F F Tribuna Libera: A proposito del campo sportivo e "zingarate"

domenica 5 febbraio 2017

A proposito del campo sportivo e "zingarate"





Sulla Community del blog, Angelo Gasparro presidente dell'associazione "La Bussola" pone un quesito:











L'anno scorso è stato pubblicato il libro intitolato “La zingara del calcio brindisino” scritto da Cataldo Rodio che è considerato il più talentoso e dotato giocatore della storia calcistica cegliese, e che ha militato anche in campionati di categoria superiore.

Chi era la "Zingara"? Era la squadra del Ceglie Messapica che, tra il 1968 e il 1971, vinse tre campionati senza mai giocare in casa, ma solo in trasferta. Questo per la mancanza di un campo sportivo proprio. Dell'impresa ne parlò anche la trasmissione Rai " 





Nel post precedente sull'argomento è iniziata una discussione interessante sull'argomento. In particolare sulla "tribuna che non c'è".




A proposito del campo sportivo e "zingarate"

8 commenti:

  1. L'infermiere-calciatore ha sfruttato una legislatura per difendere l'ospedale e lo hanno chiuso. Se avesse difeso il campo da calcio non lo avrebbero mai ristrutturato.
    D. L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Damiano, credo che sia un commento ingiusto in riferimento all'impegno pluriennale di Cataldo in favore dell'ex ospedale.

      Elimina
    2. Anonimo2/06/2017

      Carissimo....tutto questo suo accanimento nei confronti dell. infermiere e calciatore lo trovo alquanto fuori luogo....lei cosa fa per ceglie? Più che criticare. E limitarsi a fare presentazioni natalizie ..ceglie ha bisogno di uomini di buona volontà. ...la chiesa impara ad amare il prossimo e non ad odiarlo..

      Elimina
  2. Anonimo2/06/2017

    Questo D.L. Passa le sue giornate a commentare tutto e tutti e su tutti i blog. Ma chi è' che fa? Che produce o ha mai prodotto ? Mi sembra uno di quei personaggi televisivi " opinionisti" senza talento invitati ( lui no ) in tutte le trasmissioni a pontificare. Li chiamano prezzemolino. Abbast . Riposati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si può essere d'accordo o meno con Damiano ma bisogna dargli atto che, al contrario di tanti anonimi che lo attaccano, non ha paura di firmare il suo pensiero. E ti assicuro che chi legge presta più attenzione a un commento firmato che a uno dei tanti anonimi per paura di firmarsi.

      Elimina
    2. Anonimo2/06/2017

      Se anziché commentare i ceglie si producessero..saremmo un paese strariccoo. ..ma per favore....basta con le guerre. ..è l ora della pace e delle costruzioni....basta...così facendo sembrate invidiosi dell infermiere. ...tutti noi dobbiamo fare qualcosa per ceglie...Carissimi. ..insieme si lavora. ..non so distrugge...su...basta

      Elimina
  3. Grazie Francesco.
    A tutti gli altri voglio solo dire che mi è caro quel vecchio adagio (ora non ricordo di chi) che diceva più o meno: "Non condivido le tue idee ma lotterò affinchè tu le possa esprimere" ed io continuerò (a Dio piacendo) a... "riposarmi".
    D. L.

    RispondiElimina
  4. Anonimo2/07/2017

    Era ora di riposarti. D. L.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti