di elevato costo per aumentare gli aiuti alle famiglie bisognose (Martina Feranca), il Sindaco Caroli e la sua maggioranza, imperterriti, impegnano centinaia di euro per imbastire un misero programma estivo senza alcuna minima programmazione a medio lungo termine e senza un
minima programmazione e gestione della sicurezza dei cittadini e dei turisti che si vedono, loro malgrado, partecipi o spettatori di risse nella piazza principale.
Ma non finisce qui! Siccome con il Sindaco Caroli non c’è mai limite all’ impensabile abbiamo scoperto che il Comune di Ceglie Messapica, non solo spende centinaia di migliaia di euro senza alcuna oculatezza, ma a sua completa discrezione finanzia le ditte appaltatrice del periodo estivo cegliese; più precisamente, ha già pagato con le determine n. 391 del 30-06-2014 e n. 494 del 18-07-2014 ben 170.000 euro per eventi estivi che si terranno addirittura verso la fine di agosto.
Ma come se non bastasse, di questi 170.000 euro, nonostante dal 2013 tutti gli enti di diritto privato previsti dal codice civile (fondazioni, associazioni, comitati e società) non possono più ricevere contributi a carico delle finanze pubbliche, ben 91.200 euro sono elargiti come contributi.
Per questo motivo abbiamo già interessato gli enti preposti affinché si faccia chiarezza su queste forzature che oramai sono diventate una costante dell’ attività amministrativa della giunta Caroli".


Gianfreda Giovanni – Capogruppo DC
Gatti Fabrizio – Capogruppo Forza Italia




Tribuna Libera