F F Tribuna Libera: Lettera aperta al sindaco di Ceglie Messapica, provincia di Brindisi

giovedì 29 ottobre 2015

Lettera aperta al sindaco di Ceglie Messapica, provincia di Brindisi


Questa mattina l'inaugurazione del Comando stazione del Corpo Forestale dello Stato, alla presenza delle massime autorità locali. Clicca qui per il videoservizio.


Corpo Forestale dello Stato Ceglie Inaugurazione





Un obiettivo che qualche anno fa fu fatto proprio, portato avanti e sollecitato dai consiglieri comunali del centrosinistra, in primis Tommaso Argentiero. Credo che sia importante ricordarlo, non certo per una banale gara al merito ma per un dovuto riconoscimento all'impegno di chi, in quello che oggi è stato inaugurato, ci ha creduto dall'inizio. 

Quanto stiamo scrivendo potrà piacere o non piacere a qualche amatissimo ma resta il fatto che è doveroso ricordarlo. E immaginiamo che il galateo istituzionale - quello che dovrebbe essere ad un livello molto più in alto della banale contesa politica - probabilmente avrebbe consigliato di invitare all'evento di oggi anche qualche esponente della parte avversa agli attuali governanti, parte avversa che qualche ruolo l'ha pure avuto rispetto al risultato odierno. Un risultato che fa piacere a tutta la città, anche a quella che questa amministrazione non l'ha votata nè ha intenzione di cambiare idea. Avremmo voluto un segno di stile politico (e non solo) diverso. Ancora una volta non c'è stato. La politica cegliese oggi è anche questo. Passerà.



E proprio Tommaso Argentiero ha scritto una lettera aperta indirizzata al sindaco di Ceglie Messapica.


Eccone il testo:


"Sig. Sindaco, Luigi Caroli,

in data 10 maggio 2012 il Consiglio Comunale di Ceglie fu convocato sul  problema “Ordine e Sicurezza Pubblica nel Territorio di Ceglie Messapica”. All’interno della Delibera n. 20/2012, oggetto della discussione, come consiglieri comunali del centro sinistra, dopo aver verificato la  reale possibilità di istituire in Puglia nuovi Comandi del Corpo Forestale dello Stato, presentammo un ordine del giorno elaborato, motivato  e preciso, che la impegnava a presentare una proposta specifica al Consiglio Comunale di richiesta all’Ispettorato Generale del Corpo Forestale dello Stato, per l’ istituzione a Ceglie Messapica di un Comando Stazione. 

Nello stesso ordine del giorno impegnavamo il Presidente del Consiglio  a convocare, a norma di Statuto, entro20 giorni, il Consiglio Comunale per l’approvazione della specifica delibera . Durante il mio intervento, a sostegno della proposta, si notava chiaramente la vostra  insofferenza. Il vostro voto  favorevole fu  finalizzato  solo al superamento del momento considerato, ed era chiaro, che non credevate a questa possibilità.

In data 13 giugno 2012 , considerato che il  Consiglio Comunale  non veniva convocato, inviavo, sempre a norma di Regolamento, una nota di  sollecito al Presidente del Consiglio, invitandolo a  rispettare  quanto deliberato  dal C.C. del 10.05.2012 . La  nota di sollecito venne inviata per conoscenza  a S. E. il   Prefetto di Brindisi.
Il 02.07 2012, come Sindaco di questa città,  finalmente presentava in Consiglio Comunale la Delibera di richiesta di istituzione Comando T. C. F. dello Stato. La Delibera  di C.C. n. 23 riportava integralmente la proposta di delibera preparata da noi. In pratica avevamo  fatto (ben volentieri) il lavoro che dovevano fare i Funzionari.

Ma nonostante i nostri continui  solleciti, non  davate seguito ad inoltrare  la richiesta . Solo quando vi siete  resi conto che anche  l’Ispettorato Generale del Corpo dello Stato “aspettava” questa richiesta, avete finalmente  dato corso alla pratica.

Questo è un importante risultato ottenuto dalla comunità cittadina.  Come consiglieri  comunali    riteniamo di aver svolto con serietà e responsabilità il nostro ruolo di proposta e collaborazione  attiva.
Il nostro impegno amministrativo ha trovato linfa nella collaborazione tecnica di  Enzo Olivieri, Segretario Provinciale  di Brindisi  del Sindacato Autonomo della Polizia Ambientale e Forestale, che, dal mese di    aprile 2012, ha creduto nella fattibilità  di questo obiettivo  è ci ha fornito collaborazione e  suggerimenti  tecnici  per la  realizzare nella nostra città questa presenza istituzionale.

Ad Enzo Olivieri, che è un nostro concittadino, diciamo  grazie. Il suo contributo tecnico e la passione per la sua terra sono stati elementi  fondamentali per l’istituzione a Ceglie Messapica del Comando Stazione della Forestale.
Verso questo obbiettivo come consiglieri comunali abbiamo dato il nostro contributo e alla fine anche lei è stato quasi costretto a credere e mettere in essere gli elementi amministrativi di  sua competenza per  dare sostanza alla realizzazione della sede del Comando della Forestale nella nostra città.

Il Consigliere Comunale, e ne sono convinto,  deve svolgere il suo ruolo con impegno e senza aspettarsi  riconoscimenti. Ma Sig. Sindaco, e chiedo perdono per questa breve parentesi di presunzione, non pensa che  almeno l’invito a partecipare all’inaugurazione della Stazione del Corpo Forestale dello Stato ce lo meritavamo?

Alla fine di questa breve nota di chiarimento sulla istituzione a Ceglie del Comando della Forestale, ritengo che bisogna prendere atto che Ceglie Messapica ha ottenuto questo importante risultato nonostante le sue  resistenze e insofferenze amministrative".

Ceglie Messapica 29.10.2015                                               

Tommaso Argentiero


Lettera aperta al sindaco di Ceglie Messapica, provincia di Brindisi

25 commenti:

  1. Anonimo10/29/2015

    Caro Tommaso (consentimi l'affabilità dell'espressione anche se non ci conosciamo di persona),sei stato fin troppo educato a invocare un certo"galateo" istituzionale .Io l'avrei definita " etica istituzionale ".
    Ma tant'è. Sono tante le occasioni in cui i tagli dei nastri offrono a certuni il frutto dell'impegno , ,sacrificio ,passione e competenza di altri. Di questa consapevolezza sii sempre orgoglioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo10/29/2015

      tommaso non ha usato la parola "galateo"

      Elimina
  2. Anonimo10/30/2015

    Dopo questa lettera abbiamo capito cosa vuol dire politica per Tommaso. Apparenza, visibilità, niente concretezza. Tommaso, ti aspettiamo alle processioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai siete bravissimi, scientifici nel ribaltare la realtà.
      Tutto ciò unito ad una perenne campagna elettorale che mira solo a sminuire il lavoro fatto dagli altri e ad amplificare i propri (salvo quando, come nel caso del castello e del finanziamento non ottenuto, ci sono delle criticità o dei disastri amministrativi verso cui negate l'evidenza).
      SEMPRE IN ANONIMO perchè probabilmente te stesso ti vergogni del nulla che rappresenti.

      Elimina
    2. P.s. che poi non ti perdi un evento religioso sempre incravattato ... :)

      Elimina
    3. Anonimo10/30/2015

      Agli esperti dei ribaltoni e conseguenti travisamenti della realtà.
      La resistenza e insofferenza amministrativa nasce dall'incompetenza e si struttura, a volte assai perniciosamente, su tutto ciò che da essa deriva: l'interesse o gli interessi personali.
      Il derivato non è forse un elemento opposto e contrario, ostativo e del tutto estaneo all'etica istituzionale e al galateo personale e istituzionale???
      P.S. Restituite alle processioni il decoro, dignità e rispetto di cui "elegantemente" è stata deturpata e violata!

      Elimina
    4. Anonimo10/30/2015

      e togliete i cortei ai funerali, una città bloccata ogni volta, con giri lunghi per fare sceneggiate, invece di rispettare il regolamento che dice di raggiungere la chiesa attraverso il percorso più breve, e preti e parroci che si prestano a queste miserie.

      Elimina
    5. Anonimo10/30/2015

      Ancora parlano i due argentiero? avete fatto chiudere il centro di raccolta. Dovete sparire se avete un poco di dignità.

      Elimina
    6. Continua il tentativo di mistificazione della realtà.
      Il centro raccolta materiale risulta chiuso su ordine della magistratura, sono seguite anche delle condanne per lottizzazione abusiva.
      Per saperne di più CLICCA QUI (non posso ripetere sempre le stesse cose ai soliti anonimi che ripetono la solita pappardella su cose rispetto a cui dicono cose non vere).

      Alla prossima

      Elimina
  3. Anonimo10/30/2015

    L'Associazione Mattunar presieduta da mest Tumas comunica che l'uso della Chianca come termine di riconoscimento della nuova associazione può indurre in equivoci come già successo con il chiavuto

    RispondiElimina
  4. Anonimo10/30/2015

    Ahhhh...ecco perche' stamattina c'erano sulla strada per Villa Castelli dei cartelli di deviazione......io credevo dovessero raddrizzare e mettere in sicurezza le curve pericolose .......invece ...era passa' u sinich cu' la cravatt!!!!

    RispondiElimina
  5. Anonimo10/30/2015

    la chianca non è la bottega da macello, il mattatoio? il chiavuto la cloaca o chiavica?

    RispondiElimina
  6. Anonimo10/30/2015

    Sono perplesso, a che serve realizzare una caserma della forestale se questo è un corpo in che verrà eliminato a breve?

    RispondiElimina
  7. Anonimo10/30/2015

    Ma chi l'ha detto?

    RispondiElimina
  8. Anonimo10/30/2015

    E' probabile che diventi il nucleo ambientale dei Carabinieri, ma non credo che cambi qualcosa.

    RispondiElimina
  9. Anonimo10/30/2015

    risposta generica inconcludente COME UNA FACILONERIA O UNA MINCHIONERIA

    RispondiElimina
  10. Anonimo10/30/2015

    MO MANCA SOLO LA CAPITANERIA DI PORTO.....TANTO IL MARE STA ARRIVANDO.....MA DI GUAI......

    RispondiElimina
  11. Anonimo10/30/2015

    Qualche volta mi chiedo, caro Francesco se a Ceglie ci possiamo sentire una comunità! Infatti, se così fosse non ci troveremmo in questa situazione, anzi avremmo reagito appunto da comunità e spazzato via in un attimo, il tempo necessario ad esprimere il voto nella cabina elettorale, questa "classe dirigente" che sta portando allo sfascio tutto, ha impoverito la città, riempiendola di debiti, come purtroppo constateremo tra qualche tempo...quando la tesoreria comunale alzerà bandiera bianca e smetterà di finanziare un bilancio ormai palesemente non veritiero! Già oggi questi signori hanno prosgiugato tutte le risorse che saranno disponibili nel 2016 e mi chiedo quando assisteremo anche a Ceglie allo spettacolo, si fa per dire, che i cittadini di Castellaneta stanno vedendo oggi, dove i dipendenti comunali hanno saltato il secondo stipendio consecutivo!!
    Il guaio é ancora più grosso, se fosse possibile, perché la cosidetta opposizione é formata da soggetti che non vedono l'ora di essere cooptati dal Sindaco, accomodandosi come mendicanti ai suoi piedi per ricevere qualche briciola, che cade dalla tavola del nostro signore e padrone, perché tale si sente il Rag. Caroli, il padrone di Ceglie, mentre si circonda di giullari, nani e ballerine!! Mi chiedo e dico ma l'onorevole che dice, che pensa...al momento tace, sdegnato forse o come dice qualcuno compiacente regista di questi ripetuti ribaltoni morali e sociali. E che dire della se dicente "sinistra", anch'essa silente e compiacente, tutta presa dal dimostrare al dominus di essere "opposizione costruttiva"...ma costruttiva de'che?!? Della tomba amministrativa e politica di quella che fu una grande storia e tradizione di valori e di impegno civile?
    Stimo molto il Segretario cittadino del PD, però temo che sia più uomo di idee che di azione e tuttavia mi permetto, spero mi perdonerà, di suggerirgli di passare dalle parole ai fatti, sullo stile di quanto sta accadendo a Roma, convocando i consiglieri e mettendoli di fronte alla scelta o ritornare a fare politica e opposizione seria oppure uscire dal PD, quanto meno ci sarà chiarezza! Inoltre il PD deve tornare tra la gente, convochi una conferenza programmatica cittadina, coinvolga le associazioni, gli ordini professionali, le famiglia e inizi a programmare il futuro di questa, appunto, comunità, facendo giustizia delle tante voci che voglio Caroli vera guida strategica del centro-sinistra attraverso il suo uomo immagine ...di cui tutti conosciamo il nome.
    Il tempo é scaduto caro Chirulli, ora o mai piu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'analisi è interessante.
      Sulla parte finale, faccio notare che solo uno dei tre consiglieri rappresenta il Partito Democratico.

      Elimina
  12. Anonimo10/30/2015

    mi sembra di ricordare che la chianca era definita anche bottega lorda

    RispondiElimina
  13. Anonimo10/31/2015

    Ovviamente Perrino assente anche oggi è ovviamente opposizione non pervenuta.
    Gianfreda ovviamente solo interrogazione su cimitero

    RispondiElimina
  14. Anonimo10/31/2015

    cosa sono le 'mbriscinate o spriscinate ? non ricordo bene . Hanno a che fare con la chianca?

    RispondiElimina
  15. Anonimo10/31/2015

    Le nostre più intime soddisfazioni? Tagliare il nastro con le frovici

    RispondiElimina
  16. Anonimo11/01/2015

    i manichini sono pericolosi,i lobotomizzati anche,in politica e nella società,i primi perchè non hanno palle,i secondi perchè non hanno cervello

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti