F F Tribuna Libera: Cari concittadini, riflettiamo

sabato 27 dicembre 2014

Cari concittadini, riflettiamo


COMUNICATO 
del forum civico "In Movimento"


E' sempre importante, in particolar modo quando si parla delle modalità di gestione dei soldi dei cittadini, confrontare gli esempi dei Comuni ai noi vicini, per trarre spunti ed ispirazioni anche da altre esperienze e da altre scelte. Parliamo ad esempio di turismo e di spese per eventi., in particolare dei grandi eventi estivi e di quelli invernali.

Alcuni giorni fa c'è stata un'intervista al sindaco della vicina Cisternino, che ha parlato dell'importanza della destagionalizzazione dell'offerta turistica, argomento che non può che interessare anche la nostra città e che dall'inizio abbiamo sempre sostenuto.





"E' giusto intervenire durante l'estate però non fare arrivare tantissima gente che non trova neanche gli spazi giusti", "L'amministrazione da sola non può intervenire nè investire tantissimo soprattutto in questo momento di crisi, bisogna spendere le risorse con grande oculatezza perchè non si può continuare a tartassare le famiglie".


Crediamo che l'approccio sia più che condivisibile. Cisternino tra l'altro continua ad essere una meta turistica di successo, non solo nel periodo estivo. Forse questo esempio di maggiore oculatezza avremmo dovuto seguirlo anche nel nostro Comune. Oltre 400mila euro spesi a Ceglie Messapica per un pugno di concertoni estivi, più i recenti 190mila euro per gli eventi invernali. Un totale di seicentomila euro (circa 1 miliardo e 200 milioni) con una Tasi costata ai cegliesi 1.200.000 euro. Nessuno di noi sostiene che qualche evento anche di richiamo non si dovesse fare, ma era necessario spendere e spandere in quel modo così leggero e "industriale"? Forse qualcosa avremmo potuta risparmiarla per l'oggi? Quali erano le priorità per le famiglie cegliesi?

Nei mesi estivi abbiamo applaudito i tanti big musicali che di volta in volta si alternavano sul palco, tanti in visibilio ringraziavano in visibilio  i nostri governanti perchè (con i soldi di noi cittadini, figurarsi) avevano organizzato quelle serate musicali non proprio a costo zero per noi cittadini cegliesi. Nel frattempo, le migliaia di forestieri affluite venivano, assistevano ai concertoni, compravano una bottiglia d'acqua (e, se la calca glielo permetteva, anche un panino) e poi andavano via. Cosa ne ha guadagnato l'economia cittadina? Nel frattempo gli amministratori si erano fatti tanti selfie con alle spalle la piazza strapiena,e si entusiasmavano a postarle sui social network, a futura memoria. Il resto delle serate, una città vuota. Quello era il turismo cegliese, secondo alcuni.

Oggi, cosa  è rimasto oltre a quelle foto e al ricordo dell'estate? Certamente ognuno di noi ha la risposta. E' essenziale che la prossima amministrazione cambi radicalmente rotta. Si dovrà comportare come un "buon padre di famiglia": prima del superfluo dovrà preoccuparsi di dare ai suoi "figli", ai cittadini, il necessario. Solo dopo pensare al divertimento. Di fronte ai sacrifici di tante famiglie e di tante attività commerciali non si dovranno fare scelte superficiali e fatue. E' quanto i cittadini chiedono a una classe politica responsabile.

P.s.: per gli eventi natalizi, il Comune di Cisternino ha investito 5.007,70 euro.






Per Pietro Mita Sindaco






Intanto il consigliere di centrosinistra Tommaso Argentiero 
ci parla della chiusura delle grotte di Montevicoli:





"E’ sembrato incomprensibile per i forestieri , in particolare i tanti clienti che in questi giorni di festa sono venuti a pranzare presso i ristoranti di Ceglie Messapica, arrivare all’entrata delle Grotte di Montevicoli e trovare chiuso. Quella che è una delle cavità carsiche più conosciute della Puglia, da alcuni anni non è più usufruibile da parte dei visitatori. Le grotte di Montevicoli, fin dai primi anni Sessanta, da quando furono scoperte, hanno rappresentato un elemento unico e caratterizzante della nostra città. In questi anni, in più occasioni, ho sollevato la questione, ma da parte de Sindaco Caroli e dell’Assessore al Marketing territoriale Palmisano l’inerzia più assoluta" CLICCA QUI per continuare a leggere.







E. nei commenti, c'è stato l'intervento di Francesco Nacci:


"Alcuni anni fa (fino al 2011) in qualità di commissario dell'Azienda di Promozione Turistica in collaborazione prima con l'amministrazione di Federico e l'assessore Tommaso Argentiero per 4 anni e poi anche per il primo anno di amministrazione Caroli abbiamo finanziato gruppi di giovani e la proprietà delle grotte (tre trulli) per favorire l'apertura ai turisti e le visite guidate speleologiche alle Grotte di Montevicoli (al pari invero di altre iniziative come le visite guidate con le guide diocesane ai nostri musei e chiese, o le visite in ciclopasseggiata e naturalistiche delle nostre campagne e zone rupestri). 

Tali attività hanno avuto un costo relativamente molto basso, e si distribuivano sia durante l'estate che nei periodi di maggior affluenza turistica come la Pasqua, il carnevale e ovviamente il periodo natalizio. Permettevano peraltro di impegnare decine di ragazzi e appassionati che anche in forma di puro volontariato, si sentivano parte viva della città... 
Oggi tutto quel patrimonio di impegno, passione, cultura di tanti gruppi e associazioni del territorio, ma sopratutto quell'immagine di una città che aveva tanto da offrire, oltre la gastronomia, a chi la sceglieva per un soggiorno turistico è andato miseramente perduto: pochi COSTOSISSIMI CONCERTI AFFIDATI GUARDA CASO SEMPRE AGLI STESSI FORESTI ORGANIZZATORI, che richiamano tanta gente per una sola sera a godersi a spese dei cittadini concerti che a pochi chilometri costano un profumato biglietto di ingresso... 

MA DICO IO, VERAMENTE NON SI TROVANO IN UN BILANCIO DI QUASI 600.000€ DI CONCERTI UN PO DI SOLDINI (A NOI BASTAVANO CHISSà COM'E' MENO DI 10.000 EURO ALL'ANNO PER GARANTIRE TUTTI QUESTI SERVIZI) PER GARANTIRE VISITE GUIDATE, APERTURE DELLE GROTTE ETC?? bah evidentemente è vero, sono io che non ci capisco niente di turismo e che come dice l'amico mio, soffro per la mancanza di un ruolo... amico caro in questo momento di durissima crisi dove voi vi permettete il lusso di BUTTARE I SOLDI (degli altri) io soffro solo per vedere una città vuota, nel cuore e nell'anima, nonchè di turisti, ovviamente... BUON 2015!!"








Cari concittadini, riflettiamo

15 commenti:

  1. Anonimo12/27/2014

    Diamo a Cesare quello che è di Cesare
    un Sindaco che esordisce dicendo che i suoi cittadini si lamentano per la stagione estiva. .. è un gran bell'esempio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/27/2014

      i cittadini si lamentano giustamente delle tasse che dobbiamo pagare dopo gli sprechi evidentemente tu sei più fortunato e non hai gli stessi problemi economici di noi cittadini normali che le tasse le paghiamo (spero che le paghi pure tu)

      Elimina
    2. antonella12/27/2014

      io ammiro un sindaco che fa di tutto per non tartassare i suoi cittadini , dovremmo prendere esempio

      Elimina
  2. Anonimo12/27/2014

    Scusate, ci lamentiamo per un estate sprecona, cosa ci è costata più o meno 10 euro a cittadino ma siamo rimasti a Ceglie.quanto avremmo speso se fossimo andati nei paesi vicini per passare qualche serata? Io credo che a conti fatti nn ci è andata così male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/27/2014

      scusa anche di tasi solo 40 euro a testa non ci è andata male

      Elimina
    2. Anonimo12/27/2014

      Fatti un giro nei comuni limitrofi e vedi quanto pagano di tasi?

      Elimina
    3. Anonimo12/28/2014

      e soprattutto guarda quanto spendono per i concerti e le uacezze estive,mai quanto abbiamo sperperato noi!magari i soldi delle tasse li usano per servizi importanti e seri per i cittadini!

      Elimina
  3. Anonimo12/27/2014

    "quanne squagghie a neve" vedremo cosa resta:

    * spese inutili;
    * mancati investimenti (quindi mancate prospettive di sviluppo);
    * ritorno alla fame di quanti si sono avvalsi delle risorse spese (non investimenti);
    * ritardo aggiunto al ritardo storico di occasione di sano sviluppo.
    L'INVITO ALL'ATTUALE AMMINISTRAZIONE ED A CHI SI PROPONE PER IL FUTURO E' DI IMPARARE L'ANALISI "COSTI BENEFICI"; FATELO -VI CONVIENE.

    RispondiElimina
  4. Anonimo12/27/2014

    Speriamo in una nuova amministrazione di centro sinistra. Fiducia nei Cegliesi il rag. Caroli a casa.

    RispondiElimina
  5. Anonimo12/27/2014

    Finalmente si parla di cose serie, bravi ai ragazzi del movimento cosi' si alza il livello del confronto politico.

    RispondiElimina
  6. Anonimo12/27/2014

    Vogliamo un centro sinistra unito, mandiamo a casa questa gente che ha distrutto Ceglie

    RispondiElimina
  7. Anonimo12/28/2014

    5 lunghi anni di una amministrazione fallimentare, ora tocca al centro sinistra disegnare una citta' diversa plurale democratica.

    RispondiElimina
  8. Anonimo12/28/2014

    L'importante e' andare al ballottaggio poi il confronto tra il rag. Caroli e Pietro Mita sara' un problema ,un grosso problema per il rag. Caroli.

    RispondiElimina
  9. Anonimo12/28/2014

    Il popolo deve fare la sua parte via chi ha distrutto le casse del Comune di Ceglie. Caroli a casa

    RispondiElimina
  10. Anonimo12/28/2014

    Francesco Nacci: Alcuni anni fa (fino al 2011) in qualità di commissario dell'Azienda di Promozione Turistica in collaborazione prima con l'amministrazione di Federico e l'assessore Tommaso Argentiero per 4 anni e poi anche per il primo anno di amministrazione Caroli abbiamo finanziato gruppi di giovani e la proprietà delle grotte (tre trulli) per favorire l'apertura ai turisti e le visite guidate speleologiche alle Grotte di Montevicoli (al pari invero di altre iniziative come le visite guidate con le guide diocesane ai nostri musei e chiese, o le visite in ciclopasseggiata e naturalistiche delle nostre campagne e zone rupestri). Tali attività hanno avuto un costo relativamente molto basso, e si distribuivano sia durante l'estate che nei periodi di maggior affluenza turistica come la Pasqua, il carnevale e ovviamente il periodo natalizio. Permettevano peraltro di impegnare decine di ragazzi e appassionati che anche in forma di puro volontariato, si sentivano parte viva della città... Oggi tutto quel patrimonio di impegno, passione, cultura di tanti gruppi e associazioni del territorio, ma sopratutto quell'immagine di una città che aveva tanto da offrire, oltre la gastronomia, a chi la sceglieva per un soggiorno turistico è andato miseramente perduto: pochi COSTOSISSIMI CONCERTI AFFIDATI GUARDA CASO SEMPRE AGLI STESSI FORESTI ORGANIZZATORI, che richiamano tanta gente per una sola sera a godersi a spese dei cittadini concerti che a pochi chilometri costano un profumato biglietto di ingresso... MA DICO IO, VERAMENTE NON SI TROVANO IN UN BILANCIO DI QUASI 600.000€ DI CONCERTI UN PO DI SOLDINI (A NOI BASTAVANO CHISSà COM'E' MENO DI 10.000 EURO ALL'ANNO PER GARANTIRE TUTTI QUESTI SERVIZI) PER GARANTIRE VISITE GUIDATE, APERTURE DELLE GROTTE ETC?? bah evidentemente è vero, sono io che non ci capisco niente di turismo e che come dice l'amico mio, soffro per la mancanza di un ruolo... amico caro in questo momento di durissima crisi dove voi vi permettete il lusso di BUTTARE I SOLDI (degli altri) io soffro solo per vedere una città vuota, nel cuore e nell'anima, nonchè di turisti, ovviamente... BUON 2015!!

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti