F F Tribuna Libera: L'autorità Anticorruzione trasmette gli atti comunali alla Procura

venerdì 6 ottobre 2017

L'autorità Anticorruzione trasmette gli atti comunali alla Procura





Mentre la città dormiva e l'opposizione ufficiale appariva timida, lui studiava le carte, chiedeva l'applicazione delle norme, invocava la massima trasparenza verso i cittadini sugli atti amministrativi, sulle modalità di gestione delle risorse pubbliche.



Per un anno e mezzo Tommaso Argentiero e il Comitato civico per la Trasparenza da lui presieduto hanno lavorato seriamente e senza guardare in faccia a nessuno, svolgendo il ruolo di opposizione e sentinella politica nella città, costante e instancabile. Mai contro le persone ma solo alla ricerca della trasparenza e come stimolo al miglioramento delle scelte amministrative, unicamente nell'interesse di tutti i cittadini. 

Ricordo i commenti anonimi che arrivavano contro il lavoro del comitato: prima hanno provato a sminuirne l'operato, poi hanno provato ad attaccarne la credibilità, anche a scherzarci sopra. Finchè tutti hanno capito che non c'era più nulla su cui scherzare. Le questioni poste erano serie e meritevoli di approfondimento da chi di competenza.




E' stata da poco resa nota la delibera n. 971 del 20 settembre 2017 dell'Autorità nazionale Anticorruzione (ANAC) avente ad oggetto "Attività negoziale del Comune di Ceglie Messapica con riferimento agli appalti di lavori, servizi e forniture. Visita ispettiva ISP-8/2016, ex art. 6, comma 9, lettere a) e b) dell’ex codice dei contratti pubblici".

La delibera, dopo aver analizzato le controdeduzioni della stazione appaltante (cioè degli uffici del Comune) "censura l'operato del comune di Ceglie Messapica, sull’attività contrattuale svolta dal Comune stesso, oggetto dell’indagine ispettiva relativa all’attività negoziale a partire dal 1.1.2013".
Dà inoltre "mandato agli  Uffici istruttori di inviare la delibera alla competente Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti per i possibili ed eventuali approfondimenti in relazione agli aspetti di rispettiva competenza".


per leggere integralmente la delibera

Naturalmente siamo e restiamo garantisti e non ci esprimeremo prima che le autorità competenti si siano pronunciate, qualunque sia questa pronuncia, ma da cittadini non possiamo che auspicare che su queste vicende si faccia quanto prima chiarezza in maniera definitiva, perchè le vicende in ballo appaiono dei "macigni".




Nel frattempo Tommaso Argentiero ha convocato per lunedì 9 ottobre una riunione urgente del "Comitato Cittadino volontario per la trasparenza e legalità degli atti amministrativi del Comune di Ceglie Messapica", per fare delle valutazioni sul lavoro finora svolto, sui provvedimenti assunti dai vari organi di controllo amministrativo  e sulle determinazioni  necessarie ed opportuna da assumere come comitato.



Aggiornamento

Ecco il documento.








L'autorità Anticorruzione trasmette gli atti comunali alla Procura

Commenti

Commenti