F F Tribuna Libera: Vittoria cegliese a Nardò

venerdì 21 ottobre 2016

Vittoria cegliese a Nardò


Vittoria della Nuova Pallacanestro Ceglie  
in trasferta a Nardò

75 a 73




Non sarebbe sufficiente un intero dizionario di aggettivi per descrivere l’incredibile prova della Nuova Pallacanestro Ceglie 2001 nel match infrasettimanale giocato a Nardò e valido per la 5° giornata del campionato Nazionale di Serie C Silver.
Per i gialloblu guidati da coach Federico Santoro giunge una splendida e palpitante vittoria nella tana della quotata “Edil Frata Nardò” di fronte ad una grande cornice di pubblico con neretini e cegliesi ad incitare instancabilmente i propri beniamini.

Squadre che si schierano così in campo per la palla a due: per il Nardò diretto da coach Davide Olive starting five composto da Stella, Provenzano, l’ex di turno Chirico, Johnson e Polonara; Ceglie risponde mandando in campo Mitola, De Angelis, Nelson-Ododa, Argentiero e Capitan Faggiano.
A partire forte è il Nardò, carico e determinato a mettere fin da subito in chiaro le proprie intenzioni, che piazza un gran bel break di 7-0. Ceglie non si scompone e risponde in maniera magistrale con l’asse Faggiano - Ododa a colpire da sotto le plance; Argentiero completa l’opera punendo dai 6,75 per il -2 Ceglie (9-7). Nardò resta tuttavia salda e conserva il vantaggio al termine dei primi dieci minuti di gara grazie ad un onnipresente Polonara, gran mattatore di serata per i locali. Nota di colore, la prima frazione si chiude con un curioso 8 a 1: sono i falli fischiati al Ceglie (8) e quello fischiato al Nardò (1)!
Secondo periodo di gioco ancora caratterizzato dall’equilibrio tra le due formazioni. Nardò a 5 minuti dalla fine trova il massimo vantaggio del match con Provenzano dalla lunetta (31-21), ma il Ceglie si dimostra ancora una volta squadra con qualità che vanno al di là della tecnica e ricuce il gap in chiusura di frazione con il solito Argentiero a colpire da 3 punti e l’incontenibile Mitola, distributore infinito di assists per i suoi compagni e vero cecchino impietoso da qualsiasi distanza.
Il rientro in campo dopo la pausa canonica di metà partita vede la gara riprendere da dove si era conclusa. La trama non cambia, ma questa volta Ceglie stringe la morsa facendo sentire il fiato sul collo ai locali che tuttavia non si lasciano intimorire ristabilendo il gap sul +10 in proprio favore nel momento migliore dei messapici (57-47).
Nardò fa la voce grossa, Ceglie si dimostra immortale e risorge ancora una volta trascinata nell’ultimo periodo da Mitola che piazza due incredibili triple per il nuovo pareggio Ceglie (57-57). I canestri del play messapico sono stati preceduti ed accompagnati da un buon lavoro sotto canestro operato dal duo Faggiano / Ododa.

L’inerzia della gara appare ora tutta direzionata verso la squadra messapica che si porta anche in vantaggio negli ultimi scampoli di gara ancora con il solito Mitola a concretizzare tiri dalla media e viaggi in lunetta (61-65). Faggiano ispirato dal play Mitola brucia la retina con una bomba da tre che fa esplodere di gioia il settore ospiti, ma il vantaggio dura nuovamente pochi secondi con ancora il forte centro Polonara a mettere a segno un gran bel gioco da tre punti (fallo, canestro valido e tiro libero aggiuntivo per il 68 pari).

Ultimo minuto di gara vietato ai deboli di cuore: un maestoso Argentiero indovina con grandissima coordinazione la più pesante tripla della serata. La guardia messapica spegne la luce ad un Nardò che negli ultimi secondi della contesa tenterà con ogni mezzo di riacciuffare il vantaggio giocando con i falli e con il cronometro. Tra le triple di Faggiano e Argentiero, le risposte del centro neretino Polonara. De Angelis, Faggiano fanno il loro dovere, cosa non facile nella bolgia neretina, e segnano dalla lunetta.

Quando tutto sembrava ormai orientato verso i gialloblu, la coppia arbitrale, priva di memoria sino a quel momento nell’applicare il regolamento federale in occasione dei tanti contatti fisici, si ricorda ed applica la norma fischiando un fallo antisportivo ai danni di Argentiero, in occasione di un tentativo di recupero palla.
Dopo questa ulteriore occasione concessa al Nardò per recuperare una gara equilibratissima, è il neo-acquisto messapico Amorese a segnare dalla linea della carità l’ultimo punto messapico. 

Ultimo possesso per Nardò che con 5 secondi a disposizione ed il punteggio sul 73 a 75, vede il tiro della disperazione andare sul ferro.
Il punteggio diventa definitivo e la N.P. Ceglie 2001 può portare a casa una vittoria conquistata su uno dei campi più caldi di questa Serie C Silver e di fronte ad una squadra che merita ben altra posizione in classifica.

Per Ceglie giunge la terza vittoria consecutiva in campionato che conferisce ancora più entusiasmo ad ambiente e squadra. 
Ma non è tempo per distrarsi. Già oggi si torna al lavoro sul campo per preparare al meglio la sfida di questa domenica (23 ottobre 2016) al Palasport 2006 di Ceglie Messapica (BR) contro la Tecno Switch Ruvo.



Vito Giordano
Ufficio Stampa "Nuova Pallacanestro Ceglie 2001"






EDIL FRATA NARDO’ 73-75 N.P. CEGLIE 2001 
Parziali: 18 - 15 / 18 – 18 / 21 – 17 / 16 - 25

EDIL FRATA NARDO’: Stella 18, Dell’Anna M. 2, Provenzano 13, Bjelic n.e., Dell’Anna D., Chirico 9, Johnson 11, Durini 2, Polonara 18, Martino.
Coach: Olive D. – Ass. Coach: Durante F.

N.P. CEGLIE 2001: Pannella, Mitola 25, Tabbi, De Angelis 5, Blasi n.e., Nelson-Ododa 20, Amorese 1, Argentiero 12, Faggiano (K) 12, Taliente n.e.
Coach: Santoro F. – Ass. Coach: Minafra J.

Arbitri: Ranieri D. – Mitrugno M.




Vittoria cegliese a Nardò

Nessun commento:

Posta un commento

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti