F F Tribuna Libera: La parola ai cittadini cegliesi

venerdì 6 marzo 2015

La parola ai cittadini cegliesi



Come annunciato ieri nell'incontro molto partecipato di Pietro Mita e Michele Emiliano con i cittadini, partono i "tavoli programmatici" del centrosinistra. Quattro appuntamenti in cui i cittadini potranno ascoltare, partecipare, confrontarsi, fare le proprie proposte e condividere le proprie idee su alcuni temi fondamentali dell'agenda di governo della prossima amministrazione partendo dalle esperienze più significative della nostra città ma anche del territorio a noi vicino. 




Si parte sabato 7 marzo (ore 18.30),  presso lo spazio #innovaceglie (in corso Verdi 71), con il primo forum, in cui ci confronteremo, e discuteremo delle politiche sociali, partendo dalle esperienze locali e non solo. Appuntamento a domani.

Il programma per la nuova Ceglie lo scriviamo insieme.









Chi sono i relatori:



Moderatrice Giusi Curri



Laureata in psicologia clinica, presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel 1996. Specializzata in psicoterapia Centrata sul Cliente, presso la Scuola di Specializzazione IACP di Roma nel 2003. Ha svolto la professione al servizio di comunità per il recupero di tossicodipendenti, in centri antiviolenza, come responsabile del servizio di assistenza domiciliare per anziani, e come responsabile del servizio di assistenza psicologica ai familiari dei malati di Alzheimer. Attualmente esercita la professione di Psicoterapeuta individuale e di gruppo.





Esperienze di:


Fabrizio Guglielmi responsabile della Cooperativa Sociale di San Michele Salentino, si occupa, presso l’Azienda Agricola A. Pungente, di Cittadinanza Attiva ed Agricoltura Sociale, per la promozione glocale di buone pratiche di sviluppo sociale ed ambientale: dalla filiera corta agro-energetica all'inserimento socio-lavorativo di persone "svantaggiate", alla promozione delle offerte di lavoro, alla lotta al razzismo ed alle discriminazioni, in collaborazione con Enti e soggetti del Terzo Settore.


Luana De Marco 
Cordinatrice della Cooperativa Lo Scarabeo di Fasano. 
La Comunità Educativa Lo Scarabeo accoglie 8 minori di entrambi i sessi di età compresa fra i 3 ed i 18 anni in modalità residenziale più 2 minori in pronta accoglienza. garantire la salute ed il benessere psico-fisico dei minori, favorendone la crescita e la maturazione individuale;
• favorire la vita di relazione e le attività socializzanti dei minori a rischio di esclusione;
• garantire il diritto allo studio dei minori nella fascia dell'obbligo scolastico.

La Comunità Educativa Lo Scarabeo può accogliere 8 minori di entrambi i sessi di età compresa fra i 3 ed i 18 anni in modalità residenziale più 2 minori in pronta accoglienza. garantire la salute ed il benessere psico-fisico dei minori, favorendone la crescita e la maturazione individuale;
• favorire la vita di relazione e le attività socializzanti dei minori a rischio di esclusione;
• garantire il diritto allo studio dei minori nella fascia dell'obbligo scolastico.


Micaela De Marco
Presidente della Cooperativa Se Puede

La Cooperativa Se Puede gestisce La Casa per la Vita " don Andrea Gallo ", si occupa principalmente dell’organizzazione e gestione di servizi socio-assistenziali ed educativi all'assistenza delle persone svantaggiate. I principi che animano l’operato della cooperativa sono: l’inclusione sociale, il rispetto per la differenza delle persone e le pari opportunità.


La parola ai cittadini cegliesi

11 commenti:

  1. Anonimo3/06/2015

    Finalmente il calendario dei Gruppi di Lavoro, come a me piace chiamarli.

    RispondiElimina
  2. Anonimo3/06/2015

    Bravi a tutti i ragazzi

    RispondiElimina
  3. Anonimo3/06/2015

    Ecco una cosa interessante in una campagna elettorale di mediocri.

    RispondiElimina
  4. Anonimo3/06/2015

    Ma sono di ceglie i relatori?

    RispondiElimina
  5. Il senso di questi incontri è far dialogare il meglio delle pratiche cegliesi con il meglio di quelle di realtà a noi vicine, integrandole e facendo risaltare il meglio delle une e delle altre, nel confonto attivo anche con i cittadini.

    RispondiElimina
  6. Anonimo3/06/2015

    Per la grave situazione occupazionale cosa si intende fare? Molte persone giovani e ora anche meno giovani stanno lasciando ceglie...... es. Zona industriale artigianale abbahdonata a se stessa..xke non attrarre piccole imprese a tasse zero per 12/15 mesi per il commercio invece ihcentivare l'apertura di attività (no pizzerie o bar basta) negozi vari a tasse zero individuando zone centrali del paese (non solo centro storico .....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'argomento (che è centrale per la città) sarà oggetto dell'incontro previsto per l'11 marzo.

      Elimina
  7. Anonimo3/07/2015

    Cos'è questa storia dell'incontro Mita - Perrino, di cui leggo in un commento in giro?. Immagino sia la solita sparata giornaliera, vero?

    RispondiElimina
  8. Anonimo3/07/2015

    ....Non sono di ceglie

    RispondiElimina
  9. Anonimo3/07/2015

    la partecipazione dei cittadini è IMPORTANTISSIMA in quanto rende note le necessità, i desideri, gli auspici...se non ci dovesse essere partecipazione , che dovrebbe prescindere dallo schieramento cui si pensa di appartenere, POI non ci si deve lamentare...!! penso che si possa contribuire, se non si potesse partecipare ai gruppi di lavoro, anche tramite il Blog, credo che Francesco sarà ben lieto di ospitare contributi costruttivi !!!

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti