venerdì 29 maggio 2015

Comizio conclusivo di Pietro Mita












Come si vota?

Ecco due video che spiegano tutto, per le elezioni regionali e quelle comunali.

Guardateli con attenzione per evitare di farvi annullare il voto.









Occhio: da quest'anno, alle comunali, è possibile votare due candidati consiglieri purchè siano di sesso opposto: se si votano due uomini o due donne, il secondo voto viene annullato.

Resta la possibilità di votare una sola persona a consigliere o di non votarne nessuna (votando solo il candidato sindaco o una delle liste a sostegno).












Tribuna Libera

Ai miei amici di "In Movimento"




Cari amici del movimento,

probabilmente non vi aspetterete questo post ma oggi, a poche ore dal voto, ho sentito il bisogno di scrivere qualche riga per voi. Sono passati due anni da quel pomeriggio di quasi estate in cui, in modo informale e davanti a una pizza, tra una chiacchiera e l'altra decidemmo di provarci: fare qualcosa per portare un contributo - di discussione, partecipazione, di impegno politico - alla nostra città. 

Ci buttammo a capofitto con entusiasmo e forse anche un po' di pazzia. Venivamo da storie politiche diverse, ma tutte facenti parte della grande famiglia del centrosinistra, con sfumature, sensibilità e approcci fino a quel momento apparentemente diversi:  li mettemmo tutti insieme e, in modo naturale,  trovammo l'elemento comune: impegnarci per un'alternativa che partisse dal basso, scegliendo il centrosinistra e lavorando per aprirlo il più possibile anche ad altre esperienze e impegni per dare voce a "un'altra Ceglie".

Da allora di strada ne abbiamo fatta un po': abbiamo lanciato proposte, segnalato ciò che non andava nell'amministrazione della città, contribuito ad aggregare il centrosinistra. Abbiamo sollecitato la scelta del candidato sindaco attraverso le primarie e la scrittura del programma dando la voce direttamente ai cittadini. In tutto questo abbiamo lavorato in modo appassionante e unito con tutte le forze del centrosinistra, superando anche qualche piccolo sussulto interno che pur nell'alleanza c'è stato, ma che ha fatto chiarezza. E oggi siamo qui, la nostra esperienza ha dato il nome alla lista civica a sostegno del candidato sindaco Pietro Mita che abbiamo scelto e sostenuto fin dall'inizio e che i cittadini hanno chiamato a guidare l'alleanza.



In questi mesi tante altre persone e amici sono diventati parte di questo percorso, di questo approccio che chiedeva cose semplicissime ma, forse per questo, mancanti: la trasparenza amministrativa, la partecipazione, la proposta concreta, l'assenza di qualunque ombra di ambiguità personale e politica oltre che l'assenza di qualunque conflitto di interessi  di qualsiasi tipo. La lista civica "In Movimento con Mita" è il risultato di tutto questo: tante persone perbene, tante capacità, tanti amici che credono che una Ceglie diversa e migliore rispetto a quella di oggi sia non solo possibile, ma anche necessaria. Ognuno di loro è il protagonista di questa sfida politica che vuole tornare a parlare alla testa, all'anima e al cuore delle persone, non solo del centrosinistra. A tutti questi amici va il nostro grazie e sostegno, per il loro impegno verso il rinnovamento.

Ma, in conclusione, chi legge mi consentirà: non posso non rivolgere un particolare ringraziamento e incoraggiamento ad alcuni dei candidati, alcuni compagni di viaggio con cui dal primo momento abbiamo condiviso questa esperienza: Manuela Maggi, Antonio Curri e Giuseppe Faggiano.





Persone entusiaste, capaci ma soprattutto tre amici veri. Il dinamismo, la propositività e l'intransigenza di Manuela. L'instancabilità di Antonio nel proporre e organizzare, la sua puntualità sui temi politici e amministrativi. La precisione e competenza di Giuseppe nel curare ogni aspetto tecnico e giuridico delle proposte unita alla passione per la politica e il cambiamento vero.


Tre persone competenti, sempre pronte a mettersi a disposizione, sincere e perbene. Tre persone vere. A voi va il ringraziamento per l'impegno disinteressato di questi mesi, per l'amore che avete dimostrato per la nostra città. Noi saremo al vostro fianco in questa sfida decisiva, insieme a tanti altri concittadini. Ora è il momento dell'ultimo sforzo.  Qualunque sarà la scelta che i cittadini faranno tra qualche ora, di una cosa siamo certi: che cioè, tra qualche tempo, quando ci troveremo a ripensare all'esperienza che stiamo vivendo, potremo dire "Abbiamo fatto quello che dovevamo". 







P.s.: in occasione della foto al centro del post mancavano altri due preziosi amici: Jasmine Montanaro e Pio Lattarulo, due vere colonne di "In Movimento".



Tribuna Libera

COMIZIO CONCLUSIVO









E sul palco ci sarà anche un amico.

Ci vediamo questa sera in piazza, alle Nove meno un quarto.




Tribuna Libera

Turismo a Ceglie, dati impietosi








per leggere il report completo




Parla Francesco Nacci:


IL NOSTRO TURISMO: BRINDISI E LA PROVINCIA CRESCONO, TRANNE...

Della serie ... non facciamoci mancare nulla: abbiamo elaborato i dati degli arrivi turistici in provincia di Brindisi e ovviamente a Ceglie Messapica.... dati forniti direttamente dall'osservatorio regionale del turismo della Regione Puglia ceertificati dall'Istat (sono i dati ufficiali... non dite di nuovo che sono falsi che ci fate una brutta figura di nuovo)

CHE VI DEVO DIRE?? DAL 2012 IN POI IL NOSTRO TURISMO ARRETRA, DI NUOVO ANCHE NEL 2014 - 10% DI ARRIVI... DOPO IL DISASTROSO -35% DEL 2013... QUALCUNO PUò SPIEGARE AI CEGLIESI, AGLI OPERATORI DEL TURISMO E DELLA RISTORAZIONE, COME SIA POSSIBILE SPENDERE 500/600.000 € ALL'ANNO (DI SOLDI PUBBLICI) PER MANIFESTAZIONI "TURISTICHE??" E FAR CROLLARE DEL -35% E DEL -10% IL NOSTRO TURISMO NEI DUE ANNI SUCCESSIVI... ??? NEGLI ANNI DAL 2007 AL 2012 CON Pietro Mita al marketing territoriale alla provincia, Francesco Nacci all'Apt di Brindisi e Pugliapromozione, con Tommaso Argentiero al comune di Ceglie con Pietro Federico il turismo è cresciuto fino al massimo mai visto in questa terra... possiamo tornare indietro .... dovete votare e far cambiare le cose

un plauso va secondo me solo al buon operare delle strutture private sulle quali è stato "scaricato" l'onere della promozione turistica, che questa amministrazione ha completamente dimenticato di fare negli ultimi anni. Per fortuna che come Regione Puglia e Iat Brindisi- Agenzia PugliaPromozione abbiamo investito nei voli esteri e gli stranieri ci salvano.... MA CEGLIE PUO' AVERE DI PIU' ... UN TURISMO TUTTO L'ANNO E' POSSIBILE... ma non si può lasciare soli gli operatori del settore. I ristoranti sono pieni? si grazie ai turisti che vanno altrove. Non va bene!

LEGGETE I DATI SE QUALCUNO PUO' SPIEGARCI... siamo pronti al confronto, se qualcuno ci avesse ascoltato anni fà, forse tutto questo si sarebbe potuto evitare...

Francesco Nacci







E intanto del turismo cegliese parla anche BrindisiReport:


Turismo in crescita nel Brindisino, Ostuni e Fasano le città più visitate
Turismo in crescita nel Brindisino
Ostuni e Fasano le città più visitate

Turismo in crescita nel Brindisino, Ostuni e Fasano le città più visitate
Ostuni e Fasano le città più visitate
Turismo in crescita nel Brindisino, Ostuni e Fasano le città più visitate
"Se per la città dei Normanni il calo registrato è dovuto alla crisi economica che ha colpito l’intero territorio nazionale, avendo puntato negli anni passati su arrivi e presenze legate agli affari ed al lavoro, oltre al fatto di non aver mai rappresentato una meta turistica attrattiva rispetto ad altri comuni, il calo di Ceglie Messapica, nel 2013 registrò un negativo rispetto all’anno prima del 35,75 per cento di arrivi e del 26,54 per cent di presenze, è dovuto a politiche turistiche sbagliate e, in alcuni settori, completamente abbandonate. Il dato del 2014 (-10 per cento) non è tragico come quello registrato l’anno prima, ma lascia sempre diversi dubbi visto che prima dei dati da incubo del 2013 il comune a nord di Brindisi registrava percentuali a doppia cifra, ed in positivo. Anche Ceglie deve molto all’attenzione del circuito straniero che ha spalmato durante l’anno presenze salvatrici ..."

per leggere tutto




Tribuna Libera

giovedì 28 maggio 2015

A sostegno di Tommaso Gioia


A sostegno di Tommaso Gioia, candidato al Consiglio regionale pugliese per la lista "Emiliano sindaco di Puglia", scendono in campo con alcuni videomessaggi lo stesso Emiliano, Fede & Tinto e Andy Luotto.






Il videomessaggio di Andy Luotto.

video



Quello di Fede e Tinto.

video



Quello di Michele Emiliano.

video





Tribuna Libera

L'ultimo Consiglio comunale


ORE 17:

L'ultimo Consiglio comunale del quinquiennio amatissimo.




Di cosa si parlerà?
CLICCA QUI



Comunicato del centrosinistra

"I consiglieri comunali di centro sinistra, unitamente ai partiti di appartenenza in tempi non sospetti, avevano denunciato una gestione scellerata ed irresponsabile del bilancio comunale da parte dell'amministrazione comunale di Centrodestra.
Le preoccupazioni espresse ieri, oggi purtroppo vengono ampiamente confermate a seguito dell'ufficializzazione del parere negativo espresso dai revisori dei conti sul conto consuntivo 2014;
Cinque anni di amministrazione Caroli hanno prodotto una gestione amministrativa-contabile allegra e senza controllo.
Eppure nel lontano luglio 2014 i consiglieri comunali di centro sinistra avevano chiesto , attraverso un ordine del giorno, la riduzione della spesa corrente affinche’ si rientrasse nei parametri di disponibilita’ finanziaria dell’ente, ma come sua abitudine anche in quel caso la maggioranza boccio’ tale proposta senza tenere conto delle proposte del centro sinistra.
Negli ultimi tre anni vi e’ stato lo sforamento sistematico della spesa corrente e ancora oggi nessuno ha la certezza se il patto di stabilità è stato rispettato oppure no.
Chi sarà chiamato ad amministrare la nostra Città per i prossimi 5 anni si vedra’ costretto a ricorrere a drastici provvedimenti indispensabili per scongiurare un possibile predissesto finanziario.
Anche questa volta il candidato Sindaco del centro sinistra, come gia’ successo in passato, una volta insediato, si trovera’ a dover risanare le casse comunali disastrate dal Sindaco uscente".



Tribuna Libera

Un gesto vergognoso








Qualche balordo ieri sera ha lanciato un sasso di cemento contro la porta a vetri dell'ingresso del locale "Botrus", gestito da Francesco Nacci, noto ristoratore cegliese e candidato del Pd alle elezioni comunali. Fortunatamente la porta in vetro ha retto in quanto è anti-sfondamento e in quel momento non c'era nessuno dietro. 

Un gesto vergognoso e da condannare nella maniera più totale e assoluta. Piena solidarietà a Francesco e alla sua famiglia.

Ci chiediamo cosa stia accadendo a Ceglie ...



Commenti sulla vicenda:











Tribuna Libera

Tornato a Ceglie dopo 40 anni di assenza





Un tizio che torna a Ceglie dopo essere mancato per ben 40 anni. Lui non conosce più la città e la città non conosce più lui. Parla molto ma i suoi concittadini sembrano non capirlo, lo considerano quasi un marziano. Una vicenda tra il sorriso e la malinconia. E a un certo punto entra in scena la sua vecchia motoretta ritrovata.

Forse qualcuno avrà capito di chi stiamo parlando.








Ecco il video
(per spezzare un po' il clima pesante di questi giorni)

Il mitico Cosimo Urso nel cortometraggio "Na ni naschen' cchiù com a me",
scritto e diretto da Gianfranco Antico e Vincenzo Suma.







Dopo aver annunciato questo video nel post, sui social network sono stato accusato
di fare campagna elettorale scorretta verso un candidato sindaco.

Ma cosa c'entra la campagna elettorale?
Ma rilassatevi un po' e sorridete.



Nella foto: la motoretta.




Tribuna Libera

mercoledì 27 maggio 2015

Eutanasia di un'amministrazione


AGGIORNAMENTO:


Comunicato del centrosinistra

I consiglieri comunali di centro sinistra, unitamente ai partiti di appartenenza in tempi non sospetti, avevano denunciato una gestione scellerata ed irresponsabile del bilancio comunale da parte dell'amministrazione comunale di Centrodestra.
Le preoccupazioni espresse ieri, oggi purtroppo vengono ampiamente confermate a seguito dell'ufficializzazione del parere negativo espresso dai revisori dei conti sul conto consuntivo 2014;
Cinque anni di amministrazione Caroli hanno prodotto una gestione amministrativa-contabile allegra e senza controllo.
Eppure nel lontano luglio 2014 i consiglieri comunali di centro sinistra avevano chiesto , attraverso un ordine del giorno, la riduzione della spesa corrente affinche’ si rientrasse nei parametri di disponibilita’ finanziaria dell’ente, ma come sua abitudine anche in quel caso la maggioranza boccio’ tale proposta senza tenere conto delle proposte del centro sinistra.
Negli ultimi tre anni vi e’ stato lo sforamento sistematico della spesa corrente e ancora oggi nessuno ha la certezza se il patto di stabilità è stato rispettato oppure no.
Chi sarà chiamato ad amministrare la nostra Città per i prossimi 5 anni si vedra’ costretto a ricorrere a drastici provvedimenti indispensabili per scongiurare un possibile predissesto finanziario.
Anche questa volta il candidato Sindaco del centro sinistra, come gia’ successo in passato, una volta insediato, si trovera’ a dover risanare le casse comunali disastrate dal Sindaco uscente.







CEGLIE MESSAPICA


Il Collegio dei revisori dei conti, organo di controllo super-partes, 
esprime parere non favorevole all’approvazione del rendiconto 2014.






Le considerazioni del consigliere comunale Pd Rocco Argentiero:


"La maggioranza ha gettato la maschera. I conti del Comune, così come preannunciato dal centrosinistra, non sono in ordine. Il parere non favorevole dei revisori è la prova provata di un conto consuntivo artatamente preparato, utilizzando una serie di trucchi. Aspettiamo la prova del nove, che avremo quando si dovrà provvedere al riaccertamento straordinario dei residui attivi che dovrà essere subito adottato dalla Giunta".



Domani l'ultimo Consiglio comunale del quinquennio caroliano:

all'ordine del giorno (link) l'approvazione del rendiconto, con questa tegola sulla testa.
Ma lo approveranno comunque.




Un'amministrazione che lascia dopo cinque anni una città avviata verso una delle peggiori performance finanziarie degli ultimi decenni e il nulla amministrativo. 
Eppure ci saranno anche diversi cegliesi che li rivoteranno: perchè ha fatto le rotonde, perchè Ceglie (dicono loro) è rinata. Perchè a Ceglie si starebbe meglio che qualche anno fa. Perchè le tasse non sono alte. Perchè è una città sicura (?) dove sarebbero aumentati il lavoro e il benessere. Siamo andati anche al festival di Cannes ... "Piccè sò bell piccinn ...".

Ma davvero stiamo meglio di cinque anni fa? Voi che ne pensate?


Pensaci, Ceglie.
Cambiare si può.


"Homo faber fortunae suae"

("Ognuno sceglie il proprio futuro")
Appio Claudio Cieco.








Tribuna Libera

Un'altra Ceglie, in piazza Plebiscito


Grande emozione per il comizio della coalizione del centrosinistra e del candidato sindaco 
Pietro Mita, ieri sera in piazza.

Una Ceglie libera.



(foto: Mimmo Barletta)



(foto: Maurizio D'Aversa)





L'introduzione dell'avv. Loredana Vitale (In Movimento con Mita sindaco)







Il video del comizio di Pietro Mita.






Oggi pomeriggio alle 13 circa, su VideoM Italia (canale 631 del digitale terrestre)
andrà in onda la registrazione integrale del comizio.





Ecco il comizio integrale ripreso da Video M





Tribuna Libera

martedì 26 maggio 2015

Giuseppe Faggiano


Continuiamo a conoscere meglio alcuni dei candidati al prossimo Consiglio comunale.

Giuseppe Faggiano è un giovane avvocato, competente, una persona perbene e soprattutto un amico. E' tra i fondatori di In Movimento. Una giovane dal carattere moderato ma allo stesso tempo intransigente sui temi dell'etica, della legalità, della giustizia sociale. Una grande risorsa che farà sicuramente bene per la città se gli elettori sceglieranno il centrosinistra. Sosteniamolo, non ci deluderà.





Ecco un suo breve intervento:



"Da quando è iniziata questa tormentata campagna elettorale, per mantenere costante una certa dose di realismo (che non fa mai male), ogni mattina apro un libro a cui sono molto affezionato e leggo almeno un paio di volte la frase di apertura: “Fai quel che devi, succeda quel che può”.
Non posso prevedere l'esito di questa campagna elettorale, posso solo sperare che i miei concittadini riflettano su quello che è accaduto in questi cinque anni e non si facciano abbindolare da patetici slogan elettorali.
L'attuale amministrazione ha completamente sbagliato l'ordine delle priorità politico-amministrative, sprecando troppe risorse pubbliche nell'effimero e investendo pochissimo per far fronte ai veri bisogni della comunità; le conseguenze disastrose di una simile politica saranno evidenti solo nel lungo periodo.
In questi cinque anni la politica da confronto civile è diventata uno scontro continuo; la nostra città ha bisogno di ritornare alla normalità quanto prima.
A tutti coloro che vogliono sentirsi artefici del cambiamento rivolgo, quindi, il mio invito: il 31 maggio riflettete attentamente, votate Pietro Mita sindaco con Giuseppe Faggiano e Manuela Maggi consiglieri comunali".


Giuseppe Faggiano



Tribuna Libera

Comizio del centrosinistra


Tanto "gufarono gli antipatizzanti ... che alla fine venne a piovere.

E, come sapete, domenica sera il comizio del centrosinistra dovette essere rinviato.

Non siamo superstiziosi ma stavolta adottiamo qualche misura scaramantica verso i suddetti.



 




Questa sera, alle 20 in piazza Plebiscito,

Comizio del centrosinistra







Interverranno il candidato al Consiglio regionale Tommaso Gioia 
e il candidato sindaco Pietro Mita.






Tribuna Libera

lunedì 25 maggio 2015

La nostra Ceglie è sul settimanale "Vero"





La settimana scorsa  avevamo parlato di "ABC della Puglia", un’associazione voluta da tre ragazze cegliesi, Lucrezia Argentiero, Maria Bruno e Mimma Cavallo, per far conoscere le bellezze della nostra Ceglie e di tutta la valle d'Itria. Clicca qui





Questa settimana della loro bella iniziativa ne parla il settimanale "Vero".




Il loro sito:



Che dire? Brave come sempre.
Questa è la Ceglie che ci piace.




Tribuna Libera

Comizi rosa?



Sul Quotidiano di questa mattina si parla dei "comizi rosa" a Ceglie.

Tra gli interventi c'è quello della nostra combattiva Manuela Maggi, candidata
nella lista "In Movimento con Mita sindaco":




"Per quanto mi riguarda, i comizi rosa, così come aggettivare con 'rosa' qualsiasi sostantivo, lo trovo sessista. E' come ghettizzare la figura della donna che, invece, dovrebbe conferire qualità a tutte le coalizioni. Esistono i comizi e le donne si prendono i loro spazi nei comizi. Probabilmente dietro questa iniziativa ci sono le migliori intenzioni ma non è necessario che ci sia un 'comizio rosa', perchè una donna possa esprimere la sua opinione. Se tu credi davvero nella 'qualità rosa', non hai necessità di spenderla in uno spazio dedicato e non è necessario dirlo. Le qualità vengono riconosciute alle persone, a prescindere dal sesso".  (Manuela)




Ho letto in merito a questa dichiarazione alcuni commenti sui social network che parlano di "mediocrità" e di "limiti mentali". Credo sia un'uscita di pessimo gusto rivolgersi in questo modo verso chi ha un'idea differente dalla propria.  Dispiace sinceramente questo approccio non rispettoso degli interlocutori. Se questa è la "nuova politica", stiamo messi male.





Tribuna Libera

Opere pubbliche: "Un elenco da far bere"



Alcune considerazioni del consigliere comunale di centrosinistra Tommaso Argentiero:






"Mi è stato riferito che durante un  comizio il sindaco Caroli ha avuto la faccia tosta di elencare una serie di opere pubbliche come se fossero  terminate e fruibili. Sappiamo bene che non è così!





Questa Amministrazione è stata brava nel dare appalti, anche in maniera diretta ,senza gara, ma per il completamento e l’utilizzo delle opere si è dimostrata un disastro. Sarebbe opportuno parlare di ogni singolo lavoro e ne vedremmo delle belle.

Mi voglio soffermare sui lavori al Museo archeologico: l’importo dei lavori è di 206.117,18 euro, la ditta aggiudicataria è la Edilmar di Marinelli (con il Comune lavora tantissimo).

Non vi dico di andare a leggere il verbale di gara dove scoprireste che per l’ing. Maurantonio su un importo di 234.477,98: l’offerta di 206.117,18 è pari al 10,42% , mentre un offerta di 205.501,65 è pari al 30.311 %. (MISTERI DELLA MATEMATICA CREATIVA)

Mi voglio invece soffermare sull’offerta nel terminare i lavori: il bando prevedeva 160 giorni, la Ditta Edil Mar di Marinelli ha offerto come conclusione dei lavori 90 giorni mentre l'altra 110 giorni (questo influisce sull’aggiudicazione).

Ora, facendo i conti, tenendo presente che i lavori sono iniziati a fine settembre, gli stessi dovevano terminare entro il 30 dicembre 2014. Ora a quei novanta giorni si devono sommare altri 90, e quasi altri 90, di ritardo e i lavori non sono certo terminati; infatti in questi giorni hanno pagato alla ditta il 2^ stato di avanzamento dei lavori.

Per loro è importate dare un elenco da far bere!".
Tommaso Argentero

Consigliere Comunale di Ceglie Messapica 

Noi con Federico







E, a proposito di opere pubbliche ...





Tribuna Libera