F F Tribuna Libera: Novecento Cegliese

domenica 18 settembre 2016

Novecento Cegliese


E' ormai imminente l'uscita del nuovo libro scritto da Vincenzo Gasparro: "Novecento - Biografia di un paese"







"Care/i amiche/ci vi avevo tempo fa preannunciato che avevo finito di scrivere il nuovo libro di storia sul novecento cegliese. Finalmente è in fase di stampa presso la casa editrice BookSprint che ha voluto stampare anche questo mio nuovo libro che è un viaggio nella memoria del secolo passato. E' un affresco su Ceglie che parte dall'età giolittiana ,passando per il fascismo fino alla fine del secolo scorso.Chiunque ha interesse può prenotarmelo e le copie sono limitate. Il libro si compone di 140 pagine ed ha un formato 14x21 al prezzo di euro 16.90.

Nei prossimi giorni vi darò qualche anticipazione e per intanto vi passo la sinossi del libro che è ricco di documenti inediti ed è corredato da una galleria di personaggi cegliesi ,alcuni completamente sconosciuti ai più".

Vincenzo Gasparro






Dall'ultimo capitolo ("Congedo cerimonioso & altre prosopopee"):

"La politica la vivo ormai con distacco e disincanto e non la seguo più nemmeno in televisione perché ho contezza delle sue maschere e degli attori che recitano a soggetto. Non che ai miei tempi non mancassero le maschere, le marionette, i pupari, gli istrioni, i ladri, gli atei devoti e i sicari che il più delle volte si nascondevano nelle fila dello stesso partito e tra i propri compagni. La fauna politica penso di conoscerla bene per aver visto atei incalliti trasformarsi in zelanti e compunti devoti, rivoluzionari diventare pompieri senza avere nemmeno la botte dell'acqua per spegnere gli incendi e ipocriti che, nascondendosi dietro i grandi principi, tramavano per raggiungere laute prebende politiche e sindacali. I politici in genere sono dei frustrati, narcisi,prepotenti col complesso di castrazione palloni gonfiati da una corte di mendicanti e servi che,appena smettono i panni politici, appaiono in tutta la loro povertà e miseria. Purtroppo questa fauna coloratissima, il più delle volte, fa male anche agli altri e alla collettività..."



Novecento Cegliese

4 commenti:

  1. Anonimo9/19/2016

    insomma i politici sono tutti delle mer....e, possibile? e i cittadini tutti servi, possibile? allora cosa propone lo scrittore ? solo lui si salva ? possibile? ma per favore !!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che il tuo sia un commento superficiale, riduttivo e ignorante (nel senso che ignori il contenuto del libro non avendolo letto).

      Elimina
  2. Anonimo9/19/2016

    Che in giro ci siano troppi servi è un dato di fatto.Un fatto grave.Ma ancor più grave è che tutti coloro che sono dediti al servaggio e si sono assuefatti al servilismo più becero ignorino perfino di esserlo.Servi e ignoranti.

    RispondiElimina
  3. Anonimo9/20/2016

    Pero anche furbi e opportunisti.

    RispondiElimina

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti