F F Tribuna Libera: Bollette della luce, a Ceglie Messapica

giovedì 5 febbraio 2015

Bollette della luce, a Ceglie Messapica






Ricevo e pubblico: 



-          Al Collegio dei Revisori
              Comune di Ceglie Messapicae
 e p.c.
-          Al Presidente del Consiglio Comunale
               Comune di  Ceglie Messapica


Oggetto : Pagamento fatture di fornitura energia elettrica impianto di pubblica illuminazione – Comune di Ceglie Messapica- Richiesta verifica

Il 02 ottobre del 2012, dopo l’espletamento delle  procedure di una gara pubblica, il Comune di Ceglie sottoscriveva con la ditta Smail il verbale di consegna degli impianti  per la “Gestione, esercizio, manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto di pubblica illuminazione,comprese le attività di messa a norma  ed in sicurezza dell’impianto, ammodernamento tecnologico e funzionale volto al conseguimento del risparmio  energetico e del contenimento dell’inquinamento luminoso”.
Il capitolato di gara, tra le altre cose, prevedeva:  il completamento dei lavori entro 450 giorni, 12 anni la durata dell’appalto, un canone annuo di euro 535.004,55 e la voltura  dei punti di fornitura di energia elettrica .

In questi anni, in più occasioni, come consiglieri comunali, abbiamo sollevato perplessità sulla realizzazione dei lavori, sulle mancate volture dei contattori, sulla concessione di un sub appalto quando i lavori dovevano essere già completati, ecc.

Ancora oggi, ad oltre 365 giorni  di ritardo dal previsto completamento dei lavori, gli stessi non sono stati consegnati all’ente comunale e parte dei contattori  dell’energia elettrica sono ancora intestati al Comune di Ceglie Messapica.

Gli atti amministrativi determinati dal Comune di Ceglie Messapica   in riferimento al servizio della pubblica illuminazione  ci sorprendono per la loro approssimazione  e  superficialità , ma ancora più perplessità destano gli atti amministrativi non realizzati per pagare le bollette per il consumo di energia che continuano ad essere a carico del Comune di Ceglie  Messapica.
Dagli atti pubblicati sull’Albo Pretorio del Comune di Ceglie sembrerebbe che successivamente   alle Determine  n. 465 e n. 466 del 9 luglio 2014 il Comune di Ceglie non ha pagato   fatture  di  fornitura di energia elettrica per la pubblica illuminazione.

Considerato che questo non è plausibile,  la deduzione è che il Comune di Ceglie Messapica attinge dal capitolo  per il pagamento del canone del il servizio  per  pagare, in maniera diretta, le fatture di fornitura di energia elettrica  e tutto questo  senza realizzare  atti amministrativi a supporto del pagamento e  della   dovuta notifica di richiesta di nota di credito alla Smail.

Questa caotica situazione è conseguenza del non rispetto del capitolato di appalto che prevedeva le volture dei contatori di energia elettrica da parte della ditta Smail.
Che la situazione fosse poco chiara è emerso anche dal fatto che con le  Determine n. 465 e n. 466 del 09.07.2014  si  sono pagate  anche  forniture di energia elettrica  del 2012, del 2013  e 2014, come se fosse una “sanatoria”

Alla luce di quanto evidenziato risulta  che il ritardo nel completamento  dei lavori, il pagamento delle fatture per la fornitura di energia elettrica per l’impianto di pubblica illuminazione da parte dell’ente e le mancate volture dei contattori a carico della ditta affidataria del servizio, rappresentano una evidente violazione del capitolato di appalto.

La non determinazione di  atti amministrativi di supporto e giustificazione ai pagamenti delle fatture da parte dell’ente ma di competenza della ditta e  la mancata  notifica di un  provvedimento amministrativo  ai soggetti interessati,  denotano, a parere dello scrivente una situazione di superficiale  e impropria  attività amministrativa e contabile .
Alla luce di quanto evidenziato  e considerate le funzioni dell’organo di revisione determinate dall’art. 239 del TUEL ,con particolare riferimento ai  commi  “c” ed “ e”,


si chiede

una verifica, con conseguente relazione, sulla regolarità contabile, contrattuale e di gestione in riferimento al  “pagamento delle fatture per  fornitura elettrica impianto di pubblica illuminazione da parte del Comune di Ceglie Messapica”

Ceglie Messapica 04.02.2015                                          
Distinti saluti

                                                                                           Tommaso Argentiero
                                                             Consigliere Comunale  Ceglie Messsapica “Noi con Federico”
                       



Queste sono le bollette pagate. 
Poi ci sarebbero quelle non pagate e la vicenda si infittisce.













Bollette della luce, a Ceglie Messapica

7 commenti:

  1. Anonimo2/05/2015

    meno male che tra poco torniamo a votare

    RispondiElimina
  2. Anonimo2/05/2015

    ma vi rendete conto cosa hanno fatto e cosa stanno combinando?????
    qui il discorso non è Pierino o Perrino o qualsiasi altro......
    CHIUNQUE basta che questi spariscono!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo2/06/2015

      Io sono convinto che commenti di questo tenore siano controproducenti. Il post è sufficiente a far comprendere un fatto oggettivo, il mancato pagamento da parte del Comune delle bollette Enel per la pubblica illuminazione. Commentare che se ne devono andare a casa non solo è superfluo, ma può far risultare l'interrogazione un fatto propagandistico in funzione elettorale.

      Un altro esempio che può convincere dell'inutilità dei commenti di questo tenore è il titolo del Giornale di oggi: Renzi scatena i p.m. contro gli italiani - Renzi tradisce anche Tsipras. Esso non richiede commenti esplicativi perché qualunque persona anche di destra capisce che è chiaramente falso ed è una reazione all’elezione di Mattarella. I p.m. non dipendono dal governo e lo stesso governo italiano non è in condizione di appoggiare o tradire Tsipras.

      Elimina
    2. Anonimo2/06/2015

      Hai scritto in modo corretto e garbato ed espresso dei concetti difficili da non condividere.
      Però una persona che scrive queste cose potrebbe tranquillamente mettere la firma e noi avere il piacere di conoscerlo...

      Rocco SUMA

      Elimina
  3. Anonimo2/06/2015

    O.T. Aiuto!!!!! Ho la bacheca di facebook piena di foto di un turista di mezz'età a Ceglie che continua ad associare le foto a la parola "Avanti"! Che succede?

    RispondiElimina
  4. Anonimo2/06/2015

    Avanti era il giornale del PSI...che fu diretto anche da Mussolini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo2/06/2015

      ovunque sono andati i socialisti hanno fatto danni

      Elimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti