F F Tribuna Libera: Presentazione ufficiale

lunedì 19 settembre 2016

Presentazione ufficiale



Giovedì 22 settembre alle ore 11.00, presso la Sala Istituzionale del Municipio di Ceglie Messapica, in via E. De Nicola, si terrà una Conferenza Stampa per presentare la "57^ Coppa Messapica – Giro della Valle d’Itria" in programma per sabato 24 settembre.



In foto: Pietro Stoppa (Presidente dell’ASDC GSC “Orazio Lorusso”) 
e Donato Rapito (Componente della Commissione Nazionale Direttori di Corsa).


Alla presentazione parteciperanno anche esponenti dell'amministrazione.






Presentazione ufficiale

9 commenti:

  1. Anonimo9/20/2016

    Ho avuto modo di sfogliare l'organaizer cartaceo. Ho letto le introduzioni da quella di Emiliano e di tutti gli altri, compreso il nostro sindaco. Tutti nello scrivere fanno riferimento alla " Valle d'Itria".Quindi a Ceglie comune del comprensorio Valle d'Itria. Vorrei ricordare in particolare al sindaco che per sua volontà e da quanto se ne sappia, contro il volere di parecchi della sua maggioranza, il nostro sindaco non ha aderito ai comuni della Valle, ma al comprensorio di Villa Castelli, San Michele, San Vito, ecc. Quindi può astenersi di fregiarsi di appartenere a tutt'altra zona se della stessa ne fai parte solo territorialmente.le ricordo, sindaco che lei ha fatto la più grande cazzata, a livello strategico, che poteva fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo9/20/2016

      Concordo, in più voglio ricordare che quando c'è stata l'inauguazione della Ciclovia dell'Acquedotto, che parte da Ceglie Messapica, l'Amministrazione cegliese era l'unica assente. Quindi questo interesse di circostanza per il ciclismo e per la Valle d'Itria è una gran presa in giro. Complimenti.

      Elimina
  2. Anonimo9/20/2016

    Vi assicuro che nessuno in maggioranza ha condiviso , anche se votato, la non partecipazione all'assiciazione della Valle d'Itria. Ha deciso solo il sindaco imponendosi come suo solito . Ricordate che il suo motto è IO SONO IO E VOI NON SIETE UN C.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se è vero quanto dice l'anonimo.
      Se così fosse, un rappresentante dei cittadini che vota una cosa non condividendola dovrebbe dimettersi dal suo ruolo.

      Elimina
    2. Anonimo9/21/2016

      Ma stu Sinnc assul è vingiut l'elezion? L'avete votato, avete votato la sua maggioranza e mo vi è presa la dissidenza come Gioia, Manfredi ecc ecc

      Elimina
  3. Anonimo9/20/2016

    Eh sì. Secondo la tua teoria dovremmo avere dimissioni ogni giorno. Mi sembra normale che su alcuni punti poi essere di parere opposto. Che si fa ogni volta dimissioni? Le stesse si danno per cose gravi come è giusto che sia. Se ogni volta che non si è d'accordo su una cosa bisogna dimettersi dovremmo avere 200 consiglieri e una 50tina di assessori. Siamo seri, dai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulle questioni secondarie può capitare di "sorvolare" ma su quelle fondamentali (quali il riconoscersi in un contesto socio-economico-turistico) non si può votare sulla base delle direttive dei "capi" contro la sensibilità propria e del proprio elettorato. Non si può giocare.
      Ma mi rendo conto che ormai la politica e la coerenza non esiste più. Siamo seri, ma davvero.

      Elimina
    2. Era chiaramente una provocazione: sappiamo tutti che i nostri attuali rappresentanti non si dimetterebbero neanche con le cannonate.

      Elimina
  4. Anonimo9/22/2016

    Ci si sono giocata la faccia in politica e hanno attaccato il c.alle poltrone.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti