F F Tribuna Libera: Cataldo Rodio scrive a Matteo Renzi

martedì 20 settembre 2016

Cataldo Rodio scrive a Matteo Renzi










COMITATO CITTADINO DI SALVAGUARDIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO CITTA’ DI CEGLIE MESSAPICA (BR)

Raccomandata a./ r. prioritaria 

Al Signor Presidente del Consiglio dei Ministri
 Dr. Matteo Renzi
c/o Piazza Colonna, 370
00187 Roma

Al Signor Ministro della Salute
Dr.ssa Beatrice Lorenzin
Via Lungotevere Ripa,1
00153 Roma

Al Signor Presidente della  Regione Puglia
Dr. Michele Emiliano
70121 Bari




Gentilissimo Signor Presidente del Consiglio dei Ministri Dr. Matteo Renzi,

La presente missiva per comunicarLe che lo scrivente comitato cittadino, ha inteso portare a conoscenza della S.V. Ill.ma alcune considerazioni per la mancata realizzazione dei servizi sanitari nel nostro ex-ospedale di Ceglie Messapica(BR), riconvertito in Presidio Territoriale Polifunzionale con i vari piani di rientro ospedaliero avvicendati. 

Dopo oltre cinque anni di attesa i servizi Deliberati dall’ASL BR-1 il 06.12.2011 n.3136 Progetto di riorganizzazione e riqualificazione dell’ex Stabilimento ospedaliero, Delibera n. 3140 Progetto attivazione del Centro Risvegli, Determina n. 130 del 24.05.2013 Attuazione alla realizzazione per trasformazione dell’ex P.O. di Ceglie Messapica in struttura di riabilitazione extra-ospedaliera Centro Risvegli, non hanno mai trovato nessuna attuazione tali servizi contestati nella Conferenza dei Sindaci del 17.09.2013 protocollo Comune di Ceglie Messapica n. 0031122 del 09.12.2013. 



In data 20.08.2015, 26.10.2015,11.12.2015, 25.01.2016 questo comitato cittadino ha chiesto al Signor Presidente della Regione Puglia Dr. Michele Emiliano le motivazioni per la mancata esecuzione dei servizi decretati, senza ricevere nessuna risposta. 


In data 18.08.2014, (29.12.2014 fax), 09.03.2015, 25.01.2016 questo comitato cittadino con raccomandata a. r. chiedeva al Signor Ministro della Salute perché non venivano eseguiti i servizi decretati, senza ricevere nessuna risposta. 



La Delibera Giunta Regionale n. 427 dell’ 11.03.2015 Criteri di riordino della rete ospedaliera 2015-2016 e definizione di modelli di riconversione dell’assistenza ospedaliera in applicazione dell’intesa Stato-Regioni 10 Luglio 2014-Patto per la Salute 2014-2016. 


Tutto questo, senza assicurare mai al territorio i servizi necessari di continuità assistenziale e garantire l’equità e l’universalità del sistema nel destinare le risorse disponibili così come previsti per legge, senza creare disparità di trattamento. 


Attualmente esiste la Delibera Giunta Regionale n. 161 del 29.2.2016 Riordino ospedaliero della Regione Puglia ai sensi del D.M. 70/2015 e Legge di stabilità 28.12.2015, n.208 Modifiche e integrazione del R.R. n. 14/2015. 


In data 05.07.2016 questo comitato cittadino ha trasmesso al Signor Sindaco una petizione popolare, chiedendo di promuovere un’azione legale nei confronti della Regione Puglia per il ritardo eccessivo nel realizzare i servizi decretati in attesa di riscontro. 


In conseguenza di ciò, questo comitato cittadino ha deciso, per un senso di diritto di tutela sanitaria del cittadino e della collettività, trasmettere alla S.V. tale argomentazioni, affinché Lei Signor Presidente del Consiglio dei Ministri essendo persona sensibile e molto attenta ai problemi dei cittadini come più volte manifestato, possa intervenire in merito alla problematica della nostra struttura sanitaria, essendo stata abbandonata da tutta la politica del territorio, per una razionalizzazione garantendo l’equità e l’universalità del sistema, nonché i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) in modo appropriato ed uguale migliorando i servizi in un’ottica di razionalizzazione ed imparzialità nell’accesso ai servizi sanitari e non invece far perdere tutte le speranze ai cittadini di questa comunità così come si è verificato sino ad oggi. 


Il comitato cittadino La ringrazia anticipatamente per Sua sensibilità nell’intervenire sull’argomento e Le porge cordiali saluti a nome di tutta la popolazione cegliese e dello scrivente comitato per un Suo intervento qualora lo riterrà opportuno, per una sanità migliore e senza discriminazioni sociali, aspettandovi possibilmente all’inaugurazione dei servizi stabiliti.
Restiamo in attesa di una Sua risposta.


Ceglie Messapica, lì 19 settembre .2016
Il Presidente del Comitato
Cataldo Rodio



Cataldo Rodio scrive a Matteo Renzi

Commenti

Commenti