F F Tribuna Libera: L'ALBERO DEL CENTROSINISTRA A CEGLIE MESSAPICA

martedì 9 dicembre 2014

L'ALBERO DEL CENTROSINISTRA A CEGLIE MESSAPICA


Otto giorni fa si celebravano le primarie del centrosinistra per individuare il candidato sindaco del centrosinistra. Dopo una sfida al foto-finish e qualche colpo di scena, Pietro Mita è risultato la persona scelta dal popolo del centrosinistra per questa sfida, risultata molto combattuta con l'altro sfidante, Dario Chirulli.



Nelle ore successive, come è fisiologico, c'è stata qualche innocua polemicuccia, soprattutto internettara, a base di anonimato ma nella sostanza non ha rovinato la genuinità e il successo di una consultazione a cui hanno partecipato tantissimi cittadini, 2083 (pensate che alle scorse europee i voti che premiarono il Ncd come primo partito a Ceglie furono addirittura meno, 1964). Certamente sono due consultazioni profondamente diverse tra loro, probabilmente non paragonabili, ma il dato numerico delle primarie è sorprendente e significativo.

La cosa più importante che emerge da queste primarie è soprattutto una: la grandissima e importante presenza di volti nuovi e giovani in entrambi i raggruppamenti che si sono confrontati identificandosi in uno dei candidati.


Lo può testimoniare chi, come tanti di noi, ha scelto di costruire un progetto con  Pietro Mita. Un gruppo fatto di tanti giovani della società civile che si è trovato ad incontrarsi, discutere, partecipare, costruire insieme la campagna per le primarie in una sfida che appariva inizialmente molto difficile: mettere insieme tanti entusiasmi della prima esperienza, tante realtà civiche vive e fresche insieme ad altre realtà politiche consolidate, soprattutto tanti giovani motivati provenienti da Sel insieme a diversi esponenti del Partito Democratico, giovani e meno giovani. Un incontro inter-generazionale basato sulla progettualità e la voglia di cambiamento.


Ma anche all'interno dell'altro gruppo competitor c'è stato un processo analogo. A sostegno di Dario Chirulli c'è stata una parte importante del Pd con, in più, la forza di un gruppo di giovani che, con passione ed entusiasmo, si sono impegnati con forza a sostegno della candidatura dell'amico Dario, ottenendo un bel risultato. Un impegno che ha contribuito al risultato eccezionale di tutto il centrosinistra. Ora è il momento di fondere tutte queste esperienze e questa voglia di partecipazione, mettendo insieme le forze migliori della nostra città a servizio del progetto comune del centrosinistra per la città.
  
I partiti - e i gruppi politici in genere - sono come un albero: per durare e manifestare la sua bellezza l'albero deve avere radici forti e un tronco diventato robusto nel corso dei decenni. Poi ci sono i rami, la parte dell'albero importante a cui sono attaccati il verde e i frutti freschi, in cui si manifesta la bellezza esteriore dell'albero. 





La salute dell'albero però va curata in ogni sua parte: il terreno va fertilizzato, bisogna controllare che il legno del tronco non si degradi, che  la corteccia non si distacchi e che anche le foglie non secchino o non scoloriscano prima del tempo. Nei casi più estremi è importante la potatura per togliere i rami secchi e migliorare la salute dell'albero. Ciò che è importante è che senza una sola di queste parti l'albero non potrebbe esistere. Ed è quello che credo rappresenti meglio ciò che un gruppo di persone, che si trova insieme per un'idea e un progetto politico, debba essere. 

Un tronco senza foglie e frutti freschi, così come dei rami e frutti senza un tronco solido e senza radici non hanno senso di esistere. L'albero del grande progetto che vogliamo costruire ha bisogno di tutto questo. Per rappresentare al meglio un'intera comunità che è fatta da persone giovani e persone più grandi, dalla forza dell'esperienza unita all'entusiasmo del nuovo. Per questo dobbiamo avere cura tutti noi della salute di tutto il nostro "albero" al centro del "bosco" della nostra comunità. Lo faremo insieme.



L'ALBERO DEL CENTROSINISTRA A CEGLIE MESSAPICA

26 commenti:

  1. Anonimo12/09/2014

    e chiaro a tutti che sia il centro destra e anche forza italia miri a rompere il centro sinistra con provocazioni ,ma io spero tanto che pietro e dario siano bravi a procedere uniti verso la vittoria del centro sinistra.

    RispondiElimina
  2. Anonimo12/09/2014

    Sono d'accordo con l'analisi di Francesco ora tutti insieme dobbiamo procedere con responsabilita' verso la vittoria, con il Pd primo partito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/09/2014

      speriamo,l'importante non sono i voti al singolo partito ma la fiducia al nostro candidato sindaco che deve essere maggioranza

      Elimina
  3. Anonimo12/09/2014

    Oltre 2000 persone hanno votato per le primarie ,credo che questo risultato venga valorizzato al meglio da noi della sinistra , a Pietro il compito di guidare la coalizione esaltando lo spirito e l'entusiasmo dei ragazzi che hanno sostenuto il brillante dott. Chirulli.

    RispondiElimina
  4. Anonimo12/09/2014

    Nessun pidocchio (Destroide) potra' attaccare l'albero del centro sinistra.

    RispondiElimina
  5. Anonimo12/09/2014

    Il centro sinistra vince ovunque ,per Caroli il risultato delle primarie fa paura.

    RispondiElimina
  6. Anonimo12/09/2014

    parlate pure tanto è la coalizione che rivuole Caroli sindaco che ha il consenso della maggioranza dei cegliesi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/09/2014

      Sogns sogna ......

      Elimina
  7. Anonimo12/09/2014

    E poi.. l'ulivo fece come voi. ..
    farete la stessa fine di prodi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/09/2014

      2 vittorie elettorali contro la destra e nomina alla presidenza europea? è di buon auspicio

      Elimina
    2. Anonimo12/10/2014

      Sì ma oggi dov'è ?
      Gli hanno fregato lo olive
      tolte le foglie
      tagliati i rami
      ..@?/

      Elimina
    3. Anonimo12/10/2014

      pensa al tuo amico berlusconi un partito finito e problemi giudiziari a go-go
      che pena

      Elimina
    4. Anonimo12/15/2014

      Pensa a quanto detto da Renzi ieri
      20 anni persi con l'ulivo
      bravi. . Sempre così

      Elimina
    5. Anonimo12/15/2014

      e certo, sarebbe stato meglio già 20 anni fa andare con berlusconi no?

      Elimina
  8. Anonimo12/09/2014

    A Ceglie ci vuole Salvini, l'uomo su cui si sta orientando l'elettorato di centrodestra. Un elettorato desideroso di trovare un nuovo uomo della Provvidenza per risolvere in poco tempo tutti i problemi italiani. Un uomo con un fiuto politico così eccezionale da andare a Mosca quando il rublo ha perso il 75% del valore e la Borsa russa è crollata. L'elettorato italiano fa veramente pena. Speriamo che quello cegliese almeno questa volta faccia eccezione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/10/2014

      Speriamo che non venga mai a Ceglie
      o ci fa crollare la torre

      Elimina
  9. Anonimo12/10/2014

    scusa per le polemucce credevo che era lecito non avere lo stesso pensiero del padron bloggher, e pensare che prima si è criticati in questo blog l'arroganza di silvio!!! saluti emilio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi si riferiva a te, carissimo? Non essere egocentrico.
      Buona giornata.

      Elimina
    2. Anonimo12/10/2014

      Stavolta m hai fregato :) !!!

      Elimina
  10. Anonimo12/10/2014

    Se vuoi legna per l inverno, una vegetazione rigogliosa e frutta per l estate inizia dall nach ca penn inda do tè
    ..uhhhhh quanto c é da tagliare Francesco

    RispondiElimina
  11. Anonimo12/10/2014

    amici destroidi non si puo fare niente iet a perde....

    RispondiElimina
  12. Anonimo12/10/2014

    EMIlio abasttttttttttttt

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/10/2014

      ATTAMIANO...PUR TU ABBAST.......

      Elimina
    2. Anonimo12/10/2014

      E picce'???

      Elimina
  13. Anonimo12/15/2014

    Contro i ditta della minoranza...
    ROTTAMAZIONE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo12/15/2014

      veramente a ceglie è la minoranza che chiede la rottamazione però è stata sostenuta da tutti quelli da rottamare

      Elimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti