F F Tribuna Libera: Occhio alla truffa

lunedì 10 aprile 2017

Occhio alla truffa






Una nostra concittadina mi ha contattato per segnalare una vicenda rispetto a cui invito tutti a fare attenzione. Nel pomeriggio, tornando a casa, la signora ha trovato la madre un po' agitata: in mattinata si era presentato presso l'abitazione un uomo di mezza età, non molto alto e con capelli grigi e con una cartellina, che si era qualificato come un rappresentante dell'Agenzia dell'Entrate e spiegando che la figlia della donna, che al momento non era in casa, doveva pagare circa 600 euro all'Inps. 

La madre ha risposto che credeva questa cosa non possibile ma ha detto all'uomo di lasciare comunque le carte per farle vedere alla figlia, una volta che quest'ultima fosse tornata a casa. L'uomo ha tentennato e a quel punto la signora ha capito la situazione della truffa e ha cacciato l'uomo, gridandogli dietro. Nel pomeriggio la vicenda è stata segnalata alle forze dell'ordine.

Come si legge in un comunicato della stessa Agenzia delle Entrate, "Nessun dipendente e' autorizzato a chiedere denaro ai contribuenti - e per nessuna ragione - ne' presso il loro domicilio, ne' al telefono, ne' in qualsiasi altro luogo". Link


Nessun allarmismo, naturalmente, ma solo un invito a fare attenzione e a mettere in guardia soprattutto le persone meno giovani che spesso sono la "preda" preferita delle truffe.



Occhio alla truffa

Nessun commento:

Posta un commento

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti