F F Tribuna Libera: Corso di lingua latina alla "Giovanni Pascoli"

mercoledì 22 marzo 2017

Corso di lingua latina alla "Giovanni Pascoli"


Ricevo e pubblico con piacere:





"Conoscere il latino per capire la nostra storia
e per interpretare la realtà"


La scuola secondaria di 1° grado "Giovanni Pascoli" del 1° Istituto Comprensivo, diretta dal Dirigente Scolastico, prof.ssa Concetta Patianna, ha attivato un corso di avvio allo studio della lingua latina, dimostrando ancora una volta di essere sempre pronta a sperimentare e innovare con diverse strategie percorsi efficaci per sviluppare e migliorare la formazione culturale dei suoi alunni. 

Il latino, l'idioma celeste, la lingua degli angeli, come ebbe modo di definirla Thomas Mann, spesso spaventa gli alunni che alla fine della terza media optano per altri percorsi, escludendo quelli nei quali questa lingua è insegnata. 

Proprio per aiutare, supportare e accompagnare i ragazzi nel difficile passaggio verso la scuola superiore, la "G. Pascoli", offre questo corso nelle ore curricolari, utilizzando la metodologia delle classi aperte. La flessibilità didattica e organizzativa costituisce, infatti, l’aspetto maggiormente qualificante di una Scuola che vuole essere veramente autonoma e rispondente ai bisogni formativi dell’utenza e, in generale, del territorio. 

Il corso è organizzato dalla professoressa M. Patrizia Urso, docente di italiano, storia e geografia, abilitata all'insegnamento della lingua latina e greca, è rivolto agli studenti delle classi terze e non ha come scopo principale quello di far imparare il latino, ma soprattutto quello di stimolare la curiosità, che è alla base dell'apprendimento; gli altri alunni che nel prossimo anno non studieranno il latino, seguiranno le lezioni di potenziamento della lingua italiana tenute dalla professoressa Liliana Mola, docente di italiano, storia e geografia. 


Il valore formativo dello studio della lingua latina è innegabile e particolarmente funzionale nell’ottica sia di una progettazione didattica per competenze sia del curricolo verticale. Diventa, perciò, un’occasione ulteriore di riflessione sulla lingua in una prospettiva interdisciplinare e pluridisciplinare e che consente l’esercizio della traduzione come problem solving. 

Ciò risponde alle esigenze formative dei giovani, a quanto richiesto dalla Raccomandazione europea del 2006 sulle competenze chiave, si inquadra perfettamente nelle Indicazioni Nazionali del 2012 ed infine nel riferimento normativo della Legge 13.07.2015 n. 107 (Buona Scuola) per quanto riguarda la promozione e la diffusione della cultura umanistica. L'apprendimento della lingua latina e della civiltà romana contribuiscono alla formazione della personalità complessiva degli alunni, allenando il loro senso critico e offrendo anche uno spunto di riflessione sul suo contributo per la formazione della cultura e dell’identità europea. 

"Il latino è il codice genetico dell'Occidente; se vogliamo, pure il sistema immunitario, ovvero, per rimanere nella metafora biologica, la fonte prima del principio di identità", in questo senso, la scuola secondaria di 1° grado "G. Pascoli" offre un'opportunità in più a tutti i suoi alunni e si fa conoscere sempre di più per l'offerta formativa arricchita non solo dallo studio delle lingue moderne (inglese, francese e spagnolo), ma anche di quelle classiche.


Il Dirigente Scolastico 
Prof.ssa Concetta Patianna 

La Funzione Strumentale
Prof.ssa M. Patrizia Urso






E infatti i nostri politici italiani il latino
lo conoscono poco.








Corso di lingua latina alla "Giovanni Pascoli"

Nessun commento:

Posta un commento

Quando scrivi qualcosa su qualcuno, pensa prima a come reagiresti se la stessa cosa la scrivessero su di te.

Commenti

Commenti