F F Tribuna Libera: Ceglie Messapica sulla rivista "Bell'Italia"

mercoledì 29 giugno 2016

Ceglie Messapica sulla rivista "Bell'Italia"



Il nostro stupendo territorio al centro di un articolo della Rivista "BellItalia", da qualche giorno nelle edicole e che questo mese era dedicato alla Puglia. Il titolo dell'articolo, dedicato alla Valle d'Itria, è "La strada dell'acqua":






"Trenta chilometri in mountain bike nelle Murge, da Locorotondo a Ceglie Messapica. Si pedala tra trulli e uliveti, seguendo il primo tratto completato della Ciclovia dell'Acquedotto Pugliese" leggiamo nel catenaccio.




Ad accompagnare il giornalista e il fotografo dell'articolo, lungo la ciclovia e attraverso la nostra meravigliosa e suggestiva campagna, c'erano Vincenzo Intermite e Tommaso Leporale, dell'associazione "Bicilona", che già ben conosciamo per le tante attività che hanno realizzato a Ceglie e nel territorio limitrofo in questi anni.





E non poteva certamente mancare una capatina anche nella nostra bella cittadina.





Eccone la descrizione:


"Al calar del sole l'arrivo a Ceglie Messapica. L'ingresso della cittadina messapica regala un'altra emozionante scoperta: questa infatti fu uno dei primi avamposti del territorio dei Messapi, la popolazione che abitò il Salento tra il IX e il II secolo a. C., ed è uno degli ultimi comuni delle Murge baresi disseminate di trulli. Il cuore di Ceglie è la piazzetta su cui si affacciano la Chiesa Madre e il Castello ducale, visitabile. 
Al tramonto, quando si accendono le luci puntate sulle pareti imponenti e sula torre normanna, la pietra tufacea si accende di rosa. E' l'ora giusta per scoprire la gastronomia locale, molto apprezzata negli ultimi anni, grazie soprattutto alla scuola di specializzazione del Centro internazionale di gastronomia mediterranea, che ha fatto di Ceglie uno dei luoghi di eccellenza del gusto, Per appurare quanto la fama sia meritata basta assaggiare il biscotto cegliese: pasta di mandorle, marmellata di ciliegie o uva, rosolio di agrumi, miele, uova e scorza di limone rivestiti da una glassa di cioccolato. Una ghiotta tentazione per il primo meritato spuntino dopo la pedalata".


Orgogliosi di essere cegliesi. E grazie a Vincenzo e Tommaso (oltre che a Maria Domenica Maggiore e Felice Suma).






Ceglie Messapica sulla rivista "Bell'Italia"

1 commento:

  1. Anonimo6/30/2016

    E' un bel riconoscimento per la amata Ceglie e per tutti coloro che,di nascita,di adozione o solo innamorati ( tenacemente però), si attivano per potenziarne la bellezza e le attrattive.
    Questa,a mio parere,potrebbe essere ritenuta una delle prime forme di destagionalizzazione delle attrattive turistiche che,potenziata e ben "veicolata",potrebbe incrementare le risorse economiche del territorio.
    (Una -fra le altre cose-amante della bicicletta)

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti