F F Tribuna Libera: La sfida di Nicola Ciracì per le prossime elezioni comunali

giovedì 28 giugno 2018

La sfida di Nicola Ciracì per le prossime elezioni comunali






In un'intervista di qualche giorno fa, il già deputato Nicola Ciracì anticipa le mosse in vista delle prossime elezioni comunali del 2020 a Ceglie Messapica:


"La scelta Di Caroli di aderire a FI credo sia stata dettata da scarso acume politico e soprattutto dal fatto che dopo aver girato tutti i partiti dal Pd alla Lega solo Vitali poteva prenderselo visto che a lui serviva per poter sbandierare a Roma un sindaco che nel 2018 passa a FI, merce rara se non unica visto che oramai da FI vogliono scappare tutti.

A Ceglie ovviamente realizzeremo una coalizione alternativa a Caroli e Forza Italia se ancora esisterà.


A proposito ma Caroli non aveva detto che passava tutta la maggioranza?".







Leggendo queste parole, pur non disprezzabili nella volontà di andare oltre schieramenti ormai logori, (a proposito, a Ceglie esistono ancora?) tornano alla mente - come un deja-vu, un già visto - gli appelli già ascoltati nel 2010 e nel 2015 entrambi a favore di rappresentanti della società civile: la prima volta Luigi Caroli, la seconda Angelo Perrino.

Bisogna riconoscere, al di là di come la si pensi politicamente, che Nicola Ciracì è un politico preparato e di esperienza, conosce bene la politica. Ma come siano andate a finire entrambe quelle esperienze amministrative di cui sopra lo sappiamo:  ribaltoni e rinnego successivo di quelle scelte da parte di chi le aveva lanciate, sostenute e in un caso fatte vincere. 

Volete ricominciare daccapo?



La sfida di Nicola Ciracì per le prossime elezioni comunali

Commenti

Commenti